Prima invernale al Broad Peak

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

060313

Messaggio 

Prima invernale al Broad Peak




Qualcuno sta seguendo la spedizione polacca al Broad Peak Arrow http://polishwinterhimalaism.pl/

Ieri gli alpinisti polacchi Maciej Berbeka, Adam Bielecki, Tomasz Kowalski e Artur Malek hanno compiuto la prima ascensione invernale lungo la normale del versante ovest. Oggi,come riporta Planet Mountain, le notizie della discesa sono frammentarie e si sono persi i contatti con Kowalski Neutral

Questo l'ultimo comunicato ufficiale della spedizione:

Artur Małek and Adam Bielecki are in camp IV at an altitude of 7400m. Tomasz Kowalski and Maciej Berbeka bivouacking on the pass 7900m. Karim Hayyat in camp II. From basecamp go up Shaheen and Amin Ullah Baig. Their task will be to reach out to descend and help in their descent to basecamp or liquidation of camps.

Il Broad Peak era il terz'ultimo 8000 senza salita invernale. Se non sbaglio mancano da salire nella stagione invernale solo il K2 e il Nanga Parbat. ciao!

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Condividi questo articolo su: Excite BookmarksDiggRedditDel.icio.usGoogleLiveSlashdotNetscapeTechnoratiStumbleUponNewsvineFurlYahooSmarking

Prima invernale al Broad Peak :: Commenti

Messaggio il Mer Mar 06, 2013 12:33 pm  Ospite

no buone nuove...

Update on 06/03/2013 at 11:18

The news which comes from Broad Peak is still fragmented but the situation seems to have worsened. This is latest update sent to us from our colleagues from the Polish magazine Gory: Unfortunately at present there is no information about Maciej Berbeka and Tomasz Kowalski. One of Pakistan climbers (probably one who was in Camp II) managed to ascend to 7600m but he didn't see them and didn't find their traces. The situation is really bad as a storm is expected for tomorrow, so everybody should go down as soon as possible today. There are still only few pieces of information to go by but apparently the situation is dramatic." This was confirmed by the expedition leader Artur Hajzer who, according to information published on www.explorersweb.com, stated "We have to consider two of the four Polish climbers who conquered Broad Peak, missing."
After having reached the summit yesterday Artur Małek and Adam Bielecki had managed to descend to Campo 4 at 7400m while Maciej Berbeka and Tomasz Kowalski (the two mountaineers considered missing) were forced to spend the night at 7900m, on the col between Broad Peak central and the pre-summit: a terrible place for a bivy. The situation is confused at present and the only thing one can do is wait...

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Mer Mar 06, 2013 4:07 pm  Frentano

... pale e pensare che ieri davano per certo il ritorno di tutti sani e salvi, giù al campo a 7400.
Ma gli altri due come stanno, dal comunicato sembra stiano ancora li a 7400 a sperare l'arrivo degli altri due!
non volgio nemmeno immaginare il freddo e la paura che si deve sopportare in queste lunghissime ore di attesa...

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Gio Mar 07, 2013 10:02 am  Ospite

There is still no contact with two missing climbers.
Artur Małek and Karim Hayyat reached the base camp.
Visibility is good. The leader may watch the route through binoculars. Camp 4 was left in its place at 7,400 m.
Artur Małek and Adam Bielecki's physical condition is fine - they do not have any frostbites.


Ancora nessuna notizia dei due dispersi... gli altri due componenti della spedizione rientrati invece al campo base.

Questo il versante di salita della montagna (da Planet Mountain)



Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Ven Mar 08, 2013 10:03 am  biemme

in mezzo alle tragiche notizie, passa del tutto inosservata l'impresa dei portatori d'alta quota saliti in soccorso:

uno è salito da 6200 fino a 7700 e risceso al campo 4 (7400) in giornata Shocked

un altro in giornata è partito dal base (4950) sino al campo 3 (7000) e risceso al base Shocked Shocked

sul broad peak.
d'inverno.
allucinante.

il piolet d'or dovrebbero darlo a questi qui

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Ven Mar 08, 2013 10:34 am  Ospite

giusta osservazione biemme... Amin Ullah e Shaheen Baig i loro nomi.

Ancora nessun aggiornamento stamattina... Neutral


Ieri Simone Moro circa l'alpinismo invernale in Himalaya scriveva questo.

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Ven Mar 08, 2013 10:47 am  biemme

alessandro ha scritto:....Ieri Simone Moro circa l'alpinismo invernale in Himalaya scriveva questo.

.... la sua frase conclusiva al riguardo, è da incorniciare Very Happy

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Ven Mar 08, 2013 10:48 am  Frentano

biemme ha scritto:in mezzo alle tragiche notizie, passa del tutto inosservata l'impresa dei portatori d'alta quota saliti in soccorso:

uno è salito da 6200 fino a 7700 e risceso al campo 4 (7400) in giornata Shocked

un altro in giornata è partito dal base (4950) sino al campo 3 (7000) e risceso al base Shocked Shocked

sul broad peak.
d'inverno.
allucinante.

il piolet d'or dovrebbero darlo a questi qui

avevo letto....ma non avevo notato la quota di partenza...2000m di dislivello in giornata, in Himalaya, in inverno....allucinante

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Ven Mar 08, 2013 10:49 am  .

biemme ha scritto:in mezzo alle tragiche notizie, passa del tutto inosservata l'impresa dei portatori d'alta quota saliti in soccorso:

uno è salito da 6200 fino a 7700 e risceso al campo 4 (7400) in giornata Shocked

un altro in giornata è partito dal base (4950) sino al campo 3 (7000) e risceso al base Shocked Shocked

sul broad peak.
d'inverno.
allucinante.

il piolet d'or dovrebbero darlo a questi qui

veramente

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Ven Mar 08, 2013 11:13 am  Rugg

Signori, li è un'altro mondo. Li le invernali sono un'altrà attività, un'altro sport o un'altra cosa che non saprei definire o catalogare.

Va' detto anche, che ad un certo punto, a quei livelli, ci si crede invincibili, immortali, credo sia inevitabile. Come dice Simone Moro, uno arriva sotto la "montagna" e aspetta 2 o 3 giorni di tempo accettabile, in una intera stagione. Troppe pressioni, troppa carica esterna a noi stessi, troppo di tutto.

Provo a capire quei ragazzi polacchi, quelli che non torneranno più, o quelli che sono tornati vittoriosi, però sostanzialmente sconfitti. Non vorrei essere nei loro panni o nei loro panni negli anni a venire, i rimorsi, i ripensamenti. I compagni-amici persi.........le loro famiglie.

Certo se io fossi stato li, non avrei esitato a salire, avrei sperato anche io di arrivare lassù d'inverno, pari pari ai due ragazzi oramai persi o ai due tornati.
Avrei fatto esattamente come loro.

Allora si, l'ultima frase di Simone Moro vale, eccome se vale. Forse è tutto lì.

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Ven Mar 08, 2013 11:39 am  biemme

Rugg ha scritto:Signori, li è un'altro mondo....

Va' detto anche, che ...

Provo a capire ....Non vorrei essere nei loro panni ....

Certo se io fossi stato li ....

non so se hai o hai letto questo :

http://www.intraisass.it/rec43.htm

ci trovi tutto.

ogni altra ricerca di capire, di immedesimarsi, di giudicare, rimane un esercizio inutile Wink

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Lun Mar 11, 2013 3:06 pm  Rugg

biemme ha scritto:
Rugg ha scritto:Signori, li è un'altro mondo....

Va' detto anche, che ...

Provo a capire ....Non vorrei essere nei loro panni ....

Certo se io fossi stato li ....

non so se hai o hai letto questo :

http://www.intraisass.it/rec43.htm

ci trovi tutto.

ogni altra ricerca di capire, di immedesimarsi, di giudicare, rimane un esercizio inutile Wink

Biemme, comprato sabato da rrtrek.....

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Lun Mar 11, 2013 3:09 pm  Rugg

Broad Peak: persa ogni speranza di ritrovare Maciej Berbeka e Tomasz Kowalski


08.03.2013 di Planetmountain
Krzysztof Wielicki dichiara terminata la spedizione invernale polacca al Broad Peak. Maciej Berbeka e Tomasz Kowalski resteranno lassù.

Krzysztof Wielicki, leader della spedizione invernale polacca della Polish Mountaineering Association al Broad Peak, pochi minuti fa sul sito della spedizione ha pubblicato un comunicato in cui dichiara che non c'è più alcuna speranza di ritrovare vivi Maciej Berbeka e Tomasz Kowalski, i due alpinisti dispersi da mercoledì scorso dopo che avevano raggiunto la vetta della 12esima montagna più alta della terra. Crediamo non ci sia nulla da aggiungere alle parole di Wielicki che vi riportiamo per intero:
"Considerando tutte le circostanze, le condizioni, la mia esperienza, la storia dell'alpinismo himalayano, la conoscenza di fisiologia e medicina d'alta quota e dopo essermi consultato con medici e co-organizzatori della spedizione in Polonia, devo dichiarare morti Maciej Berbeka e Tomasz Kowalski .

Tenendo conto del tempo che è passato dall'ultimo contatto, l'altitudine dove si trovava al momento del contatto, le loro condizioni, il meteo di oggi e di tutti gli altri fattori, devo dichiarare uffcialmente che entrambi gli alpinisti sono morti.

La spedizione è giunta al termine. Stiamo smantellando il campo base e cominciamo a scendere. Il rientro lungo il ghiacciaio del Baltoro durerà circa 5 giorni. Torneremo in Polonia attorno al 20 marzo. A causa della mancanza di energia elettrica, non avremo alcuna possibilità di metterci in contatto via telefono o e-mail e, quindi, non ci sarà nessuna informazioni di noi fino a circa il 15 marzo."

Krzysztof Wielicki
Leader of the winter expedition of Polish Mountaineering Association to Broad Peak

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio   Contenuto sponsorizzato

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum