Couloir du Gouter, messa in sicurezza dell'itinerario.

Pagina 4 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Couloir du Gouter, messa in sicurezza dell'itinerario.

Messaggio  schen il Ven Lug 27, 2012 4:27 pm

Tengri ha scritto:O mio Dio ... le scalette per il Monzino non l'avevo mai viste .... Shocked Shocked

no, quella sfilza di scale sono quelle che scendono sulla Mer de Glace dal Montenvers.
avatar
schen

Messaggi : 715
Data d'iscrizione : 15.03.12
Età : 52
Località : Vallée d'Aoste

Tornare in alto Andare in basso

Re: Couloir du Gouter, messa in sicurezza dell'itinerario.

Messaggio  trek2005 il Ven Lug 27, 2012 4:28 pm

schen ha scritto:
trek2005 ha scritto:La passerella inoltre "non salva la vita" ma al massimo agevola un passaggio che altrimenti
saresti costretto a fare infilato coi piedi ne torrente...

Hmmm... leggendo di questa tua convinzione, mi sa tanto che tu non sia mai rientrato dal rif. Monzino o dalla Capanna Gervasutti in un caldo pomeriggio di luglio.., senza passerelle.. Laughing
spiritoso... :-)
mi è capitato di tornare indietro dal più modesto ghiacciao dell'arbola in un torrido pomeriggio di luglio e essermi domandato come cazzo avrei attraversato l'innocuo torrentello mattutino che si era trasformato in uno spumeggiante torrentone himalayano...
siamo risaliti per 20 minuti prima di trovare un posto dove l'acqua arrivasse solo fino al ginocchio anzichè all'anca...

e comunque quoto il Buzz qui sopra: anche io da domani butto le cartacce per terra...
avatar
trek2005

Messaggi : 710
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 56
Località : Busto Arsizio

http://www.aafc.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Couloir du Gouter, messa in sicurezza dell'itinerario.

Messaggio  schen il Ven Lug 27, 2012 4:35 pm

trek2005 ha scritto:quoto il Buzz qui sopra: anche io da domani butto le cartacce per terra...

Bravi, fate così. Laughing
avatar
schen

Messaggi : 715
Data d'iscrizione : 15.03.12
Età : 52
Località : Vallée d'Aoste

Tornare in alto Andare in basso

Re: Couloir du Gouter, messa in sicurezza dell'itinerario.

Messaggio  trek2005 il Ven Lug 27, 2012 4:44 pm

schen ha scritto:
trek2005 ha scritto:quoto il Buzz qui sopra: anche io da domani butto le cartacce per terra...

Bravi, fate così. Laughing
naturalmente nel cortile del Buzz... Wink Wink Wink

immagino che si riferisse ancora al concetto di "peggiorare" una situazione già ampiamente compromessa
basandosi proprio sullo stato "compromesso" del luogo...

aggiungo una considerazione non mia ma che vale molto spesso:
il grado di attenzione e di rispetto per un luogo è direttamente proporzionale allo stato di cosnervazione del luogo stesso...
aka, se arrivo in un posto pieno di cartacce mi faccio meno scrupolo a buttarne anche io...
avatar
trek2005

Messaggi : 710
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 56
Località : Busto Arsizio

http://www.aafc.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Couloir du Gouter, messa in sicurezza dell'itinerario.

Messaggio  schen il Ven Lug 27, 2012 5:01 pm

trek2005 ha scritto:immagino che si riferisse ancora al concetto di "peggiorare" una situazione già ampiamente compromessa basandosi proprio sullo stato "compromesso" del luogo...

aggiungo una considerazione non mia ma che vale molto spesso:
il grado di attenzione e di rispetto per un luogo è direttamente proporzionale allo stato di cosnervazione del luogo stesso...
aka, se arrivo in un posto pieno di cartacce mi faccio meno scrupolo a buttarne anche io...

certo che si riferiva a quello, però qui si parla di "uno" dei 1000 interventi, alcuni di questi ben più assurdi dell'oggetto del topic, che si stanno realizzando sulle Alpi.
Questo nello specifico, serve a salvare vite perchè il percorso per il rif. Gouter passa di lì. E guarda caso dal Gouter parte la via più breve e più facile per salire al Monte Bianco (con tempo buono) quindi un sacco di gente ci passa comunque.
Le alternative per salire al rifugio al momento sono solo una cresta di roccia con passaggi di III, che coloro che vogliono salire solo al rifugio e non hanno velleità arrampicatorie non possono permettersi ( a meno di non attrezzarla, ma allora dov'è la differenza con il tunnel??), oppure il rischio roulette russa nel couloir, che c'è per tutti indistintamente.
Razionalizziamo la situazione e vediamola al di fuori del concetto talebano di "basta costruzioni in montagna" perchè altrimenti mi chiedo dove sono gli urlatori quando si realizzano le altre opere.
Il rifugio c'è già? Si. E' bruttissimo? Si, ma non ci si può far nulla se non abbatterlo. Se volete farlo, vengo ad aiutarvi.
Ora, vogliamo far in modo che gli attuali 20/30.000 visitatori a stagione del rifugio possano salirvi senza rischiare la ghirba come succede in praticamente tutti gli altri rifugi? Pensate davvero che quei 30.000 possano diventare 100.000, di cui almeno 70.000 damine giapponesi in gonna e sandaletti, solo per il fatto che si mette in sicurezza un tratto di 50 mt. del sentiero di accesso a 3400 mt di quota?
Se mi dite che accettando questa opera si aggiunge solo schifo allo schifo sono perfettamente d'accordo in linea di principio, ma qui stiamo cascando nella classica situazione della pagliuzza sul pullover che vi da fastidio, mentre non vi siete accorti che camminate male perchè avete una trave d'acciaio di 3 mt. nel ..., lì dietro..
avatar
schen

Messaggi : 715
Data d'iscrizione : 15.03.12
Età : 52
Località : Vallée d'Aoste

Tornare in alto Andare in basso

Re: Couloir du Gouter, messa in sicurezza dell'itinerario.

Messaggio  buzz il Ven Lug 27, 2012 5:08 pm

è inutile che insisti schen. la tua è una posizione del cazzo.

dici si fa schifo ma fa meno schifo di altre cose quindi chi se ne frega.

per me, con questo concetto, trovando sempre qualcosa che fa più schifo, si accetta tutto.

tanto vale che dici allora coerentemente: a me va bene tutto e la finisci di fare capriole dialettiche e il pesce in barile.

buzz

Messaggi : 7223
Data d'iscrizione : 25.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Couloir du Gouter, messa in sicurezza dell'itinerario.

Messaggio  schen il Ven Lug 27, 2012 5:13 pm

buzz ha scritto:è inutile che insisti schen. la tua è una posizione del cazzo.

dici si fa schifo ma fa meno schifo di altre cose quindi chi se ne frega.

per me, con questo concetto, trovando sempre qualcosa che fa più schifo, si accetta tutto.

tanto vale che dici allora coerentemente: a me va bene tutto e la finisci di fare capriole dialettiche e il pesce in barile.

del tuo giudizio nei miei confronti e delle parole che mi vuoi mettere in bocca me ne fotto allegramente.
Può essere che tu la mia posizione non l'abbia capita?
avatar
schen

Messaggi : 715
Data d'iscrizione : 15.03.12
Età : 52
Località : Vallée d'Aoste

Tornare in alto Andare in basso

Re: Couloir du Gouter, messa in sicurezza dell'itinerario.

Messaggio  trek2005 il Ven Lug 27, 2012 5:22 pm

bho...rimango sempre del'idea che là ci sali se hai le capacità, le quali si confrontano anche con i rischi di un ambiente
ostile come quello di alta montagna, dove può venire giù anche l'imprevedibile...
e questo lo dico, a scanso di equivoci, anche come uno che ha fatto uso di ferrate (pochissime)
e di impianti di risalita di vario genere, dalla funivia al trenino a cremagliera...
c'erano, ne ho fatto uso, non ferei nulla per farne costruire altre.
avatar
trek2005

Messaggi : 710
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 56
Località : Busto Arsizio

http://www.aafc.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Couloir du Gouter, messa in sicurezza dell'itinerario.

Messaggio  Ospite il Ven Lug 27, 2012 5:36 pm

trek2005 ha scritto:
c'erano, ne ho fatto uso, non ferei nulla per farne costruire altre.
Un aspetto della questione è proprio questo: è arrivato il momento secondo me di darci un taglio con ulteriori interventi in quota. Abbiamo già più di un territorio compromesso e non è il caso di proseguire con nuove devastazioni (piccole o grandi che siano non ha molta importanza imho). Il perchè è già stato espresso da più d'uno e non mi dilungo.

Il secondo aspetto è più fine ma comunque di grande importanza e ha a che fare con il concetto di "sicurezza" di "controllo" che immaginiamo di poter mettere in atto nei confronti della natura. Ci ritroviamo già una via d'accesso al Bianco pesantemente compromessa dalla costruzione di rifugi, impianti etc. Tutto questo muove un enorme volume di soldi mi pare evidente. Ma c'è un problema: un tratto di canale ripido continua a mietere delle vittime nonostante tutto. E' una cosa che stona, rischia di rendere meno appetibile (=vendibile) il prodotto. Via allora con nuove manipolazioni del territorio. Questo mi pare il punto della questione.

Sono poi anche d'accordo con Schen: non sarà il tunnel/ponte tibetano a stravolgere l'integrità della zona. Ma è una questione di principio, perchè il concetto che sottende questi interventi è più comune di quello che ci si aspetti e tutt'altro che isolato. E anche pericoloso, perchè tirando in ballo la "sicurezza" è anche poi difficile pararsi da eventuali critiche. Ma il ragionamento è lo stesso poi che pretende di ferrare un tratto esposto lungo un sentiero, di bollare una via normale perchè altrimenti ci si perde e via dicendo.

Non se ne esce. Se non dicendo un chiaro e risoluto "basta" a qualsiasi nuova manomissione in quota. Ci teniamo lo schifo che c'è, ma almeno non aggiungiamone di nuovo. A partire dal Gouter.

ciao!


Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Couloir du Gouter, messa in sicurezza dell'itinerario.

Messaggio  biemme il Ven Lug 27, 2012 7:53 pm

alessandro ha scritto:
trek2005 ha scritto:
c'erano, ne ho fatto uso, non ferei nulla per farne costruire altre.
Un aspetto della questione è proprio questo: è arrivato il momento secondo me di darci un taglio con ulteriori interventi in quota. Abbiamo già più di un territorio compromesso e non è il caso di proseguire con nuove devastazioni (piccole o grandi che siano non ha molta importanza imho). Il perchè è già stato espresso da più d'uno e non mi dilungo.

Il secondo aspetto è più fine ma comunque di grande importanza e ha a che fare con il concetto di "sicurezza" di "controllo" che immaginiamo di poter mettere in atto nei confronti della natura. Ci ritroviamo già una via d'accesso al Bianco pesantemente compromessa dalla costruzione di rifugi, impianti etc. Tutto questo muove un enorme volume di soldi mi pare evidente. Ma c'è un problema: un tratto di canale ripido continua a mietere delle vittime nonostante tutto. E' una cosa che stona, rischia di rendere meno appetibile (=vendibile) il prodotto. Via allora con nuove manipolazioni del territorio. Questo mi pare il punto della questione.

Sono poi anche d'accordo con Schen: non sarà il tunnel/ponte tibetano a stravolgere l'integrità della zona. Ma è una questione di principio, perchè il concetto che sottende questi interventi è più comune di quello che ci si aspetti e tutt'altro che isolato. E anche pericoloso, perchè tirando in ballo la "sicurezza" è anche poi difficile pararsi da eventuali critiche. Ma il ragionamento è lo stesso poi che pretende di ferrare un tratto esposto lungo un sentiero, di bollare una via normale perchè altrimenti ci si perde e via dicendo.

Non se ne esce. Se non dicendo un chiaro e risoluto "basta" a qualsiasi nuova manomissione in quota. Ci teniamo lo schifo che c'è, ma almeno non aggiungiamone di nuovo. A partire dal Gouter.

ciao!


come già espresso in precedenza, questa di alessandro è anche la mia posizione

caro schen, sono ancora in debito di risposte ai tuoi quesiti :

conosco abbastanza, come sai, i posti delle foto, e per andare ad arrampicare ai satelliti o alla peigne, o sciare sul toula o sulla mer de glace ho usato x parecchi anni le funivie esistenti, da courma come da cham, senza false ipocrisie o urla da ayatollah.
c'erano e le ho usate, come ho usato il traforo.
ma se non ci fossero state non mi sarei mai e poi mai posto la domanda su perchè non vi fossero, ne sarei stato molto più felice, e sarei salito a piedi o con le pelli se e dove ne avessi avuto la capacità, altrimenti avrei scelto altre montagne e itinerari alla mia portata, che ce n'è tante dappertutto.

ma se proprio voglio salire in cima al bianco perchè è la vettapiù alta d'europa, o perchè mi piace, ci devo salire io, non mi ci devono portare, e x questo già ormai quasi trentanni fa scelsi di salirci dalla val veny, e tutte le altre svariate volte che ci son salito ho scelto sempre il gonella, variando tra normale, aig grises e bionassay, ed evitando sempre come la peste di salirci mettendomi in fila (prima ai tornelli, poi in trincea) da quell'altra parte. parte che peraltro conosco sia per doveri cajani sia per mio diletto arrampicatorio/sciatorio

il problema è che quei 30.000 del gouter che tu dici, anche fosse che non diventeranno 100.000 per via della capienza dei rifugi che non varia, stai pur tranquillo che non saranno più quei 30.000 che ci salivano consapevoli di dover affrontare un passaggio "impegnativo" o "rischioso". Saranno altri 30.000, che si avventurano lassù perchè sanno che quel passaggio (e poi a ruota eventuali altri) è stato eliminato/attrezzato/addomesticato.
Peccato però che quello che ancora non è stato eliminato sono la quota del bianco (a meno che un escavatore fotonico provvederà in futuro ad abbassare la vetta per renderla più malleabile ai chi avesse il fiato corto) e il fatto che quando la meteo s'incazza, s'incazza.
avatar
biemme

Messaggi : 2251
Data d'iscrizione : 13.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Couloir du Gouter, messa in sicurezza dell'itinerario.

Messaggio  cinetica il Ven Ago 10, 2012 11:27 am

Lunedì vado su al Gonella (mia prima volta sul Bianco, sono un pò eccitato ).

Se qualcuno è in giro faccia un fischio. Wink
avatar
cinetica

Messaggi : 196
Data d'iscrizione : 21.03.12
Località : Sopraceneri

Tornare in alto Andare in basso

Re: Couloir du Gouter, messa in sicurezza dell'itinerario.

Messaggio  fabius.b il Ven Ago 10, 2012 6:42 pm

io invece sarò su dal 20 in poi, se non piove.
Un saltino ce lo vorrei fare anch'io
avatar
fabius.b

Messaggi : 100
Data d'iscrizione : 27.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Couloir du Gouter, messa in sicurezza dell'itinerario.

Messaggio  Albertagort il Sab Ago 11, 2012 5:05 pm

Ad_buzz ha scritto:Io, per quanto mi riguarda sono contrario ai bivacchi, figuriamoci a quelle merde di rifugi. E quindi sono contrario allegramente anche al tunnel di merda.

Non ci andrò mai, in un posto del genere. Nemmeno se mi pagassero e penso che chi ci va sia uno sfigato.
E il fatto che le guide ci lavorino e bla bla bla, non è per niente una giustificazione. Sticazzi.


citazioni da tenere a mente. In poche righe hai espresso un intero stile alpinistico Very Happy
avatar
Albertagort

Messaggi : 83
Data d'iscrizione : 02.04.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Couloir du Gouter, messa in sicurezza dell'itinerario.

Messaggio  cinetica il Lun Ago 20, 2012 12:23 pm

settimana scorsa sono andato a vedere





16/08/2012 ore 8.00 circa


Ultima modifica di cinetica il Lun Ago 20, 2012 2:03 pm, modificato 1 volta
avatar
cinetica

Messaggi : 196
Data d'iscrizione : 21.03.12
Località : Sopraceneri

Tornare in alto Andare in basso

Re: Couloir du Gouter, messa in sicurezza dell'itinerario.

Messaggio  antiche sere il Lun Ago 20, 2012 1:45 pm

http://www.youtube.com/watch?feature=endscreen&NR=1&v=JUPjRGbeAYU

Questo è più interessante.
avatar
antiche sere

Messaggi : 65
Data d'iscrizione : 03.04.12
Età : 55
Località : Torino

http://www.costadibussia.com/it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Couloir du Gouter, messa in sicurezza dell'itinerario.

Messaggio  cinetica il Lun Ago 20, 2012 2:20 pm

il mio è più recente Wink

saliti dal Gonella, abbiamo deciso di scendere giù dal Gouter causa mal tempo e stanchezza e, guarda caso, solo per poco ho evitato una scarica pietre

sto canale è proprio una roulette russa (ci hanno pure riferito che il giorno prima è morta una donna sebbene per caduta).

Secondo me quel nuovo mostro metallico non doveva essere costruito, il vecchio Gouter sarebbe da lasciare a bivacco e considererei di attrezzare la crestina di sinistra come via normale. Come unico vero appoggio manterrei il solo Tete Rousse. Così ci andrebbe su molta meno gente e più selezionata.
avatar
cinetica

Messaggi : 196
Data d'iscrizione : 21.03.12
Località : Sopraceneri

Tornare in alto Andare in basso

Re: Couloir du Gouter, messa in sicurezza dell'itinerario.

Messaggio  antiche sere il Lun Ago 20, 2012 2:26 pm

Lo so che il tuo è più recente... ma quello che ho postato è ideale per far capire di cosa si parla a chi non è mai stato da quelle parti.

P.s. Schen, una volta c'era un cavo metallico prima e dopo la traversata la couloir, c'è ancora?
avatar
antiche sere

Messaggi : 65
Data d'iscrizione : 03.04.12
Età : 55
Località : Torino

http://www.costadibussia.com/it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Couloir du Gouter, messa in sicurezza dell'itinerario.

Messaggio  cinetica il Lun Ago 20, 2012 2:29 pm

si, c'è ancora
avatar
cinetica

Messaggi : 196
Data d'iscrizione : 21.03.12
Località : Sopraceneri

Tornare in alto Andare in basso

Re: Couloir du Gouter, messa in sicurezza dell'itinerario.

Messaggio  Paolin il Lun Ago 20, 2012 7:46 pm

antiche sere ha scritto:http://www.youtube.com/watch?feature=endscreen&NR=1&v=JUPjRGbeAYU

Questo è più interessante.

sti gran cazzi....
avatar
Paolin

Messaggi : 369
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 41
Località : niúgierséi

Tornare in alto Andare in basso

Re: Couloir du Gouter, messa in sicurezza dell'itinerario.

Messaggio  Topocane il Lun Ago 20, 2012 10:26 pm

....volete *la dura lotta coll'alpe*?!?
prendetela come ve la confezionano.

...e nn rompete i maroni. pure asd


cià

___________________________
ogni bambino è un principe della luce che poi con l’educazione diventa una sorta di cretino
avatar
Topocane

Messaggi : 6162
Data d'iscrizione : 12.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Couloir du Gouter, messa in sicurezza dell'itinerario.

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum