le bugie di Monti

Pagina 1 di 5 1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

300912

Messaggio 

le bugie di Monti




Se vi va di perdere un po' di tempo a leggere questo articolo
http://www.rischiocalcolato.it/2012/09/post-fondamentale-litalia-tarocca-i-conti-abbiamo-un-buco-di-almeno-10-miliardi-di-euro.html
si può vedere come il governo dei tecnici stia qui per altri motivi che non rilanciare l'economia del paese.

Nell'articolo si fanno ben poche ipotesi o previsioni. Si tratta in massima parte di numeri che parlano da soli.
Le stime previsionali sono poche e, mi sembra di poter dire, abbastanza logiche.
Dire che allo stato attuale le entrate (le tasse) nei prossimi mesi non aumenteranno, dato lo stato di recessione in cui ci troviamo, non mi sembra una stima azzardata, un volo pindarico, un'audace immaginazione.

L'articolo, numeri alla mano, arriva alle seguenti conclusioni:

Il Governo Monti

a) Ha fatto crollare il PIL: nel 2012 chiuderemo al -2,5/-2,7% (ben il 2,0-2,5% meno della media UE, mentre da 15 anni crescevamo meno della UE dello 0,7/1,0%)

b) Ha creato 800.000 nuovi disoccupati, 200.000 nuovi cassaintegrati, fatto passare 400.000 lavoratori al full time al part time

c) Ha fatto crollare la produzione industriale, i consumi, gli investimenti

d) Ha fatto peggiorare brutalmente le finanze pubbliche: il debito cresceva nel 2010 e 2011 di circa il 2% all’anno, con lui +7% (dal 120 al 127%), ed il deficit e’ sempre quello

Il Governo Monti e’ una sciagura. La sciagura sta nelle politiche suicide adottate (manovra recessiva basata all’85% sulle tasse).



Tutto questo, anche senza numeri sottomano, lo si poteva intuire da tempo. Nella mia ignoranza, leggendo le stime sul PIL dell'anno successivo (2012) a fine 2011, mi rendevo conto che erano assolutamente ottimistiche. Che probabilmente, a spanne, sarebbe stato superiore al -2%
E non lo facevo sulla base di analisi economiche. Non ne sono in grado.
Lo facevo semplicemente sulla base di sensazioni sull'entità della crisi. Sull'aggravarsi della stessa.

Per contro, non ho visto alcun intervento del governo che sia andato nella direzione di rilanciare l'economia. Per quanto possibile.
Tagliare sugli sprechi... ok, siamo d'accordo. Un po' troppi tagli lineari però. Con il risultato che i servizi pubblici essenziali diminuiscono a vista d'occhio, che la povertà si diffonde nella popolazione, che i i privilegi in molte sacche non sono stati nemmeno scalfiti. O molto poco.
Niente patrimoniali, anzi... aumento delle tasse indirette (IVA e Accise, con Iva sulle Accise) proprio quelle che penalizzano di più i consumi, provocando aumento di prezzi a fronte di salari che restano invariati, o diminuiscono, e di una massa di salariati che diminuisce.

Che questa politica non potesse portare altro che ad una depressione dell'economia, anche un bambino riusciva a capirlo.

Quel noto rivoluzionario comunista di Winston Churchill scrisse:
"Una nazione che si tassa nella speranza di diventare prosperosa, è come un uomo in piedi in un secchio che cerca di sollevarsi tirando il manico"

Ora le domande che mi pongo sono due, e me le faccio da tempo:
a) per fare una politica così dissennata, c'era bisogno di un governo di tecnici, imposto dalla BCE/CE/FMI ?
b) come mai tutto l'establishment, più o meno, a partire dalla Troika su menzionata, passando per Obama, Goldman & Sahs giù giù fino ai nostri pupazzi politici tipo Bersani, Casini, Fini si spertica in lodi al Governo Monti come se avesse effettivamente salvato la patria?

Le risposte che riesco a darmi, e da tempo, e non ne riesco a vedere altre, è che
a) il governo Monti non è qui per "salvare il paese" ma per altro.
b) questo "altro" lo sta facendo bene e quindi sono tutti contenti.

In alternativa, vorrebbe dire che sono tutti degli imbecilli patentati. Ma non ci credo. Troppi e tutti insieme. E' statisticamente impossibile.

Quindi il problema è: per cos'altro?
Sicuramente di tutti gli spauracchi: debito pubblico, spread, tassi... non gliene frega nulla. Sono solo numeri che si producono quando si smuovono soldi, tanti soldi, per guadagnare, ricattare, affossare, manovrare. Numeri che possono essere modificati con altri numeri. Entità virtuali che con giochi di prestigio possono sparire.

Per cosa, è qui il governo del servitore Monti?

Ma qui ovviamente si entra nel campo delle ipotesi, seppure ben argomentate, seppur logiche. E si passa facilmente per cospirazionisti, complottisti e quant'altro.

Certo a gridare al lupo al lupo e poi vedere che il lupo va e viene e ancora qualcuno ti dice, ma no... non è un lupo, è un cane pastore...
nonostante si contino a poco a poco le pecore diminuire... fa cascare le braccia.


Admin
Admin

Messaggi : 1938
Data d'iscrizione : 25.11.11

http://www.verticalmente.net

Tornare in alto Andare in basso

Condividi questo articolo su: Excite BookmarksDiggRedditDel.icio.usGoogleLiveSlashdotNetscapeTechnoratiStumbleUponNewsvineFurlYahooSmarking

le bugie di Monti :: Commenti

Messaggio il Dom Set 30, 2012 12:04 pm  Admin

Quoto questa parte di un articolo:

Monti proclama l’avvenuto risanamento dell’Italia grazie alle sue manovre. Ma queste, oltre agli effetti recessivi, hanno distrutto aspettative e progettualità di famiglie e imprese, hanno spinto verso l’estero capitali e imprese e lavoratori qualificati, hanno sottomesso, anche formalmente, l’Italia alla Germania. I suoi tagli lineari hanno rispettato la grande spesa parassitaria senza la quale i partiti non lo voterebbero. Quindi la produttività del paese va peggiorando, e il futuro si è chiuso.

Gli interventi della BCE che acquista titoli del debito pubblico italiano per calmierare i tassi non aiutano l’Italia, perché in effetti finanziano e sostengono il suo sistema politico, il suo governo, con tutte le sue inefficienze, clientele, corruzioni, consentendogli di non riformare e risanare il paese, di non renderlo competitivo, di sottrarlo al take-over tedesco. L’annunciato Monti-Napolitiano bis è assicurazione che l’Italia continuerà ad essere diretta verso la suddetta complementarità subalterna.

Cambiare le cose ed elevare l’efficienza del sistema è impossibile perché la politica italiana, per consuetudine e mentalità, è parassitaria e clientelare, nonché disinteressata all’efficienza; nei partiti, nei sindacati, nella burocrazia si fa carriera in quella prassi; altre mentalità vengono stoppate e non emergono; la partitocrazia controlla bene anche i meccanismi elettorali. I fatti degli scandali confermano che la partitocrazia prospera e festeggia coi soldi delle tasse mentre il paese affonda.

Questa classe dirigente non lascia emergere alternative, non molla la poltrona, quindi la si potrebbe sostituire solo con una Rivoluzione Francese, eliminandola fisicamente. Ma un popolo di pecore anarchiche non lo farà mai, e se lo facesse non servirebbe, perché quella classe dirigente è espressione della mentalità prevalente nel paese in fatto di politica e potere, per la quale l’elettore-sostenitore sostiene il politico perché questo spartisca poi con lui le risorse pubbliche.

Inoltre in Italia non vi è fiducia sociale, ossia aspettativa che gli altri, soggetti pubblici o privati, rispettino le regole; quindi si cerca, per sopravvivere, di fregare più di quanto si sia fregati. A ragione, si diffida di ogni promessa di politica, istituzioni, padronato. Per contro, la Germania è risorta dalla crisi degli anni ’90 proprio grazie all’alta fiducia sociale e nei progetti, tra Stato, sindacati, padronato, maestranze. La fiducia sociale non si può imporre né decretare.

La fiducia sociale sussiste entro società che condividono valori, consuetudini, mentalità, soprattutto in fatto di lavoro e di rispetto delle regole. Lo Stato italiano racchiude popolazioni estremamente diversificate, da questo punto di vista, e una classe dirigente oscena. Perciò non può esistere, in esso, fiducia sociale. Esso potrà essere disciplinato solo dall’esterno, attraverso il potere economico-finanziario, il che pare l’obiettivo della Germania, con la sua nuova gerarchia europea.

L’alternativa sarebbe l’indipendenza delle aree abbastanza omogenee da poter avere fiducia sociale, come il Lombardo-Veneto. Ma ciò è contro gli interessi sia della Germania, che della classe dirigente parassitaria interna, che prospera e sopravvive sui trasferimenti da Nord a Roma e Sud.

http://marcodellaluna.info/sito/2012/09/28/tempo-di-divisioni-e-di-complementarita-subalterna-in-europa/

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Dom Set 30, 2012 8:36 pm  virgy



quoto pure io, Buzz (e lo quota pure chi lo ha letto in famiglia, figli compresi Rolling Eyes )

soprattutto questo

Questa classe dirigente non lascia emergere alternative, non molla la poltrona, quindi la si potrebbe sostituire solo con una Rivoluzione Francese, eliminandola fisicamente. Ma un popolo di pecore anarchiche non lo farà mai, e se lo facesse non servirebbe, perché quella classe dirigente è espressione della mentalità prevalente nel paese in fatto di politica e potere, per la quale l’elettore-sostenitore sostiene il politico perché questo spartisca poi con lui le risorse pubbliche.

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Dom Set 30, 2012 9:06 pm  Ad_adri

Allora spariamoci un colpo alla tempia e via.

vedo troppo complottismo.......non so c'è qualcosa che non mi torna Rolling Eyes

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Dom Set 30, 2012 9:12 pm  Beldar

Ad_adri ha scritto:

vedo troppo complottismo.......non so c'è qualcosa che non mi torna Rolling Eyes


NOOOOOOOOOOOOOOO; ma dai, dici ???
affraid affraid affraid

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Dom Set 30, 2012 9:22 pm  Ad_adri

Cazzo abbiamo contro tutti.......Monti, la BCE,FMI ,la comunità Europea, le banche, quasi tutti i leader politici italani ( tranne Berlusconi ) Obama, i tedeschi , gli inglesi..........manca l' Onu e la NATO e siamo al completo. Rolling Eyes

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Dom Set 30, 2012 10:01 pm  Beldar

dai , magari Chuck Norris è dalla nostra !

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Lun Ott 01, 2012 7:08 am  buzz

Scusa adrià, dove lo vedi il complottismo?
Non ho fatto alcuna ipotesi. Solo numeri.

Allora diciamo che sono semplicemente totalmente incapaci.

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Lun Ott 01, 2012 8:46 am  mork

una delle scuse più usate da tutti i governi che si succedono è che la colpa di un qualsiasi cosa è sempre del governo precedente.

ma in questo caso specifico, senza voler assolutamente difendere le scelte di Monti, è possibile addossare le colpe di certi numeri a questo Governo?

(l'articolo non l'ho ancora letto approfonditamente, se la risposta è già contenuta in tale articolo, chiedo venia)

comunque in tempi non sospetti avevo detto che dare incarico alle banche di risolvere la crisi che è nata come crisi finanziaria creata dalle banche stesse, sarebbe un po' come dare il ministero dell'Interno ai boss della Mafia...

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Lun Ott 01, 2012 9:00 am  buzz

E' indubbio che le colpe, perlomeno negli ultimi ventanni, sono del binomio berlusconi - sinistra che ha governato, più o meno per periodi simili. Se vogliamo possiamo farle risalire anche a prima.
Nessuno può fare dei miracoli. Questo sarebbe stupido pretenderlo.

Si tratta però di vedere in che direzione si sono mossi.
Hanno provato e non ci riescono? ok.
si può capire, che la macchina burocratica dei ministeri metta i bastoni fra le ruote...
ma almeno sulla carta, qualcosa, dico... qualcosina... vuoi vederla?

Un minimo eh. Un intento programmatico.

E' quasi un anno che c'è questo governo. Dimmi tu cosa hanno fatto oltre ad alzare le tasse.

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Lun Ott 01, 2012 9:04 am  mork

buzz ha scritto:... Dimmi tu cosa hanno fatto oltre ad alzare le tasse.

hanno tagliato le pensioni...


mrgreen



Sono perfettamente d'accordo con te su quello che ha fatto o non ha fatto il governo Monti.
Mi chiedevo solo se è giusto dire che questo governo ha causato un calo del 2,5% del PIL, come mi sembra dica l'articolo postato.

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Lun Ott 01, 2012 9:07 am  buzz

mork ha scritto:
buzz ha scritto:... Dimmi tu cosa hanno fatto oltre ad alzare le tasse.

hanno tagliato le pensioni...






Sono perfettamente d'accordo con te su quello che ha fatto o non ha fatto il governo Monti.
Mi chiedevo solo se è giusto dire che questo governo ha causato un calo del 2,5% del PIL, come mi sembra dica l'articolo postato.

beh.
se in un momento di crisi l'unica cosa che fai è alzare le tasse, non prendi provvedimenti per aumentare l'occupazione, bastoni le piccole e medie imprese, non fai nulla per le grandi, nn provi in nessuno modo a rilanciare l'economia... se il pil era a - qualcosa e te lo ritrovi a - di più... a chi la vogliamo dare la colpa, ai governanti cinesi?

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Lun Ott 01, 2012 9:09 am  mork

buzz ha scritto:
mork ha scritto:
buzz ha scritto:... Dimmi tu cosa hanno fatto oltre ad alzare le tasse.

hanno tagliato le pensioni...






Sono perfettamente d'accordo con te su quello che ha fatto o non ha fatto il governo Monti.
Mi chiedevo solo se è giusto dire che questo governo ha causato un calo del 2,5% del PIL, come mi sembra dica l'articolo postato.

beh.
se in un momento di crisi l'unica cosa che fai è alzare le tasse, non prendi provvedimenti per aumentare l'occupazione, bastoni le piccole e medie imprese, non fai nulla per le grandi, nn provi in nessuno modo a rilanciare l'economia... se il pil era a - qualcosa e te lo ritrovi a - di più... a chi la vogliamo dare la colpa, ai governanti cinesi?

si ok, hai ragione. E' che un anno passa così in fretta che non mi accorgo che si tratta .... di 12 mesi... sembra ieri che si è insediato mentre se fai mente locale ti accorgi che è un po' che c'è e ha annunciato mille cose (altro che tecnico, politico puro) e ne ha fatte due... tagliare pensioni, aumentare tasse...

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Lun Ott 01, 2012 9:24 am  tummu

il bugiardo Monti sarà forse ricordato come il primo PdC ad aver avuto l'onestà intellettuale di ammettere che le misure deflattive adottate hanno contribuito ad aggravare la crisi: cosa "in-audita" (in senso letterale) che ha sollevato un certo rumore, ma lui l'ha detta per il semplice fatto che è ovvia

i conti sono taroccati?
mah, aspetterei di vedere i dati a consuntivo, le previsioni economiche di solito indicano un range, e per ovvie ragioni ognuno sceglie il valore più favorevole ai propri interessi; le previsioni dei governi sono sempre più rosee delle previsioni indipendenti (BCE, FMI, OCSE o studi privati) anche quelle di Monti lo sono state

ovvio poi che le previsioni meno caute sono facilmente disattese anche da un minimo peggioramento della congiuntura

in ogni caso, se non ci fosse stato questo tentativo di correzione dei conti, il loro andamento sarebbe stato ancora peggiore, su questo dovremmo essere d'accordo

l'Italia avrebbe dovuto richiedere l'aiuto esterno, che come sappiamo impone dei vincoli MOLTO più stringenti in termini di riforme e misure deflattive

tutto sommato Monti è riuscito a farci galleggiare in mezzo alla tempesta dando un colpo al cerchio e uno alla botte: un po' di deflazione e qualche riforma un po' annacquata, senza sfasciare (troppo) il paese... insomma il male minore

poi su quale sia "il loro vero obiettivo" io non lo so

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Lun Ott 01, 2012 9:24 am  buzz

La pressione fiscale è aumentata a dismisura. Si parla del 60%.
Si sono mossi con autorità solo laddove c'era da imporre scelte "dolorose" per i cittadini. Hanno tagliato su scuole e sanità. Sulla ricerca e la cultura e l'ambiente già berlusconi aveva ridotto all'osso e non c'era più niente da tagliare. Guarda tu se hanno fatto qualcosa contro la corruzione. Guarda se hanno fatto qualcosa contro le spese della politica. Guarda se hanno fatto un provvedimento che è uno per favorire gli investimenti che portano occupazione.

Uno dei pochi motivi per cui sono stati messi lì e stanno, in silenzio, funzionando è quello per cui abbiamo, unico paese occidentale, un militare al ministero della difesa.
E' l'unico settore di cui non si parla. Intoccabile.

hanno ammesso che le loro manovre sono state recessive.
bella forza. i numeri sono lì. mica sono ipotesi. sono dati di fatto.

stiamo galleggiando?
forse non ti rendi conto della situazione tummu.

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Lun Ott 01, 2012 9:39 am  tummu

su quello che hanno fatto si potrebbe discutere ma non ho tempo né voglia
dico solo:
tu li hai letti i decreti? lo sai quanti provvedimenti contengono? lo sai che per la loro attuazione sono necessari circa 400 altri decreti e regolamenti la maggior parte dei quali ancora da fare?

la legge anticorruzione l'aveva fatta due anni fa Alfano (mi sembra) e faceva cagare, questo governo l'ha ripresa in mano e ha annunciato che cercherà di farla approvare con le buone o con le cattive


io dico che stiamo galleggiando
tu che sei così bravo a immaginare scenari apocalittici, stranamente non riesci a immaginare una situazione peggiore di questa in Italia
eppure gli esempi non mancano ... hai presente il casino che c'è in Grecia?

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Lun Ott 01, 2012 9:45 am  Beldar

Concordo abbastanza con Buzz (ogni tanto capita...
), pur senza spingermi a scenari apocalittici (siamo 5 volte più dei greci, se andiamo a fondo ci tiriamo dietro l'europa intera...).non ho visto nessun concreto taglio ai costi della politica (avrebbe avuto un
mero valore simbolico ? ok, ma i simboli CONTANO), nessun taglio
strategico al settore difesa (hanno fatto in sostanza solo scivolamenti e prepensionamenti), quando qualcuno ha timidamente accennato
ad una partrimoniale sui grandi redditi al governo in blocco è venuta
una mezza crisi isterica al solo pensiero, nessuna reale azione per
sbloccare i crediti dello stato alle imprese.
Vertenze come ILVA e fiat
trattate con un liberismo di stampo scolastico ottocentesco
IM-BA-RAZ-ZAN-TE.
Sentire ieri Passera parlare da Fazio dell'AD fiat
apostrofandolo come "Sergio" era talmente rivoltante da risultare quasi
comico, una scena davvero da edificante cenetta al Rotary Club.
Nessuna traccia di "disturbo" nei confronti di semi-monopoli industriali come il mercato dei carburanti, e dico NESSUNA.
Galleggiamo,
e bisogna vedere SE galleggiamo, e io non lo credo, perchè i mercati
sanno che Monti è uomo di fiducia delle grandi istituzioni finanziarie
internazionali, tutto qui.
Da un governo di
"cervelloni" che poteva intraprendere azioni molto più decise proprio
perchè non ha una carriera politica da difendere mi aspettavo
francamente molto, ma molto, di più. E non parlo di situazioni
ereditate, ma di quello che hanno fatto e non fatto loro in 12 mesi.

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Lun Ott 01, 2012 9:50 am  tummu

Beldar ha scritto:
Sentire ieri Passera parlare da Fazio dell'AD fiat
apostrofandolo come "Sergio" era talmente rivoltante da risultare quasi
comico, una scena davvero da edificante cenetta al Rotary Club.

davvero pessima, dovrebbe costargli la carriera

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Lun Ott 01, 2012 10:04 am  buzz

Cioè, parliamoci chiaro, a me tutto ciò non meraviglia affatto. Io
questa situazione l'ho prevista e ne ho scritto in tempi non sospetti.
Non certo perché abbia la palla di vetro ma perché leggo gli input
politici che sono dietro le persone (sono un dietrologo, si sa) e ne intuisco le direzioni.

Ma uno in buona fede. Uno che sperava veramente nel salvatore della patria. Non avrebbe dovuto vedere un minimo?
Non dico chiedere che risolvesse la situazione. Impossibile per chiunque in pochi mesi.

Dico dare degli indirizzi!
Patrimoniale per colpire i redditi alti? NO.
Tendere
ad abbassare il costo del lavoro? NO. (anche se a livello pratico con
la crisi che c'è ti prendono per la gola, ti offrono tranquillamente di
lavorare a nero a 4 euro l'ora quindi il costo del lavoro lo hanno fatto
abbassare, epr certi versi, schiacciando sempre di più verso il basso
chi già era in basso)
Misure per aumentare l'occupazione? NO. di nessun genere

E potrei continuare su ogni argomento...

Tummu tu dici che ci vuole tempo per attuare i decreti...
però dici che non hai né tempo né voglia di discuterli.

Io ho letto dei riassunti. Riassunti fatti da giornali che appoggiano monti eh...
E non c'è NULLA che vada nella direzione in cui, dico in generale, si pensa che si dovrebbe andare per dare un impulso positivo alla ripresa economica.

Abbassare la pressione fiscale, abbassare il costo del lavoro, favorire gli investimenti, far circolare denaro (le PA non pagano...), proteggere il credito.
Non sto parlando di cose rivoluzionarie eh. Non sto parlando di quella che è la mia visione dell'economia. per quanto mi riguarda non è che farei riprendere l'economia buttando milioni di metri cubi di cemento... tanto per fare un esempio.

Sto parlando proprio dei conti della serva. Quel minimo.

I numeri cazzo. I numeri sono lì e parlano chiaro.
Alla fine del periodo Monti staremo peggio di prima.

Puoi vedere il bicchiere mezzo pieno quanto ti pare. Puoi fare il tifo ciecamente sempre e comunque ma i numeri sono lì.

A proposito di numeri. Oggi alla radio ho sentito una notizia per cui l'inps a breve non avrebbe più soldi per le pensioni. Sui maggiori giornali non trovo nulla.
Non me lo sono sognato. Non è una notizia da poco.
Ma certo è una notizia che è bene tenere occultata. Quindi non trovarla non mi meraviglia.
Ma ancora non sono sicuro... sono un complottista che prima di gridare al complotto si assicura di quello che dice.

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Lun Ott 01, 2012 10:08 am  Beldar

buzz, ziocantante, la notizia sta sulla prima pagina del corrierone online, in bella vista, non esattamente l'ultimo dei blog sovversivi e complottisti....

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Lun Ott 01, 2012 10:09 am  Ospite

prima notizia

http://www.corriere.it/economia/12_ottobre_01/cassa-statali-inps_27b702b4-0b8a-11e2-a626-17c468fbd3dd.shtml

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Lun Ott 01, 2012 10:10 am  buzz

Beldar ha scritto:buzz, ziocantante, la notizia sta sulla prima pagina del corrierone online, in bella vista, non esattamente l'ultimo dei blog sovversivi e complottisti....

infatti.
ma repubblica e il messaggero non la riportano. per ora.

e questa mattina l'ho sentita da radio24 mica dalla "voce del popolo"

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Lun Ott 01, 2012 10:11 am  Ospite

però riporta questa...
http://www.repubblica.it/politica/2012/10/01/news/viaggi_tablet_e_giardinaggio_alle_province_rimborsi_a_pioggia-43611855/


dai cazzo 40 palme a spese della provincia è estremo...

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Lun Ott 01, 2012 10:22 am  fabius.b

tummu ha scritto:
Beldar ha scritto:



Sentire ieri Passera parlare da Fazio dell'AD fiat
apostrofandolo come "Sergio" era talmente rivoltante da risultare quasi
comico, una scena davvero da edificante cenetta al Rotary Club.

davvero pessima, dovrebbe costargli la carriera


Passera, l'unica cosa che c'ha di buono è il nome !

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Lun Ott 01, 2012 10:32 am  buzz

tummu ha scritto:

i conti sono taroccati?
mah, aspetterei di vedere i dati a consuntivo, le previsioni economiche di solito indicano un range, e per ovvie ragioni ognuno sceglie il valore più favorevole ai propri interessi; le previsioni dei governi sono sempre più rosee delle previsioni indipendenti (BCE, FMI, OCSE o studi privati) anche quelle di Monti lo sono state

dal corriere: sopra citato.
Recessione più dura
La
nota di assestamento si è resa necessaria per tener conto del
peggioramento del quadro economico e della confluenza dei bilanci
dell'Inpdap e dell'Enpals nell'Inps. A dire il vero, per quanto riguarda
gli effetti della recessione, l'adeguamento contenuto nella nota è
insufficiente. Le previsioni di bilancio sono state infatti riviste alla
luce del Def (Documento di economia e finanza) presentato dal governo
lo scorso aprile e non del suo recente aggiornamento. In pratica la nota
di assestamento Inps è ottimistica perché formulata sulla base di una
stima del prodotto interno lordo (quella di aprile) in calo dell'1,2%
nel 2012 mentre le ultime previsioni del governo indicano un -2,4%.
Un'economia che decresce significa meno posti di lavoro e meno entrate
contributive per l'Inps, con conseguente peggioramento dei conti. Ma i
guai veri non sono questi, bensì arrivano dall'assorbimento del bilancio
dell'Inpdap.

cioè dico. ma che cazzo ti chiamano a fare il governo dei tecnici se sbagli le previsioni economiche come e peggio del barbiere sotto casa?

a momenti gli danno il nobel dell'economia, a tutti questi bocconiani... e poi vediamo che toppano alla grande...

quando il primo cretino che passa poteva benissimo immaginare (ed è stato detto e stradetto) che allo stato della situazioni italiana, con quel tipo di interventi fatti la situazione poteva solo peggiorare.


Tu dici che la situazione sarebbe stata peggio?

Le tue sono ipotesi.
La realtà è che è peggio. ORA.

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio   Contenuto sponsorizzato

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 5 1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum