Geoingegneria: test delle acque

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Geoingegneria: test delle acque

Messaggio  elmo il Mer Nov 07, 2012 11:47 pm

non so se sia conveniente o meno produrre autonomamente le sementi; probabilmente no, ma trovo odioso il fatto che la proprietà intellettuale potrebbe di fatto vietarlo

sul tema della alimentazione dell'umanità in costante crescita demografica; potrebbe dare un contributo significativo la drastica riduzione del consumo di carne bovina (il cui allevamento produce quota rilevante dei gas serra), dirottando verso l'alimentazione umana i milioni di tonnellate di vegetali prodotti a tale scopo

discutere della destinazione d'uso delle colture può essere considerato geoingegneria?

elmo

Messaggi : 44
Data d'iscrizione : 16.03.12
Età : 46

Tornare in alto Andare in basso

Re: Geoingegneria: test delle acque

Messaggio  trek2005 il Gio Nov 08, 2012 5:48 am

elmo ha scritto:non so se sia conveniente o meno produrre autonomamente le sementi; probabilmente no, ma trovo odioso il fatto che la proprietà intellettuale potrebbe di fatto vietarlo

sul tema della alimentazione dell'umanità in costante crescita demografica; potrebbe dare un contributo significativo la drastica riduzione del consumo di carne bovina (il cui allevamento produce quota rilevante dei gas serra), dirottando verso l'alimentazione umana i milioni di tonnellate di vegetali prodotti a tale scopo

discutere della destinazione d'uso delle colture può essere considerato geoingegneria?
non saprei... pare però che le colture di mais stiano diventando prevalenti sulle altre a causa della loro maggiore rdditività...
ma che stiano creando qualche scompenso idrico a causa della maggiore necessità di irrigazione...
(non chiedermi le fonti perchè non le ho...)
avatar
trek2005

Messaggi : 710
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 56
Località : Busto Arsizio

http://www.aafc.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Geoingegneria: test delle acque

Messaggio  buzz il Lun Nov 12, 2012 9:20 am

Sarà...
ma a me selezionare una specie per far emergere specifiche caratteristiche continua a sembrare diverso che intervenire modificando il patrimonio genetico. Forse a livello esteriore ancorché la prima procedura richeida molto tempo e la seconda no, potrà anche dare risultati simili, ma non credo che sia comunque la stessa cosa. Nel primo caso credo che la caratteristica che è stata portata a diventare recessiva resti comunque nel genoma della cellula, nella seconda non è detto.

Per usare un'analogia, ci vedo la stessa differenza che sul corpo umano c'è fra allenare una qualità (forza, capacità o potenza aerobica, resistenza) e intervenire chirurgicamente per modificare o sostituire organi e arti.

......

Per tornare in topic

http://blogeko.iljournal.it/2012/smorzare-gli-uragani-rimescolando-il-mare-in-profondita-idea-appoggiata-da-bill-gates/71297


buzz

Messaggi : 7223
Data d'iscrizione : 25.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Geoingegneria: test delle acque

Messaggio  Ospite il Lun Nov 12, 2012 1:54 pm

buzz ha scritto:Sarà...
ma a me selezionare una specie per far emergere specifiche caratteristiche continua a sembrare diverso che intervenire modificando il patrimonio genetico. Forse a livello esteriore ancorché la prima procedura richeida molto tempo e la seconda no, potrà anche dare risultati simili, ma non credo che sia comunque la stessa cosa. Nel primo caso credo che la caratteristica che è stata portata a diventare recessiva resti comunque nel genoma della cellula, nella seconda non è detto.
Rimanendo off topic mrgreen

Nel caso del miglioramento genetico "tradizionale" la caratteristica che si vuole eliminare non rimane assolutamente recessiva, ma viene completamente eliminata dal genoma della specie. Immagina una varietà di patata resistenze al marciume, venduta come tale, che si porta dietro la suscettibilità alla malattia. Chi metterebbe mai in commercio una varietà simile? La differenza con i sistemi di ingegneria genetica è che in questo caso il procedimento è più veloce (ma comunque difficile, costoso e non tutte le specie si prestano a questo tipo di manipolazione, anche questo va detto) piuttosto che selezionare attraverso metodi di miglioramento classici che impiegano dai 6 ai 10 anni.

Comunque la questione è estremamente più complicata, e l'off topic dilagherebbe incontrollato Wink

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Geoingegneria: test delle acque

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum