Ma, insomma, tu perché arrampichi?

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Ma, insomma, tu perché arrampichi?

Messaggio  Ospite il Mar Ott 09, 2012 10:00 am

ah non sapevo che ciampino fosse a picco sul lago di como...
con più di 100 tiri NON unti...

poi che non sia Ceuse e vabbè....
ma intanto ci passano tutti, da carate...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma, insomma, tu perché arrampichi?

Messaggio  Topocane il Mar Ott 09, 2012 10:02 am

scusa fo, hai ragione Smile

da rinco quale sono mentre scrivevo sopra immaginavo PADERNO, nn carate Rolling Eyes

sory Very Happy

___________________________
ogni bambino è un principe della luce che poi con l’educazione diventa una sorta di cretino
avatar
Topocane

Messaggi : 6165
Data d'iscrizione : 12.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma, insomma, tu perché arrampichi?

Messaggio  buzz il Mar Ott 09, 2012 10:06 am

La falesia di ciampino sta sull'appia antica.
Quando lì ci passavano gli imperatori romani il lago di como chissà come si chiamava dato che como non c'era.

buzz

Messaggi : 7223
Data d'iscrizione : 25.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma, insomma, tu perché arrampichi?

Messaggio  mork il Mar Ott 09, 2012 10:13 am

Fo3-The Awakening ha scritto:fai dei discorsi veramente assurdi...
basterebbe dire non sono capace di spiegare i miei motivi e sarebbe + semplice.

poi NON puoi intendere alpinismo con arrampicata, sono due cose ben distinte.

è come se intendessi il bianco per i colore nero.

mah...

io il topic l'ho preso alla leggera, non pretendevo di scrivere grandi verità.

E' evidente che se uno non capisce qualcosa, anche chi spiega avrà le sue colpe. Quindi si, non sono in grado di spiegare i miei motivi.

C'è una grande differenza fra arrampicata e alpinismo? E quale sarebbe? o per meglio dire, cosa sarebbe "arrampicata"? E' una parola che ha lo stesso significato per ognuno? Una via di IV grado in montagna è arrampicata? Un boulder 7a è arrampicata? Secondo me, si, entrambi. Quindi come vedi "arrampicata" vuol dire tutto e niente. Per questo ho specificato cosa intendo io con "arrampicare".

Anche perché ad attività arrampicatorie diverse corrispondono motivazioni diverse. Stasera in palestra da solo arrampicherò per allenarmi e sfogarmi. Domani in palestra con i soci arrampicherò per allenarmi e per stare un po' con gli amici a bermi una birra. Questo weekend arrampicherò una via per altri motivi.

Oh, poi se intendi con "arrampicata" il semplice gesto di mettere mani e piedi su un tratto di roccia, che sia lungo 4 o 400 metri, allora la motivazione che ho è tremendamente semplice: "Arrampico perché mi serve per salire questa via".
avatar
mork

Messaggi : 1446
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 43
Località : Bolzano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma, insomma, tu perché arrampichi?

Messaggio  Ospite il Mar Ott 09, 2012 10:19 am

secondo me fai un po' di confusione, l arrampicata è un attività che ha una sua coscienza propria da ormai più di 30anni.

se prima era subordinata all alpinismo, appunto, dove il fine era raggiungere la cima con ogni mezzo e su ogni terreno (leggi misto), la scalata è decisamente più fine a se stessa.

è scalata sia il bulder - che la plastica - che la falesia - che la via lunga.

arrampicata è anche una mentalità di approccio, se facciamo una stessa via e tu l affronti tutta in libera, mentre io salgo in qualche modo.
tu scali, io faccio un mix di libera-artificiale e arrangiamenti.

Arrampicata è salire sfruttando appigli e appoggi che la roccia offre e basta, indipendentemente dal terreno e dal contesto (che poi è quello che fa la differenza in certe realizzazioni).

il mio concetto è molto diverso, ad esempio, da "arrampico perchè mi serve salire questa via", perchè della via in sé a me non frega nulla.
a me interessa scalare, muovermi sulla roccia.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma, insomma, tu perché arrampichi?

Messaggio  . il Mar Ott 09, 2012 10:20 am

buzz ha scritto:La falesia di ciampino sta sull'appia antica.
Quando lì ci passavano gli imperatori romani il lago di como chissà come si chiamava dato che como non c'era.

esisteva già prima che arrivaste voi teroni.... stai attento

.

Messaggi : 3987
Data d'iscrizione : 15.03.12
Età : 67

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma, insomma, tu perché arrampichi?

Messaggio  buzz il Mar Ott 09, 2012 10:44 am

villani

buzz

Messaggi : 7223
Data d'iscrizione : 25.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma, insomma, tu perché arrampichi?

Messaggio  smaz il Mar Ott 09, 2012 11:14 am

L'arrampicata mi regala attimi di esaltazione e mi fa sentire bene. Mi permette di stare all'aria aperta e in compagnia, le giornate di arrampicata sono sempre cariche di soddisfazione, sia "sportive" che di relazione con gli altri e con l'ambiente, con gli elementi: sole, vento, terra, acqua, roccia, piante, fango, freddo, ombra, luce, caldo, freddo, dolore. Tutti elementi che in ufficio o in casa non vivo ma che fanno parte della vita e ho voglia di riappropriandomene.

C'è una sorta di dipendenza, come per tutte le cose belle, riesco a farne a meno solo se ne sto distante per un po', allora la scimmia cala, altrimenti è una droga e riempie i miei pensieri. Ormai la so abbastanza gestire, sono come quei vecchi tossici che riescono a campare a lungo con una pera ogni tanto... riesco a scalare una volta al mese senza sclerare (troppo)...

smaz

Messaggi : 112
Data d'iscrizione : 15.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma, insomma, tu perché arrampichi?

Messaggio  cinetica il Mar Ott 09, 2012 2:16 pm

buzz ha scritto:
cinetica ha scritto:carate

capisco

Shocked
anche buzz sarebbe passato da carate... non l'avrei mai detto Laughing

vabbè carate è soprattutto una falesia da locals, da dopolavoro, che comunque se si passa nei dintorni di Como vale sempre la pena una visita,
splendida bastionata sul lago,
10 minuti dalla macchina,
come detta da fo: un centinaio di tiri affatto unti,
seppur di forza comunque piuttosto eterogenei,
dal 5+ al 8a e la maggior parte di difficolta "media",

peccato solo che non c'e più un bar aperto li vicino Mad
avatar
cinetica

Messaggi : 196
Data d'iscrizione : 21.03.12
Località : Sopraceneri

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma, insomma, tu perché arrampichi?

Messaggio  Batman il Mar Ott 09, 2012 2:26 pm

Fo3-The Awakening ha scritto:secondo me fai un po' di confusione, l arrampicata è un attività che ha una sua coscienza propria da ormai più di 30anni.

se prima era subordinata all alpinismo, appunto, dove il fine era raggiungere la cima con ogni mezzo e su ogni terreno (leggi misto), la scalata è decisamente più fine a se stessa.

è scalata sia il bulder - che la plastica - che la falesia - che la via lunga.

arrampicata è anche una mentalità di approccio, se facciamo una stessa via e tu l affronti tutta in libera, mentre io salgo in qualche modo.
tu scali, io faccio un mix di libera-artificiale e arrangiamenti.

Arrampicata è salire sfruttando appigli e appoggi che la roccia offre e basta, indipendentemente dal terreno e dal contesto (che poi è quello che fa la differenza in certe realizzazioni).

il mio concetto è molto diverso, ad esempio, da "arrampico perchè mi serve salire questa via", perchè della via in sé a me non frega nulla.
a me interessa scalare, muovermi sulla roccia.

Però fo, se la metti così, allora la sola dicitura "arrampicata artificiale" è un nonsense.

Eppure l'arrampicata artificiale esiste.

Mah.
avatar
Batman

Messaggi : 367
Data d'iscrizione : 16.03.12
Età : 68
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma, insomma, tu perché arrampichi?

Messaggio  Ospite il Mar Ott 09, 2012 2:32 pm

non è un nonsense
è un approccio che appunto ha un altro nome: arrampicata artificiale

anche un tiro di 4 lo si potrebbe salire in artificiale, e se fosse placca sarebbe pure molto più duro farlo in artificiale che in libera.

è "solo" una questione di approccio mentale.



prendiamo gente come Favresse - DellaBordella - Larcher
quando aprono una via, anche se finita a conti fatti, non la considerano tale finché non viene salita in libera.

approccio diverso da chi apre e lascia 3 tiri NL, i primi che ho citato non la considererebbero finita.
così come le ripetizioni, considerate tali se fatte in libera.

a conti fatti è sempre e comunque una questione di mentalità.
sta al singolo dettare le proprie regole e giocare con esse.

io ad esempio una via (lunga) la considero fatta una volta che arrivo alla fine. cerco di farla in libera, ma se non entra (come nel 99% dei casi Shocked ) mi va bene lo stesso.
agli esempi che ho fatto sopra prob no, eppure arrampichiamo..
ma le sfumature sono molteplici.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma, insomma, tu perché arrampichi?

Messaggio  funkazzista il Ven Ott 12, 2012 3:52 pm

L' "arrampichi" del titolo lo intendevo nel senso più ampio possibile: bouldering, monotiri, vie lunghe sportive, alpin-turismo, alpinismo, artif, trad, ghiaccio, misto, dry tooling, ecc. ecc. ecc., perché alla fine ognuno arrampica con uno "stile" suo...

Per dire, amiocuggino, in falesia, dopo il riscaldo si piazza sul tiro più duro che c'è e, se la chiodatura non è troppo obbligatoria, scala da spit a spit e con innumerevoli resting arriva in catena.
Non è mai arrivato nemmeno vicino a chiuderne una di 'ste vie, ma lui si diverte così sorry

funkazzista

Messaggi : 430
Data d'iscrizione : 15.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma, insomma, tu perché arrampichi?

Messaggio  funkazzista il Mar Dic 11, 2012 6:02 pm

"... I find it ironic that the people who parrot the phrase, “climbing for the wrong reasons,” simultaneously are unable to offer any “right” reasons to climb. That’s because if you try to encapsulate climbing with words and make it seem coherent or logical, those words easily become bombast. What one obtains in adulthood is a need to have reasons, a belief that actions should have causes or justification, but what this really comes down to is a loss: of a world in which life is just expressed through pure, impulsive action. What ensues—joy, pain, meaning—is irrelevant, because the moment itself is over and can never be reclaimed, not through words, photos, video or even memory. Romantics will romanticize climbing. Perverts will pervert it. Climbers can only be climbers when they are climbing and not thinking about it too much."
- Andrew Bisharat

funkazzista

Messaggi : 430
Data d'iscrizione : 15.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma, insomma, tu perché arrampichi?

Messaggio  buzz il Mer Dic 12, 2012 9:10 am

la domanda veramente interessante sarebbe: perché hai smesso di arrampicare?
(tralasciando ovviamente quelli che vorrebbero ma non possono).

Cioè, perché arrampicare ad un certo punto ti ha annoiato e hai preferito fare altro?
(però, come si fa a fare questa domanda in un forum di gente che arrampica? è come chiedere a un convegno del KKK cosa ne pensa un nero del razzismo...)


buzz

Messaggi : 7223
Data d'iscrizione : 25.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma, insomma, tu perché arrampichi?

Messaggio  funkazzista il Mer Dic 12, 2012 9:42 am

"[hard climbing] matters a lot because it gives you access to the flow, the feeling of climbing weightless, dancing up with smooth moves. It’s amazing, like in skiing or surfing! This feeling is what "sport" is all about. It is hard to get it in climbing because you need to be very fit. Also I like the process of finding something hard and trying until I climb it. When I was young I was without patience and wanted to get the thing done straight away. Now I am fully into projecting and I have now climbed so many lines I never thought would go … It's a great feeling."
- Klem Loskot (che aveva smesso, e poi ci è ricaduto dentro) in un'intervista per Rock&Ice

funkazzista

Messaggi : 430
Data d'iscrizione : 15.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma, insomma, tu perché arrampichi?

Messaggio  Ospite il Mer Dic 12, 2012 9:46 am

è appena tornato su un 9a/+ Klem senza contare la dichiarazione che ha + di 30 blocchi dall 8b in su non dichiarati...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma, insomma, tu perché arrampichi?

Messaggio  gug il Mer Dic 12, 2012 10:50 pm

buzz ha scritto:la domanda veramente interessante sarebbe: perché hai smesso di arrampicare?



E' vero, questa sarebbe un'ottima domanda, però è anche vero che gente che smette di scalare ce n'è poca, meno di chi smette altre cose. E allora si potrebbe chiedere il perchè anche di questo.
avatar
gug

Messaggi : 133
Data d'iscrizione : 13.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma, insomma, tu perché arrampichi?

Messaggio  nicola il Gio Dic 13, 2012 3:51 pm

Le motivazioni per cui arrampico sono di volta in volta cambiate negli anni.
Se provo a pensare a un filo conduttore che non è mai mutato, penso al molto ovvio 'fattore divertimento'. E forse ce n'è un altro ben più complesso: quello mentale-terapeutico.

Attualmente non tocco la roccia da 1 anno. Perché? Contingenze e situazioni di vita. Questa condizione la patisco, rimpiango non poter scalare e pur tuttavia so che per ora è giusto così.

Ora che sono a guardare l'arrampicata e l'alpinismo da fuori della finestra però, mi sto spaventando nel vedere tante e tante motivazioni e modi di vivere l'arrampicata in un certo senso inquietanti.


Racconto solo un banale episodio.
Ero in uno dei settori del Muzzerone, a far monotiri, con un caro amico a cui avevo a mia volta trasmesso la passione dell'arrampicata.
Avevo già dovuto pesantemente ridurre le mie uscite, gli allenamenti, etc. perché la mia vita era cambiata, e scalavo una volta ogni tanto.

Decido di salire uno spigolo al limite rispetto alle mie possibilità in quel periodo.

Arrivo al passo chiave affaticatissimo. Prendo fiato e parto: devo superare una pancia. Appena mi ribalto giro di scatto la testa per inquadrare la presa in alto a dx e... mi pianto il rametto di un arbusto nell'occhio.
Rimango per un attimo in sospeso (mollo o tengo?), poi arriva il dolore forte, così mollo le mani e piombo giù. Volo ridicolo (due metri e mezzo forse).

Da appeso il mio amico mi fa: "ma che è successo?"...
Io guardo su per un attimo e poi esplodo a ridere sghignazzando.
Il mio amico: "ma che hai da ridere?".
Io: "no niente, è che se mi fosse successo qualche anno fa mi sarei incavolato per aver mancato la via".

Sono stato appeso per 3-4 minuti, in cui ho ripensato al motivo per cui arrampicavo, perché lo facevo, come mai ero lì, e un altro mare di "segate esistenziali" (detto ironicamente).
Poi sono ripartito e ho finito la via continuando a ridermela fino alla catena.

Cadere mi aveva dato una specie di scossa, e quella risata in realtà era rivolta a me stesso, dissacratoria nei confronti di un certo modo di arrampicare che, anche se per poco e a sprazzi, avevo avuto.

nicola

Messaggi : 31
Data d'iscrizione : 29.03.12
Età : 41
Località : Massa

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ma, insomma, tu perché arrampichi?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum