desiderio e motivazione

Pagina 4 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: desiderio e motivazione

Messaggio  Fabius il Mar Apr 10, 2012 8:01 am

giggio ha scritto:io ho un sacco di desideri, ma sono troppo spesso superiori al mio livello.
e non ho abbastanza palle da farmi il mazzo per adeguarlo No

Quoto in pieno !

Fabius

Messaggi : 24
Data d'iscrizione : 03.04.12

http://www.trafoconsult.com/climbing

Tornare in alto Andare in basso

Re: desiderio e motivazione

Messaggio  superpjimmy il Mar Apr 10, 2012 9:41 pm

Fo3-The Awakening ha scritto:

Ed è stato li che ho deciso che non mi frega più nulla di tornare a scalare forte come prima, ma che voglio semplicemente scalare.
La differenza sembra nulla eppure vi è un abisso.

Ho deciso che tornerò in montagna a fare vie. è dal 2007 che non faccio un tiro dopo l altro, in verticale, a parte l esperienza americana.

Ho deciso che i limiti sono solo nella mia mente. Non salirò mai Action Directe, ma nulla mi vieta di andare in Franken a fare due tiri. Non scenderò mai la nord del Lyskamm ma niente mi vieta di sciare tutto l inverno. Non andrò mai in biga come Danny ma nulla mi vieta di saltare in sella ogni volta che voglio.

Per cui nessun obiettivo specifico, ma voglio prendere tutto quello che posso.
Voglio solo esperienze vere e non vivere di fantasia.

keep it real




Beh, Fo è proprio la mia filosofia...Neanche io, come Maurizio, sono portato per la scalata ma a me piace stare in montagna, in parete...Non conta tanto il grado ma la bellezza del posto, l'idea della conoscenza di posti nuovi, il tempo passato in compagnia di persone che stimi o con cui hai un legame forte di amicizia. Come sai non sono stato mai un competitivo, non sono mai stato ossessionato dal grado e, forse anche per questo, dopo 18 anni Shocked di scalate e vagabondaggi verticali, non mi sono ancora stancato...Gli occhi mi brillano, anche mia moglie mi dice così, come il primo giorno che mi portarono a scalare...Amo sentire la roccia sotto i polpastrelli, amo godermi il sole, magari sdraiato, dopo aver finito una via e fare due chiacchere con il mio socio di cordata. Con mia moglie ci siamo conosciuti più in montagna che a casa Exclamation ...I mie migliori amici, quelli con cui parli di cose anche private, per fortuna, me li sono ritrovati anche come compagni di cordata...Pensa, che nel giro di una settimana, sono passato da una via di 5b ad una di 7a...Quella di 5b l'ho fatta con mia moglie e mio fratello che hanno ripreso ad arrampicare, una dopo qualche mese, l'altro dopo parecchi anni. E' stato bellissimo vedere due dei miei affetti più importanti confrontarsi in sosta, supportarsi, suggerirsi come fare un passaggio e ringraziarmi per la via fatta...La giornata è stata bellissima...Ma è stata pure bellissima la giornata sulla via di 7a...Ero in compagnia di due miei amici, uno è quello che si può chiamare un "vero" amico...La via era impegnativa ma abbiamo avuto anche il tempo di affrontare temi importanti riguardanti la nostra vita familiare. Se andassi in montagna solo per il grado o per la competizione sicuramente vivrei le vie in maniera diversa...Ho capito comunque in questi anni che io vado in montagna per conoscere...Per conoscere me stesso, per conoscere le persone di cui mi circondo, per conoscere posti nuovi e pareti nuove...Cosa desidero? Spesso desidero la giornata che io chiamo "perfetta". Una via che mi impegni il giusto, su bella roccia, con bella arrampicata, in ambiente naturale stupendo e selvaggio, con una splendida giornata di sole, con persone che stimo e che mi possano arricchire e con cui anche scherzare come dei bambini e la possibilità di godersi il tutto senza fretta, assaporando il piacere dello stare sulla roccia e il piacere di farsi compagnia. Per mia fortuna ho vissuto tante di queste giornate e spero di viverne ancora...Ricordo benissimo le vie, i panorami ma soprattutto gli sguardi, le chiaccherate, le risate e gli episodi che ci sono capitati...Non vedo l'ora che mi ricapiti un'altra giornata "perfetta"!

Jimmy Smile
avatar
superpjimmy

Messaggi : 22
Data d'iscrizione : 27.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: desiderio e motivazione

Messaggio  dang il Mar Apr 10, 2012 10:42 pm

Qualche anno fa (neanche tanti) molte delle cose che ho letto qua dentro (le più nobili) avrei potuto scriverle io.

Questa estate sono andato in vacanza in dolomiti. Livello di forma molto, molto basso.
C'era un mio amico che insisteva perchè andassi a scalare con lui su vie molto facili (e neanche in ambiente mi viene da aggiungere).

Ci sarei potuto andare ma non ne avevo nessuna voglia.
Mia moglie mi chiedeva "perchè non vai?"
Io non sapevo che rispondere.
Aggiungeva: "Fossi in lui potrei pensare che sei un banfone, che hai paura di andare."
Difficile darle torto.
Eppure non riuscivo a trovare una giustificazione che fosse una.

Poi poco alla volta ci sono arrivato.
Non ero motivato ad andare perchè consideravo le vie troppo facili. Non mi interessavano perchè già sapevo che se non
mi franava in testa la parete sarei arrivato in cima.
Per andare a fare cose più difficili non avevo ne braccia ne testa.
Così sono rimasto giù, a guardare da sotto quelle pareti e a chiedermi se mi sarebbe mai più ritornata la voglia.

A mesi di distanza sono ancora qui a pormi la stessa domanda.
La vita continua, e scalare non è più un chiodo fisso.

Questa sera avevo in braccio mia figlia e ad un certo punto mi sono trovato ad escogitare posizioni ingegnose per
sghisare alternativamente le braccia.
Ma il livello è basso e l'allenamento manca...



così ho pensato bene di passare la bimba alla mamma!


dang

Messaggi : 74
Data d'iscrizione : 24.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: desiderio e motivazione

Messaggio  cristi il Mer Apr 11, 2012 9:50 am

la motivazione è una pianta molto difficile da coltivare, deve essere costantemente bagnata da molti sogni non troppo fuori portata perchè altrimenti si perde il senso di quello che si vorrebbe fare realmente. io direi dovrebbero essere sempre al limite o un pelo più in là. poi la vita ci pensa sempre a proporre momenti di siccità e quindi la motivazione se ne sta buona ad aspettare che torni la pioggia con nuovi progetti. ultimamente ho scoperto che la motivazione può venire anche da altri aspetti legati alla montagna senza essere legati nello specifico alla scalata. ho scoperto che è molto più motivante fare una passeggiata con le mie bimbe e vedere che si sciroppano 1000 metri piuttosto che accanirmi su una via che non mi viene e che mi verrà quando meno me lo aspetto. la cosa bella è che fino a qualche giorno fa i miei sogni per quest'estate erano nebulosi, ora si stanno delineando...
avatar
cristi

Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 04.04.12
Età : 39
Località : Monte Baldo

http://www.laac.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: desiderio e motivazione

Messaggio  Beremanco il Lun Apr 16, 2012 12:40 pm

mah, io mi trovo in un periodo della vita piena di cambiamenti e non so cosa succederà in futuro (boh) Rolling Eyes

il desiderio è al massimo, la motivazione così così (ma basta poco per farla lievitare).

riesco un po' ad allenarmi e quando mi porto a casa una bella giornata con gli amici in piccole dolomiti sono già contento.

cmq il mio sogno è il pilone per la via classica (niente di che, basta allenarsi un po', lo so). Già ci siamo andati vicini (con quell'altro baucco Very Happy che in quanto a determinazione ne ha fin troppa) e poi (da conigli) abbiamo ripiegato sull'innominata (che per me è tutt'altro che un ripiego).

vediamo se quest'anno la configurazione astrale si allinea (senò il sogno resta per un altro annetto Laughing )

ciao a tutti i sognatori (sognare è fondamentale)
avatar
Beremanco

Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 11.04.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: desiderio e motivazione

Messaggio  cristi il Lun Apr 16, 2012 1:19 pm

Beremanco ha scritto:cmq il mio sogno è il pilone per la via classica (niente di che, basta allenarsi un po', lo so). Già ci siamo andati vicini (con quell'altro baucco Very Happy che in quanto a determinazione ne ha fin troppa) e poi (da conigli) abbiamo ripiegato sull'innominata (che per me è tutt'altro che un ripiego).



no, va bè, sul pilone voglio venirci anch'io
avatar
cristi

Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 04.04.12
Età : 39
Località : Monte Baldo

http://www.laac.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: desiderio e motivazione

Messaggio  espo il Lun Apr 16, 2012 3:27 pm

per me essenzialmente la motivazione deriva dall'aver o non aver compagni con cui andare. di mio voglia ne ho sempre. l'allenamento poi si fa. ma trovar persone giuste mi è tanto difficile. non sono capace di andar con chiunque. e non è una questione di mera fiducia tecnica.

infatti negli ultimi mesi, nonostante le condizioni perfette, la voglia ecc ecc non ho fatto niente Crying or Very sad
avatar
espo

Messaggi : 764
Data d'iscrizione : 27.03.12
Età : 55
Località : trieste

http://espoclimb.xoom.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: desiderio e motivazione

Messaggio  Topocane il Lun Apr 16, 2012 3:38 pm

dang ha scritto:
Questa sera avevo in braccio mia figlia e ad un certo punto mi sono trovato ad escogitare posizioni ingegnose per
sghisare alternativamente le braccia.
Ma il livello è basso e l'allenamento manca...



così ho pensato bene di passare la bimba alla mamma!


azz...

succede pure ammè, uguaglio uguaglio Very Happy Very Happy

mi consola saper che nn so' pippa solo io, allora

motivazione, poi.... ehh?!? cosa?!?!?
ehh???? Rolling Eyes


ahhh... x scalare, dite?!? Rolling Eyes ahhhhh...

....ma io mi'so accorto che esiste pure altro, nella vita Laughing Very Happy Very Happy Laughing

___________________________
ogni bambino è un principe della luce che poi con l’educazione diventa una sorta di cretino
avatar
Topocane

Messaggi : 6162
Data d'iscrizione : 12.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: desiderio e motivazione

Messaggio  espo il Lun Apr 16, 2012 3:40 pm

Fabius ha scritto:
giggio ha scritto:io ho un sacco di desideri, ma sono troppo spesso superiori al mio livello.
e non ho abbastanza palle da farmi il mazzo per adeguarlo No

Quoto in pieno !

i desideri devono per forza esser superiori al tuo livello. se no li avresti già esauditi.
avatar
espo

Messaggi : 764
Data d'iscrizione : 27.03.12
Età : 55
Località : trieste

http://espoclimb.xoom.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: desiderio e motivazione

Messaggio  Batman il Lun Apr 16, 2012 3:50 pm

espo ha scritto:
Fabius ha scritto:
giggio ha scritto:io ho un sacco di desideri, ma sono troppo spesso superiori al mio livello.
e non ho abbastanza palle da farmi il mazzo per adeguarlo No

Quoto in pieno !

i desideri devono per forza esser superiori al tuo livello. se no li avresti già esauditi.

Mica vero.

Io ho un mucchio di desideri accessibili al mio livello, che non ho esaudito perché mi è mancato il tempo. E mi servirebbe una nuova vita parallela per esaudirli tutti.
avatar
Batman

Messaggi : 367
Data d'iscrizione : 16.03.12
Età : 68
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: desiderio e motivazione

Messaggio  espo il Lun Apr 16, 2012 4:00 pm

si va beh se la vedi così è ovvio. ma allora di desideri non basterebbero 1000 esistenze.
avatar
espo

Messaggi : 764
Data d'iscrizione : 27.03.12
Età : 55
Località : trieste

http://espoclimb.xoom.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: desiderio e motivazione

Messaggio  giggio il Lun Apr 16, 2012 4:29 pm

espo ha scritto:
Fabius ha scritto:
giggio ha scritto:io ho un sacco di desideri, ma sono troppo spesso superiori al mio livello.
e non ho abbastanza palle da farmi il mazzo per adeguarlo No

Quoto in pieno !

i desideri devono per forza esser superiori al tuo livello. se no li avresti già esauditi.

"io ho un sacco di desideri, ma sono spesso troppo superiori al mio livello."

Così si capisce meglio.

___________________________
Tutti i nostri passi hanno seguito un desiderio. Per esaudirlo abbiamo dovuto metterci i piedi sopra e calpestarlo.
avatar
giggio

Messaggi : 766
Data d'iscrizione : 14.03.12
Località : Penn-Ar-Bed

http://unfinishade.typepad.com/climbing/

Tornare in alto Andare in basso

Re: desiderio e motivazione

Messaggio  Mastro ciliegia il Mar Apr 17, 2012 10:43 am

superpjimmy ha scritto:
Fo3-The Awakening ha scritto:

Ed è stato li che ho deciso che non mi frega più nulla di tornare a scalare forte come prima, ma che voglio semplicemente scalare.
La differenza sembra nulla eppure vi è un abisso.

Ho deciso che tornerò in montagna a fare vie. è dal 2007 che non faccio un tiro dopo l altro, in verticale, a parte l esperienza americana.

Ho deciso che i limiti sono solo nella mia mente. Non salirò mai Action Directe, ma nulla mi vieta di andare in Franken a fare due tiri. Non scenderò mai la nord del Lyskamm ma niente mi vieta di sciare tutto l inverno. Non andrò mai in biga come Danny ma nulla mi vieta di saltare in sella ogni volta che voglio.

Per cui nessun obiettivo specifico, ma voglio prendere tutto quello che posso.
Voglio solo esperienze vere e non vivere di fantasia.

keep it real




Beh, Fo è proprio la mia filosofia...Neanche io, come Maurizio, sono portato per la scalata ma a me piace stare in montagna, in parete...Non conta tanto il grado ma la bellezza del posto, l'idea della conoscenza di posti nuovi, il tempo passato in compagnia di persone che stimi o con cui hai un legame forte di amicizia. Come sai non sono stato mai un competitivo, non sono mai stato ossessionato dal grado e, forse anche per questo, dopo 18 anni Shocked di scalate e vagabondaggi verticali, non mi sono ancora stancato...Gli occhi mi brillano, anche mia moglie mi dice così, come il primo giorno che mi portarono a scalare...Amo sentire la roccia sotto i polpastrelli, amo godermi il sole, magari sdraiato, dopo aver finito una via e fare due chiacchere con il mio socio di cordata. Con mia moglie ci siamo conosciuti più in montagna che a casa Exclamation ...I mie migliori amici, quelli con cui parli di cose anche private, per fortuna, me li sono ritrovati anche come compagni di cordata...Pensa, che nel giro di una settimana, sono passato da una via di 5b ad una di 7a...Quella di 5b l'ho fatta con mia moglie e mio fratello che hanno ripreso ad arrampicare, una dopo qualche mese, l'altro dopo parecchi anni. E' stato bellissimo vedere due dei miei affetti più importanti confrontarsi in sosta, supportarsi, suggerirsi come fare un passaggio e ringraziarmi per la via fatta...La giornata è stata bellissima...Ma è stata pure bellissima la giornata sulla via di 7a...Ero in compagnia di due miei amici, uno è quello che si può chiamare un "vero" amico...La via era impegnativa ma abbiamo avuto anche il tempo di affrontare temi importanti riguardanti la nostra vita familiare. Se andassi in montagna solo per il grado o per la competizione sicuramente vivrei le vie in maniera diversa...Ho capito comunque in questi anni che io vado in montagna per conoscere...Per conoscere me stesso, per conoscere le persone di cui mi circondo, per conoscere posti nuovi e pareti nuove...Cosa desidero? Spesso desidero la giornata che io chiamo "perfetta". Una via che mi impegni il giusto, su bella roccia, con bella arrampicata, in ambiente naturale stupendo e selvaggio, con una splendida giornata di sole, con persone che stimo e che mi possano arricchire e con cui anche scherzare come dei bambini e la possibilità di godersi il tutto senza fretta, assaporando il piacere dello stare sulla roccia e il piacere di farsi compagnia. Per mia fortuna ho vissuto tante di queste giornate e spero di viverne ancora...Ricordo benissimo le vie, i panorami ma soprattutto gli sguardi, le chiaccherate, le risate e gli episodi che ci sono capitati...Non vedo l'ora che mi ricapiti un'altra giornata "perfetta"!

Jimmy Smile



....parole sante Jimmy! Parole sante....Very Happy

Anche io non sono un grande scalatore e tanto meno mi interessa arrivare a fare l'8a (cosa che per altro ritengo impossibile), ma mi alleno, e ogni giorno sfoglio mille guide sognando, proprio per il piacere di stare in montagna o comunque in un bell'ambiente con le persone giuste.

Questo è quello che ogni giorno mi dona motivazione: il desiderio di salire una via alla mia portata, ma comunque che mi faccia trovare un po' lungo e farla con qualcuno che considero amico....roccia perfetta, condizioni buone e la possibilità di far due parole serie con chi sta vivendo con me quell'esperienza e che inevitalbilmente resterà per sempre.....come anche fare una via un po' più facile magari con mia moglie e altri miei amici.....

Se non avessi questi stimoli e il desiderio di vivere queste cose forse non avrei neanche più voglia di allenarmi....

e come te desidero vivere ancora centinaia di quelle giornate che tu chiami "perfette"!
avatar
Mastro ciliegia

Messaggi : 18
Data d'iscrizione : 03.04.12
Età : 36

Tornare in alto Andare in basso

Re: desiderio e motivazione

Messaggio  giggio il Mar Apr 17, 2012 10:46 am

cacchio, io ho i vostri stessi stimoli e i vostri stessi sogni, ma la voglia di allenarmi manca sempre Rolling Eyes

___________________________
Tutti i nostri passi hanno seguito un desiderio. Per esaudirlo abbiamo dovuto metterci i piedi sopra e calpestarlo.
avatar
giggio

Messaggi : 766
Data d'iscrizione : 14.03.12
Località : Penn-Ar-Bed

http://unfinishade.typepad.com/climbing/

Tornare in alto Andare in basso

Re: desiderio e motivazione

Messaggio  Mastro ciliegia il Mar Apr 17, 2012 11:01 am

giggio ha scritto:cacchio, io ho i vostri stessi stimoli e i vostri stessi sogni, ma la voglia di allenarmi manca sempre Rolling Eyes

....anche io in certi periodi sono più scazzato, ma poi mi basti una via giusta e l'avercela fatta che la voglia di allenarmi torna a manetta.......nei periodi in cui sono giù penso: se non mi alleno quella via non la farò mai e il pensarmi su quella via con roccia perfetta, super con tutte le condizioni citate in precedenza mi stimola anche in quei periodi......Very Happy Very Happy
avatar
Mastro ciliegia

Messaggi : 18
Data d'iscrizione : 03.04.12
Età : 36

Tornare in alto Andare in basso

Re: desiderio e motivazione

Messaggio  Fabius il Mar Apr 17, 2012 12:12 pm

Onestamente devo dire che la motivazione in questo periodo non mi manca, ne per allenarmi ne per scalare.
Sarà che ho già 50 anni e ogni lasciata è persa
Manca spesso il tempo quello si.
Fabio

Fabius

Messaggi : 24
Data d'iscrizione : 03.04.12

http://www.trafoconsult.com/climbing

Tornare in alto Andare in basso

Re: desiderio e motivazione

Messaggio  Drugo Lebowsky il Mar Apr 17, 2012 12:27 pm

ziocan!

maquenti ce n'è di vecchi fuori e giovani dentro? asd


mi sa che sono rimasto l'ultimo vecchio fuori&dentro... Sad Sad Sad
avatar
Drugo Lebowsky

Messaggi : 855
Data d'iscrizione : 12.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: desiderio e motivazione

Messaggio  Fabius il Mar Apr 17, 2012 12:33 pm

Drugo Lebowsky ha scritto:ziocan!

maquenti ce n'è di vecchi fuori e giovani dentro?


mi sa che sono rimasto l'ultimo vecchio fuori&dentro... Sad Sad Sad

Magari sei stato tanto giovane da giovane ...

Fabius

Messaggi : 24
Data d'iscrizione : 03.04.12

http://www.trafoconsult.com/climbing

Tornare in alto Andare in basso

Re: desiderio e motivazione

Messaggio  espo il Mar Apr 17, 2012 7:12 pm

Fabius ha scritto:
Drugo Lebowsky ha scritto:ziocan!

maquenti ce n'è di vecchi fuori e giovani dentro?


mi sa che sono rimasto l'ultimo vecchio fuori&dentro... Sad Sad Sad

Magari sei stato tanto giovane da giovane ...

mi sa di no Evil or Very Mad
avatar
espo

Messaggi : 764
Data d'iscrizione : 27.03.12
Età : 55
Località : trieste

http://espoclimb.xoom.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: desiderio e motivazione

Messaggio  LucaVi il Mar Apr 17, 2012 8:24 pm

Io sono tre anni che mi riprometto di allenarmi in primavera. La chiamo "Operazione Camoscio". Ma poi...

Drugo, anche quest'anno ci riproverò, se vuoi ti porto a vedere il Campanile di Val Montanaia.
avatar
LucaVi

Messaggi : 3637
Data d'iscrizione : 11.03.12
Località : Cimolais

Tornare in alto Andare in basso

Re: desiderio e motivazione

Messaggio  KAZAN1975 il Mar Apr 17, 2012 9:02 pm

LucaVi ha scritto:Io sono tre anni che mi riprometto di allenarmi in primavera. La chiamo "Operazione Camoscio". Ma poi...

Drugo, anche quest'anno ci riproverò, se vuoi ti porto a vedere il Campanile di Val Montanaia.





avatar
KAZAN1975

Messaggi : 805
Data d'iscrizione : 14.03.12
Età : 42

Tornare in alto Andare in basso

Re: desiderio e motivazione

Messaggio  Fabius il Mar Apr 17, 2012 9:25 pm

LucaVi ha scritto:Io sono tre anni che mi riprometto di allenarmi in primavera. La chiamo "Operazione Camoscio". Ma poi...

Drugo, anche quest'anno ci riproverò, se vuoi ti porto a vedere il Campanile di Val Montanaia.

Per chi è poco motivato a salirlo Campanile Val Montanaia - Panorama dalla cima

Fabius

Messaggi : 24
Data d'iscrizione : 03.04.12

http://www.trafoconsult.com/climbing

Tornare in alto Andare in basso

Re: desiderio e motivazione

Messaggio  *MEMO* il Mar Apr 17, 2012 10:06 pm

Fo3-The Awakening ha scritto:
MauMau ha scritto:quando avevo 20 anni, come tutti gli arrampicatori della mia generazione, sognavo California.


Per un motivo o per l altro di sogni ne ho bruciati tantissimi.
Ho fatto molte cose da quando ho scoperto l arrampicata.
Ho salito molte vie - tiri - blocchi, sciato molti pendii e anche se è solo da poco che ci vado ho percorso veramente tanti sentieri con la biga.
Da un anno a questa parte ho cominciato a fare Boxe e Thai Boxe, in più faccio il portiere in una squadra di calcio dell oratorio. Mi alleno tanto, forse troppo, esattamente come facevo con la scalata.

Eppure mi sembra di non fare mai nulla.

L estate scorsa ho fatto il giro di alcuni parchi della California da solo in tenda. E tra le tappe sono capitato in Yosemite.
Citando un amico "è uno dei posti in cui l uomo ha conosciuto la donna".
E' sempre stato il mio sogno, arrampicare in Yosemite.
Però il Capitan, quando l ho guardato da sotto mi ha messo in soggezione e dalla cima dall half dome, quando ho guardato giù dalla Regular, ho avuto le vertigini.
Ho messo le scarpette forse 3 volte.
2 per fare blocchi.
1 per fare la serenity crack, con uno spagnolo conosciuto al Camp 4, tutta da secondo. Ma con un sorriso stampato in faccia stile bambino di 3 anni davanti al gelato.
Per la prima volta ho solo ascoltato storie di salite senza dover per forza raccontare le mie, diventate improvvisamente ridicole, semplici, epurate dall ego.
Mi sono fatto cullare dal multilinguismo che, nonostante le diversità raccontava le stesse storie di passione per la verticale, per lo sci, per l aria aperta o semplicemente per il viaggio. Nel buio del Camp4 brillavano decine di occhi, riempiti della stessa luce, dallo stesso flusso di energia. Tutti a bassa voce, perchè si era nel tempio, e la voce non si alza, in segno di rispetto.

Il climax l ho raggiunto vagando a piedi da solo per i sentieri perfetti della valle. Correndo giù dal Glacier Point o salendo i Cables a perdifiato verso la cima dell half dome, per non parlare delle cascate e dei laghi e dei fiumi.

Ed è stato li che ho deciso che non mi frega più nulla di tornare a scalare forte come prima, ma che voglio semplicemente scalare.
La differenza sembra nulla eppure vi è un abisso.

Ho deciso che tornerò in montagna a fare vie. è dal 2007 che non faccio un tiro dopo l altro, in verticale, a parte l esperienza americana.

Ho deciso che i limiti sono solo nella mia mente. Non salirò mai Action Directe, ma nulla mi vieta di andare in Franken a fare due tiri. Non scenderò mai la nord del Lyskamm ma niente mi vieta di sciare tutto l inverno. Non andrò mai in biga come Danny ma nulla mi vieta di saltare in sella ogni volta che voglio.

Per cui nessun obiettivo specifico, ma voglio prendere tutto quello che posso.
Voglio solo esperienze vere e non vivere di fantasia.

keep it real




Pensavo sarebbe andata cosi' con la pesca e invece sono caduto nel vortice della competizione e del" grado" .Questo almeno nella stagione estiva.

in inverno divento piu' contemplativo

*MEMO*

Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 17.04.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: desiderio e motivazione

Messaggio  KAZAN1975 il Mar Apr 17, 2012 10:56 pm

*MEMO* ha scritto:
Fo3-The Awakening ha scritto:
MauMau ha scritto:quando avevo 20 anni, come tutti gli arrampicatori della mia generazione, sognavo California.


Per un motivo o per l altro di sogni ne ho bruciati tantissimi.
Ho fatto molte cose da quando ho scoperto l arrampicata.
Ho salito molte vie - tiri - blocchi, sciato molti pendii e anche se è solo da poco che ci vado ho percorso veramente tanti sentieri con la biga.
Da un anno a questa parte ho cominciato a fare Boxe e Thai Boxe, in più faccio il portiere in una squadra di calcio dell oratorio. Mi alleno tanto, forse troppo, esattamente come facevo con la scalata.

Eppure mi sembra di non fare mai nulla.

L estate scorsa ho fatto il giro di alcuni parchi della California da solo in tenda. E tra le tappe sono capitato in Yosemite.
Citando un amico "è uno dei posti in cui l uomo ha conosciuto la donna".
E' sempre stato il mio sogno, arrampicare in Yosemite.
Però il Capitan, quando l ho guardato da sotto mi ha messo in soggezione e dalla cima dall half dome, quando ho guardato giù dalla Regular, ho avuto le vertigini.
Ho messo le scarpette forse 3 volte.
2 per fare blocchi.
1 per fare la serenity crack, con uno spagnolo conosciuto al Camp 4, tutta da secondo. Ma con un sorriso stampato in faccia stile bambino di 3 anni davanti al gelato.
Per la prima volta ho solo ascoltato storie di salite senza dover per forza raccontare le mie, diventate improvvisamente ridicole, semplici, epurate dall ego.
Mi sono fatto cullare dal multilinguismo che, nonostante le diversità raccontava le stesse storie di passione per la verticale, per lo sci, per l aria aperta o semplicemente per il viaggio. Nel buio del Camp4 brillavano decine di occhi, riempiti della stessa luce, dallo stesso flusso di energia. Tutti a bassa voce, perchè si era nel tempio, e la voce non si alza, in segno di rispetto.

Il climax l ho raggiunto vagando a piedi da solo per i sentieri perfetti della valle. Correndo giù dal Glacier Point o salendo i Cables a perdifiato verso la cima dell half dome, per non parlare delle cascate e dei laghi e dei fiumi.

Ed è stato li che ho deciso che non mi frega più nulla di tornare a scalare forte come prima, ma che voglio semplicemente scalare.
La differenza sembra nulla eppure vi è un abisso.

Ho deciso che tornerò in montagna a fare vie. è dal 2007 che non faccio un tiro dopo l altro, in verticale, a parte l esperienza americana.

Ho deciso che i limiti sono solo nella mia mente. Non salirò mai Action Directe, ma nulla mi vieta di andare in Franken a fare due tiri. Non scenderò mai la nord del Lyskamm ma niente mi vieta di sciare tutto l inverno. Non andrò mai in biga come Danny ma nulla mi vieta di saltare in sella ogni volta che voglio.

Per cui nessun obiettivo specifico, ma voglio prendere tutto quello che posso.
Voglio solo esperienze vere e non vivere di fantasia.

keep it real




Pensavo sarebbe andata cosi' con la pesca e invece sono caduto nel vortice della competizione e del" grado" .Questo almeno nella stagione estiva.

in inverno divento piu' contemplativo
TRADUZIONE: in inverno mi metto all ingrasso
avatar
KAZAN1975

Messaggi : 805
Data d'iscrizione : 14.03.12
Età : 42

Tornare in alto Andare in basso

Re: desiderio e motivazione

Messaggio  *MEMO* il Mer Apr 18, 2012 12:10 am

KAZAN1975 ha scritto:
*MEMO* ha scritto:
Fo3-The Awakening ha scritto:
MauMau ha scritto:quando avevo 20 anni, come tutti gli arrampicatori della mia generazione, sognavo California.


Per un motivo o per l altro di sogni ne ho bruciati tantissimi.
Ho fatto molte cose da quando ho scoperto l arrampicata.
Ho salito molte vie - tiri - blocchi, sciato molti pendii e anche se è solo da poco che ci vado ho percorso veramente tanti sentieri con la biga.
Da un anno a questa parte ho cominciato a fare Boxe e Thai Boxe, in più faccio il portiere in una squadra di calcio dell oratorio. Mi alleno tanto, forse troppo, esattamente come facevo con la scalata.

Eppure mi sembra di non fare mai nulla.

L estate scorsa ho fatto il giro di alcuni parchi della California da solo in tenda. E tra le tappe sono capitato in Yosemite.
Citando un amico "è uno dei posti in cui l uomo ha conosciuto la donna".
E' sempre stato il mio sogno, arrampicare in Yosemite.
Però il Capitan, quando l ho guardato da sotto mi ha messo in soggezione e dalla cima dall half dome, quando ho guardato giù dalla Regular, ho avuto le vertigini.
Ho messo le scarpette forse 3 volte.
2 per fare blocchi.
1 per fare la serenity crack, con uno spagnolo conosciuto al Camp 4, tutta da secondo. Ma con un sorriso stampato in faccia stile bambino di 3 anni davanti al gelato.
Per la prima volta ho solo ascoltato storie di salite senza dover per forza raccontare le mie, diventate improvvisamente ridicole, semplici, epurate dall ego.
Mi sono fatto cullare dal multilinguismo che, nonostante le diversità raccontava le stesse storie di passione per la verticale, per lo sci, per l aria aperta o semplicemente per il viaggio. Nel buio del Camp4 brillavano decine di occhi, riempiti della stessa luce, dallo stesso flusso di energia. Tutti a bassa voce, perchè si era nel tempio, e la voce non si alza, in segno di rispetto.

Il climax l ho raggiunto vagando a piedi da solo per i sentieri perfetti della valle. Correndo giù dal Glacier Point o salendo i Cables a perdifiato verso la cima dell half dome, per non parlare delle cascate e dei laghi e dei fiumi.

Ed è stato li che ho deciso che non mi frega più nulla di tornare a scalare forte come prima, ma che voglio semplicemente scalare.
La differenza sembra nulla eppure vi è un abisso.

Ho deciso che tornerò in montagna a fare vie. è dal 2007 che non faccio un tiro dopo l altro, in verticale, a parte l esperienza americana.

Ho deciso che i limiti sono solo nella mia mente. Non salirò mai Action Directe, ma nulla mi vieta di andare in Franken a fare due tiri. Non scenderò mai la nord del Lyskamm ma niente mi vieta di sciare tutto l inverno. Non andrò mai in biga come Danny ma nulla mi vieta di saltare in sella ogni volta che voglio.

Per cui nessun obiettivo specifico, ma voglio prendere tutto quello che posso.
Voglio solo esperienze vere e non vivere di fantasia.

keep it real




Pensavo sarebbe andata cosi' con la pesca e invece sono caduto nel vortice della competizione e del" grado" .Questo almeno nella stagione estiva.

in inverno divento piu' contemplativo
TRADUZIONE: in inverno mi metto all ingrasso

ormai e' tutta in discesa

*MEMO*

Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 17.04.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: desiderio e motivazione

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum