le bugie di Monti

Pagina 3 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

300912

Messaggio 

le bugie di Monti




Se vi va di perdere un po' di tempo a leggere questo articolo
http://www.rischiocalcolato.it/2012/09/post-fondamentale-litalia-tarocca-i-conti-abbiamo-un-buco-di-almeno-10-miliardi-di-euro.html
si può vedere come il governo dei tecnici stia qui per altri motivi che non rilanciare l'economia del paese.

Nell'articolo si fanno ben poche ipotesi o previsioni. Si tratta in massima parte di numeri che parlano da soli.
Le stime previsionali sono poche e, mi sembra di poter dire, abbastanza logiche.
Dire che allo stato attuale le entrate (le tasse) nei prossimi mesi non aumenteranno, dato lo stato di recessione in cui ci troviamo, non mi sembra una stima azzardata, un volo pindarico, un'audace immaginazione.

L'articolo, numeri alla mano, arriva alle seguenti conclusioni:

Il Governo Monti

a) Ha fatto crollare il PIL: nel 2012 chiuderemo al -2,5/-2,7% (ben il 2,0-2,5% meno della media UE, mentre da 15 anni crescevamo meno della UE dello 0,7/1,0%)

b) Ha creato 800.000 nuovi disoccupati, 200.000 nuovi cassaintegrati, fatto passare 400.000 lavoratori al full time al part time

c) Ha fatto crollare la produzione industriale, i consumi, gli investimenti

d) Ha fatto peggiorare brutalmente le finanze pubbliche: il debito cresceva nel 2010 e 2011 di circa il 2% all’anno, con lui +7% (dal 120 al 127%), ed il deficit e’ sempre quello

Il Governo Monti e’ una sciagura. La sciagura sta nelle politiche suicide adottate (manovra recessiva basata all’85% sulle tasse).



Tutto questo, anche senza numeri sottomano, lo si poteva intuire da tempo. Nella mia ignoranza, leggendo le stime sul PIL dell'anno successivo (2012) a fine 2011, mi rendevo conto che erano assolutamente ottimistiche. Che probabilmente, a spanne, sarebbe stato superiore al -2%
E non lo facevo sulla base di analisi economiche. Non ne sono in grado.
Lo facevo semplicemente sulla base di sensazioni sull'entità della crisi. Sull'aggravarsi della stessa.

Per contro, non ho visto alcun intervento del governo che sia andato nella direzione di rilanciare l'economia. Per quanto possibile.
Tagliare sugli sprechi... ok, siamo d'accordo. Un po' troppi tagli lineari però. Con il risultato che i servizi pubblici essenziali diminuiscono a vista d'occhio, che la povertà si diffonde nella popolazione, che i i privilegi in molte sacche non sono stati nemmeno scalfiti. O molto poco.
Niente patrimoniali, anzi... aumento delle tasse indirette (IVA e Accise, con Iva sulle Accise) proprio quelle che penalizzano di più i consumi, provocando aumento di prezzi a fronte di salari che restano invariati, o diminuiscono, e di una massa di salariati che diminuisce.

Che questa politica non potesse portare altro che ad una depressione dell'economia, anche un bambino riusciva a capirlo.

Quel noto rivoluzionario comunista di Winston Churchill scrisse:
"Una nazione che si tassa nella speranza di diventare prosperosa, è come un uomo in piedi in un secchio che cerca di sollevarsi tirando il manico"

Ora le domande che mi pongo sono due, e me le faccio da tempo:
a) per fare una politica così dissennata, c'era bisogno di un governo di tecnici, imposto dalla BCE/CE/FMI ?
b) come mai tutto l'establishment, più o meno, a partire dalla Troika su menzionata, passando per Obama, Goldman & Sahs giù giù fino ai nostri pupazzi politici tipo Bersani, Casini, Fini si spertica in lodi al Governo Monti come se avesse effettivamente salvato la patria?

Le risposte che riesco a darmi, e da tempo, e non ne riesco a vedere altre, è che
a) il governo Monti non è qui per "salvare il paese" ma per altro.
b) questo "altro" lo sta facendo bene e quindi sono tutti contenti.

In alternativa, vorrebbe dire che sono tutti degli imbecilli patentati. Ma non ci credo. Troppi e tutti insieme. E' statisticamente impossibile.

Quindi il problema è: per cos'altro?
Sicuramente di tutti gli spauracchi: debito pubblico, spread, tassi... non gliene frega nulla. Sono solo numeri che si producono quando si smuovono soldi, tanti soldi, per guadagnare, ricattare, affossare, manovrare. Numeri che possono essere modificati con altri numeri. Entità virtuali che con giochi di prestigio possono sparire.

Per cosa, è qui il governo del servitore Monti?

Ma qui ovviamente si entra nel campo delle ipotesi, seppure ben argomentate, seppur logiche. E si passa facilmente per cospirazionisti, complottisti e quant'altro.

Certo a gridare al lupo al lupo e poi vedere che il lupo va e viene e ancora qualcuno ti dice, ma no... non è un lupo, è un cane pastore...
nonostante si contino a poco a poco le pecore diminuire... fa cascare le braccia.


Admin
Admin

Messaggi : 1938
Data d'iscrizione : 25.11.11

http://www.verticalmente.net

Tornare in alto Andare in basso

Condividi questo articolo su: Excite BookmarksDiggRedditDel.icio.usGoogleLiveSlashdotNetscapeTechnoratiStumbleUponNewsvineFurlYahooSmarking

le bugie di Monti :: Commenti

Messaggio il Ven Ott 19, 2012 12:59 pm  buzz

che poi ste gran seghe sullo spread e i bpt che vanno bene

ma chi se li sta a comprà i bpt? la famiglia come una volta come investimento?
naaaaaaa

i governi tedesco, inglese, francese che credono nell'italia???
naaaaaaaaaaaaaaaaa

le banche. le nostre banche. se li stanno a comprà.
coi soldi della bce no?

l'avevamo detto mesi e mesi fa... che la BCE che non poteva stampare denaro, e che il modo per finanziare il debito dei vari stati era questo. finanziare le banche perché comprassero titoli di stato.

ed è quello che fanno.

e i pirla si fanno le seghe perchè i bpt vengono comprati. asd
e lo spread si contiene.

stiamo facendo come il giappone che ha un debito pubblico del 250% del pil e però è tutto in mano alle loro banche.

solo che le banche giapponesi sono dei giapponesi. Rolling Eyes

le nostre se non sono già a capitale straniero sono talmente indebitate da essere dei creditori.


però va bene eh ... va bene... i bpt li vendono... quindi va bene ....

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Ven Ott 19, 2012 1:18 pm  tummu

leggevo che invece pare ci sia proprio un ritorno di interesse di investitori esteri

il tuo ragionamento è indietro, le LTRO la BCE le ha fatte da un pezzo, e le banche si erano già riempite la pance di itotli italiani
questo sembra un effetto diverso

cmq mettiti d'accordo con Tengri, che dall'altra parte ha tirato in ballo le sciocchezze dell'MMT (sconsiderata teoria secondo la quale la BCE dovrebbe stampare moneta a cascioni per finanziare il debito pubblico ad libitum)

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Ven Ott 19, 2012 1:20 pm  buzz

si "sembra".... asd

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Mer Ott 24, 2012 2:30 pm  buzz

Alè tummu, fai vedere le solite acrobazie e trova qualcosa di positivo in questi dati mrgreen


Ma i salvatori della patria non erano qui per sconfiggere il drago del debito pubblico e il suo alito pesante, lo spread?
::::::::::


da http://www.ilmessaggero.it/economia/istat_debito_pubblico_italia_126_grecia_europa/notizie/227326.shtml

Nuovo record per il debito pubblico italiano, che nel secondo trimestre del 2012 è schizzato al 126,1% del Pil. Sono i dati resi noti da Eurostat. Nel primo trimestre aveva già raggiunto il picco di 123,7%,il più alto dal '95 quando era al 120,9%. L'Italia si conferma seconda solo alla Grecia, il cui debito è ora al 150,3%.

I dati. In termini assoluti, il debito italiano nel secondo trimestre dell'anno in corso è stato di 1.982.239 milioni di euro, contro i 1.954.490 del trimestre precedente e i 1.910.024 del secondo trimestre 2011. Il debito italiano è cresciuto di 2,3 punti percentuali di Pil rispetto ai tre mesi precedenti e di 4,4 rispetto al secondo trimestre 2011, quando era al 121,7%. L'Italia ha però prestato ai Paesi dell'Eurozona in difficoltà (Grecia, Portogallo e Irlanda) l'equivalente dell'1,9% del Pil. Il rapporto debito-Pil, ricorda Eurostat, è calcolato sulla base della somma del Pil degli ultimi quattro trimestri. Sul dato del secondo trimestre 2012 pesa quindi anche la dinamica negativa della crescita.

Eurozona. Intanto, sale ancora il debito dell'eurozona, che raggiunge quota 90% del pil nel secondo trimestre, dall'88,2% dei tre mesi precedenti. Il rapporto debito/pil continua a salire anche nell'Ue nel suo complesso, dove è passato dall'83,5% del primo trimestre all'84,9% del secondo.

Le case. Nel secondo trimestre di quest'anno l'indice dei prezzi delle abitazioni acquistate dalle famiglie scende dello 0,4% in termini congiunturali e dell'1,7% su base annua. Sul calo tendenziale pesa il ribasso segnato dalle case già esistenti (-3,6%), mentre le nuove sono in rialzo (+2,8%). Lo rileva l'Istat.

Lo spread tra il Btp e il Bund tedesco vola oltre la quota dei 330 punti base dopo i dati sulla fiducia delle imprese tedesche e attività manifatturiera e servizi nell'eurozona. Il differenziale di rendimento sale a 334 punti dai 326 dell'apertura.

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Mer Ott 24, 2012 7:52 pm  tummu

i frutti dei sacrifici di ora se li godrà il minchione che vince le elezioni, così tu potrai dire: visto? appena è andato via monti ci siamo risollevati mrgreen

stammi bene

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Gio Ott 25, 2012 7:15 am  buzz

e certo. noi lavoriamo per i posteri. lo facciamo per i nostri bisnipoti.
i tuoi potranno dire: aveva ragione il nostro avo tummu! cià

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Gio Ott 25, 2012 8:01 am  grip

io li spendo tutti man mano che li guadagno... suka


come tutti del resto cann

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Gio Ott 25, 2012 8:37 am  cinetica

quoto tutto il discorso di buzz sull' elite a parte l'opinione che Monti sia più odioso di Berlusconi. I bocconiani non sono dei geni del male, fin che ho ancora la panza abbastanza piena preferisco al governo i bocconiani piuttosto che uno stuolo di incapaci puttanieri rubagalline. Quando invece avrò la panza vuota comincerò ad odiare tutti e mi incazzerò volentieri con chiunque mi capiti sotto tiro.

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Gio Ott 25, 2012 9:12 am  buzz

Specifico che definire Monti più odioso non è un apprezzamento di Berlusconi.
Semplificando al massimo: il primo è espressione dell'elite economico/finanziaria globale, il secondo di un capitalismo locale parvenù e un po' cialtrone, per quanto scaltro e ben ammanicato.

Il secondo sarebbe assai più facile da combattere. E' un nemico evidente e locale.
Monti, non lui ma chi ce lo ha messo, è estremamente più potente. Tanto da aver spazzato via lo stesso Berlusconi quando ha esagerato.

Mettiamola così: Berlusconi era il ras locale. Ha esagerato in stramberie e l'impero lo ha gentilmente accantonato e ha messo un governatore.
Lo scopo di questa defenestrazione non era però il benessere del popolo, cialtrone in buona parte quanto il capo che aveva espresso. Ma perché la provincia italia malfunzionante stava diventando un problema per le comunicazioni, la logistica, le transazioni, gli affari, per il resto dell'impero.

Per noi non cambia nulla. Anzi siamo tutti bastonati ben benino per riparare i danni provocati alla macchina amministrativa da questa massa di scarsissimo valore morale, intellettuale, umano che è emersa e ha occupato ogni ruolo dirigente del paese negli ultimi decenni.

Il tutto però dall'alto. Senza nessun criterio di equità né di giustizia sociale.
E' necessaria una profonda revisione del sistema italia, si taglia e si sposta, si diminuisce e si modifica. Se in tutto questo milioni di persone, che poi sono quelle che erano state vittime del pregresso sistema, si impoveriscono ulteriormente arrivando anche a livelli poco sopra la soglia di sussistenza, non interessa.

L'esempio greco è lampante, nella sua semplicità. La gente (i più poveri, i più deboli) dalle grandi città dove se non hai un lavoro, un reddito, non hai una casa, non puoi mangiare se non alle mense caritas, ma non puoi nemmeno vestirti, non puoi curarti, non puoi mandare i figli a scuola... si sposta quando è possibile nelle campagne.
Torna dai parenti. Torna alle vecchie case abbandonate. Si mette almeno a coltivare l'orto. Ad allevare qualche pecora o gallina. A lavorare dove serve, spaccando la legna o tirando su muretti, per ricevere in cambio qualcosa da mangiare. Una sorta di rinnovata economia del baratto. Almeno mangia. Non manda i figli a scuola, ma almeno mangiano.
Una profonda ristrutturazione del paese guidata da una pura logica liberista: se sei adatto sopravvivi.

Qui sta avvenendo la stessa cosa.


Sostituire Monti con una forza politica in grado di guidare con maggiore equità questo necessario processo di ristrutturazione è praticamente impossibile. Perché rappresenta poteri molto al di sopra di Berlusconi.
E' più odioso perché è solo un pupazzo di cartapesta. Facilmente sostituibile da altri pupazzi anche apparentemente diversi.


Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Gio Ott 25, 2012 9:26 am  Ospite

Ma non è che la colpa sia anche della beata CENTRO-SINISTRA che non ha le palle e il cervello per mettersi a capo del paese?

I numeri ce l'hanno, le votazioni potevano chiederle mesi fa, ma rimangono immobili, al massimo dondolano come degli ZOMBI. Se ci sarà un Monti bis, ringrazieremo Bersani & Co. e tutto il reparto geriatrico del PD.

Ancora un pò e saremo la colonia estiva della TROICA. Verranno ci imporranno qualsiasi cosa - compresi paracaduti e materassi per le economie tedesche e francesi, e noi obbidiremo come cagnolini trovatelli o come i greci, poveretti.

Meglio pasta con il sugo a pranzo e a cena che servi!

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Gio Ott 25, 2012 9:34 am  buzz

cazzo usa le mie stesse parole "ristrutturazione sistema italia"

giuro che non lo avevo letto.

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Gio Ott 25, 2012 9:34 am  Ospite

tra l altro ieri
silvio
ha detto che lascia
e non si ricandida

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Gio Ott 25, 2012 12:05 pm  cinetica

buzz ha scritto:cazzo usa le mie stesse parole "ristrutturazione sistema italia"

giuro che non lo avevo letto.

sono stati loro a leggere te

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Gio Ott 25, 2012 12:11 pm  cinetica


in altre parole,

Monti Presidente Consiglio: bene
Monti Presidente Repubblica: bene
Monti Ministro Economia: bene
no Monti ma comunque Governo rigidamente "Montiano": bene

(Monti vince sempre sempre sempre)

niente Monti e nuovo governo non Montiano (magari Grillino?): catastrofe o apocalisse

mah....

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Gio Ott 25, 2012 12:14 pm  Beldar

beh, è il quotidiano di Confindustria mica un dazebao !

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Gio Ott 25, 2012 12:14 pm  buzz

l'ha scritto tummu, l'articolo. asd

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Gio Ott 25, 2012 1:09 pm  Beldar

il vero Tummu è una entità potentissima che manovra nell'ombra, è Lui che tira le fila dell'economia mondiale, Morgan Stanley, Goldman Sachs, Bildeberg, tremano se gli sussurri "Tummu..." nell'orecchio; per fare finta di essere un innocuo liberista senzapiotere alcuno si mimetizza qui nel forum, come fa in altri forum in giro per il mondo...pe spiare
SAPEVATELO !

p.s: i suoi avatar...sono VERI !

edit: ora una bomba pioverà per caso sulla mia casa, lo so, è stato bello scrivere qui, addio...

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Gio Ott 25, 2012 2:01 pm  tummu



però i miei avatar non più quelli di una volta ...

per quanto riguarda l'articolo
non ci vuole grande scienza per capire che nessun governo che non segua nei fatti la via tracciata da Monti può sperare di recuperare un po' di fiducia sui mercati
questa fiducia è una conditio sine qua non per fare qualsivoglia ristrutturazione: se la spesa per interessi non scende ci vorranno troppo tempo e troppi sacrifici, se riprende a salire non ce la faremo mai

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Gio Ott 25, 2012 2:11 pm  buzz

secondo me caro tummu è esattamente il contrario.

continuando la cura del governatore Monti, ci troveremo in qualche anno totalmente espropriati
sia della sovranità nazionale che dei servizi pubblici essenziali, del risparmio, delle riserve auree, delle aziende che ancora funzionano.

come diceva il vecchio Kossiga, non c'è oggi al mondo istituzione più antidemocratica della comunità europea.

E l'unico modo per salvarci sarebbe scardinare questo sistema, anche se all'inizio sarebbe comunque drammaticamente pesante. Ma perlomeno si avrebbe una prospettiva.
Così non c'è.

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Gio Ott 25, 2012 2:28 pm  buzz

A proposito, l'ESM, il fondo salva stati, pensate un po' su cosa ha iniziato ad investire?

roba da ridere...

L'italia (soldi nostri) contribuisce nelle debite proporzioni al fondo Esm. PErò nel frattempo che gli stati non chiedono soldi, questi vengono investiti. E quale investimento più sicuro dei buoni dekl tesoro tedesco?

Così in pratica la germania (e la finlandia e l'olanda) si vede arrivare una valanga di liquidità, finanziata anche da parte nostra, contribuendo così ad allargare gli spread fra queste e la coppia Italia-Spagna.

Dopodiché quando lo spread si alza e gli interessi per i BPT vanno alle stelle aumentanto il debito pubblico siamo costretti a chiedere l'intervento dell'ESM, che ci consegna mani e piedi ai commissari.

l'ERF, European Redemption Fund, mette nero su bianco un principio da far accapponare la pelle: l’assoggettamento a tutela giuridica di uno Stato membro (a decorrere dal 2017). Ciò significa che le autorità dello Stato membro interessato attuano le misure raccomandate (dalle istituzioni europee, NdA) relative all’assistenza tecnica (…) e presentano alla Commissione un piano di ripresa e di liquidazione dei debiti per approvazione. Cioè il Governo nazionale perde ogni tipo di potere decisionale e operativo; in altre parole lo Stato è privato totalmente della propria sovranità.

Gli Stati membri dovrebbero trasferire "gli importi debitori superiori al 60% del PIL all’ERF nell’arco di un periodo di avviamento di 5 anni", attuare "una strategia di consolidamento di bilancio e un’agenda di riforme strutturali", costituire "garanzie per coprire adeguatamente i prestiti concessi dall’ERF", ridurre "i rispettivi disavanzi strutturali durante il periodo di avviamento per rispettare le norme di bilancio".

Secondo gli analisti tedeschi, l’Italia dovrebbe partecipare al fondo con la quota più grande (40%), ovvero oltre 950 miliardi di euro. Per coprire il prestito dell’ERF, l’Italia potrebbe essere costretta a cedere (almeno per 25 anni) una frazione più o meno cospicua del gettito delle imposte nazionali, a vendere una parte del patrimonio (asset) pubblico, a dare in pegno le proprie riserve auree e di valuta estera. Perdendo tutto, nel caso non riesca a onorare il prestito dell’ERF.


Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Gio Ott 25, 2012 2:52 pm  buzz



va beh... ma chi è Benetazzo!? e Warren Mosler ?
o Loretta Napoleoni? o Bagnai?

vuoi mettere con Tummu? Rolling Eyes

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Gio Ott 25, 2012 3:48 pm  .

tummu...ha obbligato la nato, l'onu e l'unesco, l' UE a costruire il corridoio 5 della tav, per poter arrivare più veloce al lavoro col treno la mattina.

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Gio Ott 25, 2012 3:55 pm  .

l'ha scritta qualcuno di verticalmente ditelo chi è stato??

"è come pulirsi il culo coi coriandoli" è un capolavoro trash

ma anche

tecnicamente è come accettare una serata per un fisting party con Braccio di Ferro, Giuliano Ferrara e il tuo culo.

Prendere e andare all’estero, arrivare e mandare una bella cartolina a lady stocazzo con su scritto “Sto a fa il cameriere e prendo il doppio de quel coglione de valerio che è rimasto a Roma perché ha fatto choosy. Comunque te sei una merda. Vattenamoriammazzata”

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Ven Ott 26, 2012 7:38 am  buzz

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio   Contenuto sponsorizzato

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum