Una sconfitta: Mark Hudon e Iron Hawk

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Una sconfitta: Mark Hudon e Iron Hawk

Messaggio  funkazzista il Mar Lug 31, 2012 1:10 pm


Gli occhiali rotti di Mark Hudon su Iron Hawk (autoscatto di Mark da SuperTopo.com)

"Mi mossi verso lo spit, ma stringendo gli appigli potevo sentire che non c’era forza nella mia presa. Sugli appoggi spioventi, come sempre, stavo ben dritto, ma senza la sicurezza che non sarei scivolato e caduto. Tentai di convincermi che avrei potuto cavarmela con la tecnica, ma senza successo. Riuscii a moschettonare il primo spit, quindi cominciai a cercare il secondo, che notai una decina di metri più in alto e a destra. Arrampicai con cautela e calma, ma insicuro. Non mi sentii mai forte, mai fiducioso. Testavo ogni appiglio ed ogni appoggio, e non mi fidavo della risposta. Riuscii a moschettonare il secondo spit e, finalmente, la sosta, pregando che il tiro successivo, in teoria ancora 5.9, non fosse molto peggiore e che avrei potuto, in qualche modo, cavarmela con la tecnica.

Purtroppo, guardando in su, seppi immediatamente che non ci sarei riuscito. Ero nei guai.

Dopo il “successo” – anche se per un pelo – sul primo 5.9, pensai che avrei dovuto buttarmi immediatamente nel secondo. Strinsi le scarpette, smagnesai, e valutai la situazione: non il massimo, ma forse buona. Sopra di me il terreno sembrava promettente: dopo una rampetta, una presa squadrata a 8 metri dalla sosta aveva un’aria decente, quindi un traverso verso sinistra sembrava essere la strada da seguire.

Ravanai verso sinistra, arrivai ad un rovescio alto con una mano e un fungo spiovente con l’altra e tentai di convincermi a tirarmi su. Non successe niente. Come in una piccola danza, alzai i piedi e poi li riportai dov’erano: non mi fidavo abbastanza della mia forza, o di me stesso, per tentare. Sentivo che, una volta fatto il passo, mi sarebbe stato impossibile ridiscendere senza volare. Non avevo fiducia nella mia capacità di restare calmo nel caso in cui il passo successivo fosse stato impossibile e avessi dovuto disarrampicare.

Allora tornai alla sosta e provai su dritto. Stessa cosa. Ero bloccato, e sentivo che la disperazione cominciava a farsi strada. Provai ancora più a sinistra, incerto dei movimenti, degli appigli, degli appoggi. Tornai nuovamente alla sosta, abbastanza gonfio. Riprovai ciascuna possibilità altre due volte, sempre con lo stesso risultato. Cominciò a venirmi il dubbio che non fossi in grado di scalare l’ultimo tiro di 5.9.

[…]

Mi calai lungo la corda di recupero, raspai nel saccone cercando il cellulare e lo misi al sole con la speranza di infondergli un po’ di vita. Come mi sedetti, crollai e piansi per un’ora.

Investo molto tempo, molte energie ed emozioni nelle mie scalate sul Capitan. Non esagero se dico che la mia prima salita del Capitan nel 1974 mi ha cambiato la vita. Mi sono trasferito ad Ovest dal New Hampshire per essere più vicino a Yosemite e ho modellato il mio lavoro per avere tempo a volontà per arrampicare. Pianifico con cura le mie scalate, l’acqua, il cibo, i tiri al giorno, i tiri da unire, il materiale, tutto. Mi alleno per tutto l’inverno, faccio pesi e cyclette. Guardo le previsioni del tempo con mesi di anticipo (anche se so che non serve a niente) e preparo gli zaini e sarei pronto a partire un mese prima. Devo forzarmi ad aspettare di essere a Yosemite per riempire d’acqua le bottiglie.

Certo non pianifico la sconfitta e di certo non su un 5.9. Di solito non mi accorgo nemmeno dei tiri di 5.9: non ne ho mai sbagliato uno in 38 anni. Non so cos’è stato, ma su Iron Hawk sono stato sfigato fin dal primo giorno: sacchi incastrati, il GriGri lasciato cadere, innumerevoli voli, perfino la lente degli occhiali… Si è ammucchiato tutto e adesso è arrivato il conto da pagare.

Eccomi qui, su una cengia in cima al Capitan, con niente altro che un tiro di 5.9 tra me e la cima.
Un 5.9 che non ho la forza o il coraggio di scalare.
"


Da SuperTopo.com, Mark Hudon racconta della sua solitaria su Iron Hawk (A4 5.10), conclusa ad un tiro dalla fine.

Il resoconto è interessante anche per capire i trucchi e le astuzie della scalata (artificiale) in solitaria.

funkazzista

Messaggi : 430
Data d'iscrizione : 15.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una sconfitta: Mark Hudon e Iron Hawk

Messaggio  federica boifava il Mar Lug 31, 2012 1:29 pm

Mi calai lungo la corda di recupero, raspai nel saccone cercando il cellulare e lo misi al sole con la speranza di infondergli un po’ di vita. Come mi sedetti, crollai e piansi per un’ora.


Ma allora anche loro...sono umani!
avatar
federica boifava

Messaggi : 373
Data d'iscrizione : 17.04.12
Età : 36
Località : Vicenza

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una sconfitta: Mark Hudon e Iron Hawk

Messaggio  buzz il Mar Lug 31, 2012 1:38 pm

5.9 è 5c asd

certo che con i fix a 10 metri però... Rolling Eyes Suspect

buzz

Messaggi : 7223
Data d'iscrizione : 25.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una sconfitta: Mark Hudon e Iron Hawk

Messaggio  federica boifava il Mar Lug 31, 2012 1:42 pm

buzz ha scritto:5.9 è 5c

certo che con i fix a 10 metri però... Rolling Eyes Suspect



si si, appunto... Shocked (un mio amico direbbe " da sarar - chiudere - buloni co' le ciape)
avatar
federica boifava

Messaggi : 373
Data d'iscrizione : 17.04.12
Età : 36
Località : Vicenza

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una sconfitta: Mark Hudon e Iron Hawk

Messaggio  funkazzista il Mar Lug 31, 2012 2:04 pm

federica boifava ha scritto:Ma allora anche loro...sono umani!
Meno male!
Ed è per questo che mi (ci?) piacciono di più dei supereroi.

Hudon ormai sarà anche un veciòto (come dicono - forse - dalle tue parti), ma è pur sempre badass™.
E quando ripete le vie non si accontenta di salire, ma fa pulizia dei vari cordini abbandonati, rimuove il materiale inutile, toglie e rimette gli spit consumati in sosta, ecc.
Insomma un class act.

E poi, davanti a un 5.9 "qualunque"...

E' anche involontariamente comico (imho) quando, come Arthur Fonzarelli non riusciva a dire "ho sbagliato", scrive: "Soccorso? Riesco a malapena a formare la parola, non parliamo di metterla in pratica!".

funkazzista

Messaggi : 430
Data d'iscrizione : 15.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una sconfitta: Mark Hudon e Iron Hawk

Messaggio  federica boifava il Mar Lug 31, 2012 2:34 pm

funkazzista ha scritto:
federica boifava ha scritto:Ma allora anche loro...sono umani!
Meno male!
Ed è per questo che mi (ci?) piacciono di più dei supereroi.

Hudon ormai sarà anche un veciòto (come dicono - forse - dalle tue parti), ma è pur sempre badass™.
E quando ripete le vie non si accontenta di salire, ma fa pulizia dei vari cordini abbandonati, rimuove il materiale inutile, toglie e rimette gli spit consumati in sosta, ecc.
Insomma un class act.

E poi, davanti a un 5.9 "qualunque"...

E' anche involontariamente comico (imho) quando, come Arthur Fonzarelli non riusciva a dire "ho sbagliato", scrive: "Soccorso? Riesco a malapena a formare la parola, non parliamo di metterla in pratica!".

ammemmepiace cheers

confesso che non arrivo quasi mai alla fine di un racconto scritto da o su qualcuno dei Forti di oggi. E' sempre tutta una questione di gradi (altisssssimi), di mosse e contromosse da Star Trek, e pareti mostruose che vengono quasi sempre trattate come trofei da copertina sluccica e basta. Leggo, non riesco minimamente ad interessarmi, volto pagina e finita lì. Sono io ad essere limitata... forse è perchè sono proprio una pippa, ma io certe letture non le reggo. Gna' la faccio!

Mi trovo molto più a mio agio con chi ha ancora il coraggio di parlare di 5.9...senza limitarsi al significatuccio di due numeretti messi vicini
avatar
federica boifava

Messaggi : 373
Data d'iscrizione : 17.04.12
Età : 36
Località : Vicenza

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una sconfitta: Mark Hudon e Iron Hawk

Messaggio  Batman il Mar Lug 31, 2012 2:44 pm

Bello, e Mark Hudon è un grande...

Comunque, tranquilli.... "quei" 5.9 non sono 5c Cool
avatar
Batman

Messaggi : 367
Data d'iscrizione : 16.03.12
Età : 68
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una sconfitta: Mark Hudon e Iron Hawk

Messaggio  federica boifava il Mar Lug 31, 2012 2:47 pm

Batman ha scritto:Bello, e Mark Hudon è un grande...

Comunque, tranquilli.... "quei" 5.9 non sono 5c Cool



non ne dubito...pale
avatar
federica boifava

Messaggi : 373
Data d'iscrizione : 17.04.12
Età : 36
Località : Vicenza

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una sconfitta: Mark Hudon e Iron Hawk

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum