La data/ora di oggi è Lun Ott 23, 2017 6:58 pm

Dal web

  • Argomenti
  • 020412
    Ripartono il 5 aprile. E ricominciano là dove il filo delle loro salite himalayane si era interrotto: sul Kangchenjunga, la terza montagna più alta della terra, al confine tra Nepal e India.

    «Un posto bellissimo» mi ha detto Nives al telefono. «Un luogo in cui è fantastico andare anche solo per guardare, per camminarci dentro».

    Lei è Nives Meroi, lui Romano Benet, cordata in montagna come nella vita, vero e proprio simbolo dell’alpinismo fatto in coppia.


    di Linda Cottino

    Da Admin - Commenti: 1 - Visualizzazioni: 1067
  • 080714
    I volontari lavoratori autonomi del Soccorso Alpino dovranno pagare due marche da bollo da 16€ per poter avere il rimborso, previsto per legge, della giornata lavorativa persa. Shocked 

    http://www.montagna.tv/cms/63278/gabelle-e-soccorso-alpino-e-caos-e-intanto-la-delegazione-bellunese-protesta

    Da Flow - Commenti: 1 - Visualizzazioni: 721
  • 060412
    30 ANNI FA, UN’OPERA D’ARTE

    «La salita del futuro». L’avevamo battezzata così, trent’anni fa, l’interminabile cavalcata di Renato Casarotto sul Trittico del Frêney, al Monte Bianco. Una dopo l’altra, in sequenza, l’alpinista vicentino aveva salito, senza averle mai percorse in precedenza, la via Ratti-Vitali sulla parete ovest dell’Aiguille Noire de Peutérey, la via Gervasutti-Boccalatte sul Pic Gugliermina, e infine il Pilone Centrale del Frêney e la vetta del Bianco.

    di Roberto Mantovani

    Da Admin - Commenti: 23 - Visualizzazioni: 9865
  • 070514

    Da buzz - Commenti: 0 - Visualizzazioni: 586
  • 201213
    Nel settore Pilastro di Ponente qualcuno ha recentemente spittato una via che parte a sinistra di Ouverture sans fin, uno storico itinerario aperto nel 1984 da Delisi e Brighenti, e che incrocia Ouverture a metà del secondo tiro. Il tracciato originario è stato in questo modo rovinato da una spittatura che ha coinvolto l’ultima parte del secondo ed il terzo tiro. Ouverture era una via classica aperta con poco materiale e lasciando il meno possibile sulla roccia. Questa via è stata più volte ripetuta in modo tradizionale da alcuni arrampicatori mediante l’uso di friend e dadi. Attraverso un confronto...

    Da Flow - Commenti: 27 - Visualizzazioni: 3224
  • 210512
    Fa freddo e buio. Non un anima viva. Tutto solo cammino sulla neve ghiacciata che ricopre il ghiacciaio dell'Argentiere in direzione dell'imponente parete di 500 mt nord dei punti supérieures de Pré de Bar . ...
    Il mio obiettivo è quello di salire Les Barbares, una linea elegante attraverso una delle pareti più impressionanti in questa valle. La mia conoscenza del percorso è limitata ai dettagli della mia guida di Chamonix e di una relazione web con alcune foto di una ripetizione.
    ...
    Appena sotto la crepaccia terminale mi preparo appendendo mio materiale, meto i ramponi, metto il...

    Da buzz - Commenti: 11 - Visualizzazioni: 2106
  • 310512
    30 anni fa Reinhard Karl DA SEGNAVIA54

    Reinhard Karl, classe 1946, di Heidelberg, è morto sulla parete sud del Cho Oyu il 19 maggio 1982. Sono passati trent’anni dall’incidente, e il mito di Karl è intatto come allora. La montagna e l’alpinismo, per lui erano un motivo di vita e una fonte di illuminazione.


    Da Admin - Commenti: 6 - Visualizzazioni: 4803
  • 110713
    E' da qualche giorno che mi confronto con alcuni amici sulla figura di Motti, passando per Rossa e il Nuovo Mattino. Neanche a farlo apposta su PM è uscito ieri questo pezzo di Guerini.

    Ne è passato un bel po' di tempo, ma me lo ricordo come fosse adesso. Mi ricordo bene di quegli articoli di Ivan Guerini sulla Rivista della Montagna... quella gloriosa intendo, quella degli anni che pareva si dovesse scoprire e reiventare un po' tutto, in alpinismo come nell'arrampicata. Mi ricordo di quegli scritti, dicevo, ma anche delle vie di Guerini. E devo confessare che dei primi, già allora,...

    Da Ospite - Commenti: 2 - Visualizzazioni: 1170
  • 220313
    ALP infatti chiude. Questa volta per davvero e non solo per qualche mese come era stato per la ultima riorganizzazione successiva al più recente ridimensionamento delle pubblicazioni.
    I suoi dipendenti pare siano già in cassa integrazione e quello di Marzo dovrebbe essere l'ultimo numero, malgrado la campagna abbonamenti risultasse fino a poco tempo fa ancora aperta. Dopo "Punto Rosso", "Su Alto", "Alp wall", "Grandi Montagne" e soprattutto "La Rivista della Montagna", la Vivalda Editori chiude l'ennesima rivista e probabilmente l'intera sua esperienza editoriale.

    estratto dal sito...

    Da grip - Commenti: 19 - Visualizzazioni: 3517
  • 060313
    Qualcuno sta seguendo la spedizione polacca al Broad Peak Arrow http://polishwinterhimalaism.pl/

    Ieri gli alpinisti polacchi Maciej Berbeka, Adam Bielecki, Tomasz Kowalski e Artur Malek hanno compiuto la prima ascensione invernale lungo la normale del versante ovest. Oggi,come riporta Planet Mountain, le notizie della discesa sono frammentarie e si sono persi i contatti con Kowalski Neutral

    Questo l'ultimo comunicato...

    Da Ospite - Commenti: 12 - Visualizzazioni: 1864
  • 080512
    In una delle stagioni più secche record, la preti di Lhotse, Nuptse Everest stanno scatenando un fiume di caduta massi, tra i 2 e i 10 al minuto. Le condizioni sono così pericolose quest'anno che alcuni tra i più esperti sherpa si rifiutano di andare sulla montagna. E ora, la guida Russell Brice capo di Himalayan Experience ha sorprendentemente risposto al pericolo di quest'anno staccando la spina nella sua spedizione commerciale al tetto del mondo.


    http://gregontopoftheworld.blogspot.it/

    Da buzz - Commenti: 98 - Visualizzazioni: 9999
  • 111212
    http://climbook.com/articoli/186-terapia-d-urto



    Vedo intorno a me la maggior parte degli scalatori stazionare per anni ( alcuni per sempre) sullo stesso livello.
    Come in un salto quantico, il passaggio da uno stato all’altro accade,
    quando accade, se accade, in maniera subitanea, senza stati intermedi.
    Ma perché questo avvenga c’è bisogno di una enorme energia di innesco.
    Una modifica strutturale delle condizioni di allenamento. Una terapia
    d’urto.

    Da buzz - Commenti: 1 - Visualizzazioni: 1838
  • 071212
    Per chi mastica un po' di francese, segnalo questo documentario

    Vertiges

    racconta la storia di Cristophe Bichet, fortissimo arrampicatore affetto da una rara e grave malattia genetica...

    Da ghisino - Commenti: 1 - Visualizzazioni: 1002
  • 281112
    http://climbook.com/articoli/185-penso-dunque-cado

    Quando scaliamo, ogni nostro movimento viene regolato e corretto innumerevoli volte, in maniera inconsapevole.
    Se la punta del piede destro, mentre il sinistro sta in latrale, è più alta o più bassa di pochi centimetri, questo potrà compromettere la posizione e farci stancare o cadere.
    E nessuno può dire, a priori, quale sia questo punto, solo la percezione cinestetica inconsapevole.
    Nessuno può...

    Da buzz - Commenti: 3 - Visualizzazioni: 1112
  • 110712








    altre striscie su http://www.zerocalcare.it/

    Da buzz - Commenti: 3 - Visualizzazioni: 1447
  • 190912
    Video e qualche foto della spettacolare traversata del fortissimo skyrunner Kilian Jornet

    http://carreraspormontana.com/videos/travesia-courmayeur-chamonix-de-kilian-jornet-summits-of-my-life


    http://www.esport3.cat/video/4250390/Nou-exit-de-Kilian-Jornet


    Il blog del catalano è fermo sulle parole scritte...

    Da buzz - Commenti: 0 - Visualizzazioni: 1606
  • 130912
    COURMAYEUR, Aosta — “La corsa è dura, ma la mia testa lo è stata di
    più”. Queste le parole di Oscar Perèz che ieri alle 13.56 è arrivato
    primo al traguardo di Courmayeur vincendo la terza edizione del Tor des
    Géants. Il corridore spagnolo ha conquistato il titolo facendo segnare
    anche il nuovo record della gara: 75 ore e 56 minuti per completare
    l’endurance trail che passa dai 4 giganti delle Alpi, Monte Bianco, Gran
    Paradiso, Monte Rosa e Cervino.


    http://www.montagna.tv/cms/?p=42979

    Da buzz - Commenti: 5 - Visualizzazioni: 1296
  • 170912

    Vimeo.


    Da Ospite - Commenti: 1 - Visualizzazioni: 765
  • 130912


    Matteo Piccardi di Abbadia Lariana è riuscito a salire per la prima
    volta dopo Adriano Selva, completamente in arrampicata, la via
    "Prigionieri dei Sogni" aperta e liberata da Adriano e Andrea Spandri
    nel 2005 sulla selvaggia parete valsassinese del Pizzo d'Eghen.


    http://www.valsassinanews.com/index.php?page=articolo&id=9936

    Da Topocane - Commenti: 2 - Visualizzazioni: 1044
  • 130912
    Durante il mese di Luglio Simone Pedeferri e Davide Spini sono
    riusciti in uno dei concatenamenti più importanti della storia della Val
    Masino, salendo in poco meno di 24 ore diverse vie tra Val di Mello e
    alta Val Masino. La corsa comincia poco dopo lo scoccare della
    mezzanotte dal parcheggio della Valle e finisce dopo che l’orologio ha
    compiuto un giro completo all’intaglio di uscita della Taldo Nusdeo al
    Picco Luigi Amedeo, in mezzo tanti metri di roccia, tanti piccoli passi,
    tanti metri di dislivello e un unico sogno immaginato e raggiunto in
    due…

    Da buzz - Commenti: 2 - Visualizzazioni: 1971
  • 120912

    Da Topocane - Commenti: 2 - Visualizzazioni: 999
  • 120912
    ad opera di Alessandro Baù, Alessandro Beber e Nicola Tondini il 7 e 8 settembre 2012.



    da http://www.planetmountain.com/News/shownews1.lasso?l=1&keyid=40026


    Da Ospite - Commenti: 2 - Visualizzazioni: 870
  • 030912
    Dopo un buon mese e mezzo di “anticamera” sono riuscito a intervistare telefonicamente Reinhold Messner e a parlare con lui della Mazeno Ridge. A mio avviso è stata la più bella e interessante salita avvenuta quest’ anno sugli ottomila sia per la lunghezza del percorso sia per la resistenza dimostrata dai due inglesi Sandy Allan e Rick Allen che hanno raggiunto la cima del Nanga Parbat dopo 18 giorni...
    Intervista a Messner - Mazeno Ridge


    Da Alespot - Commenti: 2 - Visualizzazioni: 1412
  • 250512
    21/5 - Tommy Caldwell e Alex Honnold hanno tirato fuori una straordinaria prova di endurance free-climbing in Yosemite Valley. I due hanno scalato la parete sud del Monte Watkins, Free Rider su El Capitan, e la Regular Northwest Face sull'Half Dome, tutto in libera, in un tempo complessivo di 21 ore e 15 minuti, dai piedi del Mt. Watkins alla cima dell'Half Dome.


    Tommy Caldwell Mt Watkins

    da

    Da Admin - Commenti: 46 - Visualizzazioni: 4061
  • 300712
    In occasione dell'uscita di "The Core Training", l' applicazione per iPad ed iPhone dedicata all' allenamento dei climbers , westcrack intervista l' ideatore di questa App: Christian Core. Una breve intervista dove Core parla di "Gioia", il boulder che ha reso celebre Varazze, delle sue vittorie in coppa del mondo e di come preparare mente e corpo per migliorarsi nell' arrampicata:

    Intervista a Christian Core


    Da Alespot - Commenti: 1 - Visualizzazioni: 2008
  • 250712

    Da Admin - Commenti: 0 - Visualizzazioni: 775
  • 240712
    Mayan Smith-Gobat ripete in libera Donnafugata sulla Torre Trieste in Dolomiti

    Mayan Smith-Gobat insieme a David Falt ha realizzato la terza salita in libera della via Donnafugata sulla Torre Trieste, Civetta, Dolomiti. 750 metri di via con difficoltà fino all'8a, salita dal basso in un'unica soluzione di 32 ore, senza materiale per il bivacco. Il report di Falt.

    da http://www.planetmountain.com/News/shownews1.lasso?l=1&keyid=39831#

    Da Admin - Commenti: 0 - Visualizzazioni: 1640
  • 120612
    Il sole, intanto, si era tuffato dietro la collina di fronte, cosí, senza preavviso. Di colpo le pareti, dal giallo-rosso-arancio erano cambiate in marrone-grigio- rame. La motosega, che instancabilmente rombava tutto il giorno tutti i giorni, nel fondo di quella squallida valle, fatta di case non finite, in perfetto stile Calabro-Ionico, e rabberciati rimessaggi agricoli, aveva finito di scocciare. Il vento pure era cessato. Come se il sole, nascondendosi, avesse dato il segnale al vento di esaurirsi e al motore di fermarsi. Solo che il gruppo, ora, cominciava a sentirsi: si erano spostati tutti...

    Da buzz - Commenti: 0 - Visualizzazioni: 1692
  • 050612
    Gabriele Moroni sale The Essential in Frankenjura - 3^ salita
    il racconto (in inglese) su http://gabriele-moroni.blogspot.it/2012/06/frankenjura-spring-2012.html

    26 Maggio 2012
    Gabri Moroni ha realizzato oggi la terza salita di The Essential, 9a, in Frankenjura, una via molto tecnica su piccole prese e cattivi appoggi.

    Si tratta della terza rotpunkt del tiro, che era stato attrezzato da Klaus Buechele a metà degli anni 80,...

    Da Admin - Commenti: 1 - Visualizzazioni: 1363
  • 050612
    Cesare Maestri: monologo sulla parete sud-ovest della Marmolada


    Parete sud-ovest della Marmolada


    "Le sette. Le sette del tre ottobre. Già il mio compagno si era allontanato dall' attacco lasciando sul ghiaione due lunghe strisce scure..."
    Una normale giornata in montagna se non...

    Da Alespot - Commenti: 0 - Visualizzazioni: 1499
  • 290512
    A pensarci bene, nella mia memoria, la Laga si identifica con i
    suoi torrenti ancor prima che con le sue cime. Da bambino, durante le
    prime estati trascorse a Cornillo Nuovo, fremevo dalla voglia di
    raggiungere la vetta di Cima Lepri. Ma i miei, il giorno della grande
    escursione, puntualmente mi lasciavano a casa. «Troppo faticoso»,
    dicevano; e al ritorno: «Fortuna che non ti abbiamo portato!, che ripido!,
    che sassi!, che sole!, che sete!...». Che palle! Eppure, mentre continuavo...

    Da buzz - Commenti: 3 - Visualizzazioni: 1634
  • 280512
    di Giuseppe Dallona

    via Tardivel al Col de la Brenva, tra il Monte Bianco ed il Mount Maudit, a circa 4400 metri, è la quarta volta nella storia della Montagna che questo pendio viene sciato



    https://www.facebook.com/media/set/?set=a.375212772535438.85890.100001401550381&type=3

    Da Ospite - Commenti: 6 - Visualizzazioni: 2523
  • 260512
    Yosemite vs Everest

    Everest 05-2012 Photo Simone Moro

    Alpinismo a due velocità in questi giorni in giro per il mondo. In Yosemite Valley un concatenamento con tempi da record di 3 difficili vie in meno di ventiquattro ore, mentre sull' Everest coda di alpinisti che tentano di raggiungere la vetta.

    Da Alespot - Commenti: 16 - Visualizzazioni: 2697
  • 230512
    A questo punto devo confessarlo: credo di non esser fatto per l’alpinismo.

    Già… Una confessione un po’ tardiva, e forse superflua. Ma in fondo conviene essere onesti: onesti e spietati fino in fondo.

    Credo che storicamente sia colpa del Finocchi (Stefano). Fu infatti lui, alla vigilia dell’estate del 1986 – eravamo poco più che infanti – a proferire la frase solenne e canzonatoria: “Ma dai! Mica vorrai andare a scalare in montagna? Ancora con le dolomiti! Che cosa da vecchi!”

    Bibez - Un gradito ritorno su

    Da Admin - Commenti: 9 - Visualizzazioni: 1699
  • 230512
    Prendendo spunto dal viaggio di Riccardo Caprasecca al King Rock per provare il Drago, il boulder fino alla fine del mondo
    da http://www.planetmountain.com/News/shownews1.lasso?l=1&keyid=39581#

    Domenica 20 maggio un King Rock che a inizio mattinata risultava
    svuotato "grazie" alla voglia di roccia che attanaglia i climber, ma che
    nel pomeriggio si è riempito a causa dell'ormai inevitabile pioggia del
    fine settimana,...

    Da buzz - Commenti: 1 - Visualizzazioni: 1377
  • 170512


    Quando ho cominciato a salire duro ho pensato che non sarei vissuto oltre i 26 anni. Stranamente, sono sopravvissuto 20 anni dopo la mia data di scadenza prevista. Ho smesso di contare sul "no future" e imparato a convivere con il non sapere il futuro. Dopo aver fatto fino a questo punto è giunto il momento di costruire un luogo per le cose fatte, pensate e scritte in passato.

    da http://www.marktwight.com

    Da Admin - Commenti: 23 - Visualizzazioni: 7020
  • 090512
    Amo David Foster Wallace per la sua capacità di analizzare minuziosamente la realtà, di sezionarla con l'attenzione di un entomologo, per l'uso delle parole con cui riesce a descrivere compiutamente le sfumature, per la leggera ironia con cui riesce a farlo.
    In questo pezzo storico parla di Roger Federer e di tennis. Ma trovo che, oltre ad essere di per sé godibile semplicemente per come è scritto, alcuni concetti espressi abbiano valore universale e siano perciò riportabili in qualche modo anche all'arrampicata.

    Queste frasi le ho messe in grassetto. Vi prego, se solo avete assistito...

    Da buzz - Commenti: 18 - Visualizzazioni: 4143
  • 270412
    Nell’arco di 24 ore, il gruppo internazionale di alpinisti impegnati nel tentativo di salita dell’Annapurna, è rimasto coinvolto in 3 valanghe, sopravvivendo, in qualche modo, a tutte e tre.
    Racconto di Don Bowie http://www.donbowie.com/the-day-the-mountain-fell-part-1-2/

    traduzione di Fo e mia (scusate gli errori, ma siamo andati veloci)

    Lasciai il Campo 2 nel freddo pungente della mattina del 18 Aprile, per salire verso...

    Da Admin - Commenti: 6 - Visualizzazioni: 1635
  • 160512




    Da buzz - Commenti: 0 - Visualizzazioni: 765
  • 150512
    Tra le splendide mura del Castel Firmiano del Messner Mountain Museum
    Domenica 6 maggio si è tenuto il convegno organizzato dal Messner
    Mountain Museum, TrentoFilmfestival e International Mountain Summit:
    Quo CLIMBis?
    - Preservare la montagna, in quanto ultimo spazio d’avventura, o
    continuare a sfruttarla sempre di più a fini sportivi e turistici?

    La domanda è pleonastica se rivolta ad una tavola rotonda composta dal
    gota dell’alpinismo internazionale: senza uno spazio naturale selvaggio,
    “l’alpinismo è bello che finito!”...

    Da buzz - Commenti: 23 - Visualizzazioni: 2087
  • 150512
    Nell'ultimo numero del National Geographic si parla della salita dell'agosto 2011 al K2 da parte della spedizione di Gerlinde Kaltenbrunner. L'articolo non è certamente tecnico, ma d'altro canto, banalità per banalità una vale l'altra. Non è che in genere le interviste tecniche agli alpinisti himalayani (e non) siano più profonde o svelino chissà quali retroscena...
    d'altro canto... è già stato detto tutto.

    Le foto di Tommy Einrich e Ralf Dujmovits però sono belle.


    Da buzz - Commenti: 2 - Visualizzazioni: 3634
  • 200412
    Da Alp 154 febbraio 98 intervista di Antonella Cicogna e Mario Manica a Tomaz Humar, tornato da solo dalla salita con Janez Jeglic al Nuptse 2 7742mt

    Tomaz puoi dirci cosa è successo quando sei arrivato in tenda?
    Ero quai finito. La concentrazione mi aveva quasi abbandonato e fisicamente rimaneva poco. Vomitavo bile, non mangiavo da ventiquattro ore. Volevo cucinare qualcosa ma il fornello aveva preso a farmi brutti scherzi. In pochi attimi la tenda era in fiamme e ho fatto di tutto per fermare il fuoco. C'erano buchi ovunque.

    Da buzz - Commenti: 6 - Visualizzazioni: 3245
  • 060512
    LUIGI MARIO: LA VIA DELLO ZEN

    Scaramuccia, un casale isolato tra le colline dell’Umbria. La valle si allarga di fronte alla casa, i tetti di
    Orvieto appaiono di fronte, a portata di mano nelle giornate serene. Il terreno è curato, la strada
    sterrata sale a svolte sul fianco del colle. In una casa di contadini umbri (perlomeno, così pare), fanno
    uno strano effetto i cartelli scritti in giapponese, i chiodi da roccia piantati nel muro di casa, gli appigli
    scavati a martellate che appaiono se si osserva da vicino.
    Uno strano miscuglio: non molto diverso,...

    Da buzz - Commenti: 22 - Visualizzazioni: 9898
  • 060512
    II Corno Piccolo, per tanti anni miraggio dei sognatori di vergini, irraggiungibili cime e, in seguito, palestra di epiche lotte spesso con­clusesi in onorate sconfitte, era ormai solcato, in tutti i suoi lati, da quelle immaginarie linee che son le vie alpinistiche e chiuso, per ciò, a possibilità di vie nuove.

    NUOVE ASCENSIONI SUL GRAN SASSO D’ITALIA
    Corno Piccolo (m. 2637) – Cresta Ovest – Prima ascensione della Seconda Spalla
    con Osvaldo Trinetti, Bruno Marsilii, Antonio Giancola, Antonio Panza, Venturino Franchi 27 Luglio 1930.
    di Ernesto Sivitilli
    da

    Da buzz - Commenti: 13 - Visualizzazioni: 1953
  • 110512
    Guardare l’orizzonte oltre la falesia e mettere scalate e scalatori a confronto. Non solo fra di loro e per gioco, ma con se stessi e con il mondo circostante, per cambiarlo; in particolare quando è stato circoscritto, delimitato, occluso, riempito d’odio e recintato. Ci stanno muri o reti dappertutto: dalla insanguinata terra di Palestina ai territori occupati militarmente della Val di Susa. E ci sta gente che li assedia, li circonda, li sfida. Salire il muro, mani sul cemento, sfidando l’oppressione, diventa allora metafora della fuga dalla gabbia in cui ci siamo ritrovati: qualcosa di più d’uno...

    Da Admin - Commenti: 1 - Visualizzazioni: 1551
  • 090512
    Artico. Clima, cambiamenti, lontananza, animali (per noi) esotici, distanze e vicinanze. I mass media trattano ormai regolarmente di faccende legate alla vita e ai cambiamenti nella regione artica. Sono spesso notizie poco rassicuranti: lo scioglimento della calotta polare (il 40 per cento del totale negli ultimi 35 anni), l’inquinamento e il suo cattivo effetto sulla vita di orsi, foche, narvali, balene, caribù, lupi. Ma l’Artico, o L’idea di Nord, come l’ha chiamata Peter Davidson in un affascinante studio (Donzelli 2005) e ciò che di esso si legge o si vede, non riguarda quasi mai qualcosa che...

    Da buzz - Commenti: 0 - Visualizzazioni: 2574
  • 080512
    Qaanaaq, meglio nota come Thule, è una cittadina groenlandese situata molto al di sopra del Circolo Polare Artico. Solo mille e trecento chilometri la separano dal Polo Nord. Verso la fine di agosto, per la prima volta dall'inizio dell'estate, il sole scende sin quasi a sfiorare l'orizzonte. Da tre mesi non tramonta, limitandosi a descrivere una spirale a ogni giro più bassa, mentre i colori del paesaggio cambiano in risposta all'inclinazione dei raggi. Tutto quello che resta del consueto avvicendarsi di luce e tenebre è una ciclica variazione cromatica. Ma l'estate sta per finire e, tra breve,...

    Da buzz - Commenti: 1 - Visualizzazioni: 2048
  • 040512
    Confrontando i salitori dei 14 ottomila, tratto da 8000ers nelle varie modalità, salta agli occhi il fatto che i primi a compiere le ascensioni, ovvero Messner e Kukuczka, sono anche quelli che hanno al loro attivo più vie nuove.
    Dipenderà dal fatto che avevano a disposizione una maggiore quantità di opzioni?
    Ovvero: le vie di salita di una montagna non sono infinite, man mano che vengono percorse diventa sempre più difficile trovare spazio per nuove aperture.
    O erano semplicemente...

    Da buzz - Commenti: 24 - Visualizzazioni: 3827
  • 230412
    Io di foto capisco poco, ma che esistano posti del genere al mondo è qualcosa di meraviglioso
    da http://www.mikereyfman.com/ guardate le gallery da cui sono prese queste immagini






    Da buzz - Commenti: 4 - Visualizzazioni: 953
  • 270412
    Il ritorno dei Samurai

    di Lindsay Griffin



    Lo scorso autunno gli alpinisti giapponesi Kazuya Hiraide e Kei Taniguchi hanno fatto in stile alpino la traversata da sud a nord del Gurla Mandhata (Naimona'nyi, 7694 m), la terza montagna più alta del Tibet, situata vicino al sacro monte Kailash nel lontano ovest. La loro salita della cresta sud-ovest e dell’ancora inviolata cima sud, il Naofeng Peak 7422 m, ha finalmente completato un progetto storico, tentato più...

    Da A_admin - Commenti: 2 - Visualizzazioni: 1359
 

Utenti che stanno navigando in questo forum: Nessuno
Moderatori

Nessuno

Permessi di questa sezione del forum:

Non puoi inserire nuovi argomenti in questo forum
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum

Legenda
  • Nuovi messaggi Nuovi messaggi
  • Nuovi messaggi [Popolare ] Nuovi messaggi [Popolare ]
  • Nuovi messaggi [ Chiuso ] Nuovi messaggi [ Chiuso ]
  • Nessun nuovo messaggio Nessun nuovo messaggio
  • Nessun nuovo messaggio [ Popolare ] Nessun nuovo messaggio [ Popolare ]
  • Nessun nuovo messaggio [ Chiuso ] Nessun nuovo messaggio [ Chiuso ]
  • Avviso Avviso
  • Importante Importante
  • Annuncio globale Annuncio globale