Cambio al timone

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Cambio al timone

Messaggio  gongo il Lun Mar 11, 2013 1:03 pm

Generalmente un racconto dice quel che deve dire e la forma con cui è messo giù è importante per allietare la lettura, tenere la suspence, creare un finale a sorpresa, ecc, ecc.
Non capita spesso che la forma, il castello di parole, sia esso stesso la chiave del racconto, dove, nel racconto, il lettore non vi trova ciò che l'autore vuol dire, ma tramite l'impalcatura si svela il significato. Ora, non che io ci sia riuscito: in realtà tutti quelli che leggono questo racconto mi chiedono che cavolo significhi. Dico loro sempre che non leggono la struttura, di rileggerlo stando attenti a come è costruito. Il bello sarebbe che qualcuno riuscisse ad afferrare ciò che racconto; mi rendo conto che sarà difficile; se qualcuno ci arriva mi invii un MP.


Cambio al timone

Lo stavolo era in rovina: gli infissi schiantati e parte
del tetto collassato. Presso l'uscio resisteva solo
una panca di legno color cenere che dava ancora riposo
ai viandanti. Chi lo aveva costruito lo orientò verso
lo Spigolo che sovrastava ardito la conca, per averlo
perennemente in vista, come se quella geometrica roccia
fosse lo gnomone di una grande meridiana che
scandiva con la proiezione della sua ombra i ritmi delle
giornate pastorali.
Con un po' di fantasia, quella conca chiusa a meridione
dallo Spigolo, con il ghiaione ai suoi piedi, nella
parte bassa ricoperto da pini mughi e ancora più in
basso lo spicchio di prato dove sorgeva lo stavolo, poteva
essere comparata ad un'immagine di ambiente
diametralmente opposto: così lo Spigolo diventava la
prua di un vascello semi affondato e lo stavolo era lo
scassato cassero da dove un nocchiero fantasma tentava
disperatamente di riportare la sua nave in porto.

Il Giovane giunto allo stavolo vi trovò, seduto sulla
panca color cenere una persona intenta a fare la punta
a un bastone. Salutò cortesemente.
Il Vecchio alzò il capo dal suo lavoro e i suoi occhi
mostrarono sorpresa. Indossava un cappello di feltro
e la giacca sulle spalle con le maniche penzoloni.
Da dove vieni?
Dallo Spigolo.
Sei salito verso sinistra e hai preso la cresta in Forcella
Bassa?
No, no: son salito direttamente per lo Spigolo.
Ma: per lo Spigolo? E' difficile su per di là!
Mmm...

Ci vuol coraggio! Sentenziò infine il Vecchio e aggiunse:
Bisogna festeggiare!
Il Giovane osservò il Vecchio alzarsi e notò che aveva
i ferri alle scarpe legati con cinghie di cuoio; si aggiustò
la giacca sulle spalle ed entrò nella catapecchia;
lo sentì tossire più volte e poi riapparve con in
una mano due bicchieri e nell'altra un fiasco di vino.
Posò i bicchieri sulla panca e li riempì piano. Ripose il
fiasco, prese il suo bicchiere, invitandolo con un gesto
a servirsi.
Senza un brindisi il Vecchio bevve. Quasi che di un
tratto lo avesse preso la fretta:
Bene è ora che me ne vada. Buona fortuna.
Si aggiustò ancora la giacca sulle spalle e con passo
svelto prese il sentiero verso valle, traversò il prato
fino al masso solitario, qui voltò un poco a destra e
sparì nel bosco.
Il Giovane restò sorpreso con il bicchiere a mezz'aria
e una smorfia di incredulità nel viso. Ma dopo un
po' se ne fece una ragione, si sedette sulla panca e
sorseggiò il suo vino. Se ne versò un secondo bicchiere.
Per la stanchezza della giornata e il torpore causato
dal vino si addormentò.

Fu tratto dai sogni dal fragore assordante delle pale
di un elicottero che passato sopra lo stavolo si diresse
verso Spigolo; con una serie di lenti spostamenti l'elicottero
si portò sulla verticale del ghiaione alla base
dello Spigolo. Il Giovane vide allora che sulle ghiaie
operava una squadra del Soccorso; dopo qualche minuto
l'elicottero ripartì con legata alla fune del verricello
una barella rossa con qualche poveraccio dentro.
Tenne d'occhio il movimento della squadra di Soccorso
che discese il ghiaione e imboccò proprio il sentiero
che conduceva allo stavolo: mentre la squadra si
avvicinava contò sei uomini e due cani.
Quando furono prossimi si alzò dalla panca di legno
color cenere, ma la squadra gli passò sotto il naso
senza badarlo; solo il secondo cane si fermò di botto
ai suoi piedi gli mostrò i denti e proruppe in un ringhio
furioso; il conduttore posò la mano sulla testa
dell'animale e questi si rilassò cominciando ad abbaiare,
subito imitato dall'altro.
Dalle travi sconnesse dello stavolo s'involò sdegnato
di tanto baccano un barbagianni che cercò quiete
altrove.
La squadra del Soccorso riprese la marcia verso
valle, traversò il prato fino al masso solitario, qui voltò
un poco a destra e sparì nel bosco.
avatar
gongo

Messaggi : 360
Data d'iscrizione : 22.03.12

http://latanadellorso.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambio al timone

Messaggio  zietta il Lun Mar 11, 2013 4:54 pm

sorry

(aveva detto MP)
avatar
zietta

Messaggi : 927
Data d'iscrizione : 13.03.12
Località : BZ-forse torno a RE

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambio al timone

Messaggio  paoloC il Lun Mar 11, 2013 5:48 pm

Colpa del titolo:
meno criptico del precedente.

Volete sapere qual'era?

Solo via MP

___________________________
L'Enrosadira non ha bisogno di Photoshop
avatar
paoloC

Messaggi : 701
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 35
Località : Segusino

http://www.paollocolombera.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambio al timone

Messaggio  kala il Mar Mar 12, 2013 8:10 pm

Allora, il primo significato - facile - è chiaro a poco più di 2/3 di racconto.
Ma il discorso della struttura... Question Per ora non ci arrivo, fammi pensare

[edit] Però se non mi avessi detto di un significato nascosto nella struttura già la prima interpretazione sarebbe bastata a renderlo un bel racconto.
avatar
kala

Messaggi : 1664
Data d'iscrizione : 12.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambio al timone

Messaggio  federica boifava il Mer Mar 13, 2013 9:22 am

kala ha scritto:Allora, il primo significato - facile - è chiaro a poco più di 2/3 di racconto.
Ma il discorso della struttura... Question Per ora non ci arrivo, fammi pensare

[edit] Però se non mi avessi detto di un significato nascosto nella struttura già la prima interpretazione sarebbe bastata a renderlo un bel racconto.

ODDDDDIO... "chiaro chiaro" non se po mai dire ma... mi associo a Kala.

Proprio perchè ci hai indirizzati ad un significato, l'ho volutamente letto senza cercarlo.
Un po' come si legge una poesia, magari una di quelle belle strambe di Montale, che ti arrivano più per il suono che ti lasciano in bocca...
La struttura? No ghe rivo...però ti costringe a "rompere" solo se te ne freghi di quel che vedi (parlo proprio delle righe)


avatar
federica boifava

Messaggi : 373
Data d'iscrizione : 17.04.12
Età : 36
Località : Vicenza

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambio al timone

Messaggio  Mr.Orange il Mer Mar 13, 2013 10:06 am

bel racconto..
ma non capisco il discorso della struttura sorry
e mi piacerebbe capirlo
p.s.: mi ricorda un po' un'altro racconto letto qui..
quello dell'escursionista che trova la macchina fotografica.. ricordate??


Ultima modifica di Mr.Orange il Mer Mar 13, 2013 11:04 am, modificato 1 volta
avatar
Mr.Orange

Messaggi : 232
Data d'iscrizione : 15.03.12
Località : Tralfamadore

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambio al timone

Messaggio  Ad_adri il Mer Mar 13, 2013 10:25 am

Bel racconto , tipico stile Gonghiano Very Happy

io penso di aver capito la storia tra le righe ma forse non la struttura Rolling Eyes
avatar
Ad_adri

Messaggi : 1455
Data d'iscrizione : 21.05.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambio al timone

Messaggio  Ospite il Mer Mar 13, 2013 11:20 am

Forse va letto al contrario... come i testi dei Led Zeppellin asd asd

Scherzi a parte racconto ben scritto Gongo... anche se mi rimane sempre come un senso di angoscia mentre leggo alcuni tuoi scritti (come questo).


ciao Wink

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambio al timone

Messaggio  federica boifava il Mer Mar 13, 2013 11:25 am

alessandro ha scritto:Forse va letto al contrario... come i testi dei Led Zeppellin asd asd

Twisted Evil asd
avatar
federica boifava

Messaggi : 373
Data d'iscrizione : 17.04.12
Età : 36
Località : Vicenza

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambio al timone

Messaggio  Mr.Orange il Mer Mar 13, 2013 12:07 pm

eccolo.. l'ho trovato qui..
anche quello mi era piaciuto
bravo gongo!

il prossimo con lieto fine però eh Cool
avatar
Mr.Orange

Messaggi : 232
Data d'iscrizione : 15.03.12
Località : Tralfamadore

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambio al timone

Messaggio  gongo il Mer Mar 13, 2013 1:11 pm

Ci sono due livelli narrativi: uno reale e l'altro fantastico che prendono avvio dalla descrizione del luogo che è doppia; per l'appunto una reale:
Lo stavolo era in rovina: gli infissi schiantati e parte
del tetto collassato. Presso l'uscio resisteva solo
una panca di legno color cenere che dava ancora riposo
ai viandanti. Chi lo aveva...
E una fantastica:
Con un po' di fantasia, quella conca chiusa a meridione
dallo Spigolo, con il ghiaione ai suoi piedi, nella
parte bassa ricoperto da pini mughi e ancora più in
basso lo spicchio di prato dove sorgeva lo stavolo, poteva
essere comparata ad un'immagine di ambiente
diametralmente opposto:...
Ad un certo punto del racconto c'è l'incrocio dei due livelli senza che peraltro si tocchino: quando la squadra del soccorso passa senza vedere il Giovane; se ne deduce che egli non sia reale, fantastico, uno spirito; per cui l'interazione del Giovane con il Vecchio è possibile in quanto entrambi spiriti, fantasmi.
Onde per cui:
il Giovane è morto salendo lo Spigolo e il Soccorso è lui che porta via. Il suo spirito incontra il Vecchio morto da molto tempo e rimasto lì per una sorta di maledizione a tentare

disperatamente di riportare la sua nave in porto.
Il giovane gli dà il Cambio al Timone.
avatar
gongo

Messaggi : 360
Data d'iscrizione : 22.03.12

http://latanadellorso.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambio al timone

Messaggio  Ad_adri il Mer Mar 13, 2013 1:15 pm

gongo ha scritto:
Ad un certo punto del racconto c'è l'incrocio dei due livelli senza che peraltro si tocchino: quando la squadra del soccorso passa senza vedere il Giovane; se ne deduce che egli non sia reale, fantastico, uno spirito; per cui l'interazione del Giovane con il Vecchio è possibile in quanto entrambi spiriti, fantasmi.
Onde per cui:
il Giovane è morto salendo lo Spigolo e il Soccorso è lui che porta via. Il suo spirito incontra il Vecchio morto da molto tempo e rimasto lì per una sorta di maledizione a tentare

disperatamente di riportare la sua nave in porto.
Il giovane gli dà il Cambio al Timone.

è quello che avevo capito Cool

la mia immaginazione mi ha portato alla casera diruta ( casera Flop ) a poca distanza dallo spigolo della Sfinge ...
avatar
Ad_adri

Messaggi : 1455
Data d'iscrizione : 21.05.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambio al timone

Messaggio  Mr.Orange il Mer Mar 13, 2013 1:22 pm

anch'io l'avevo capito cosi..
pure il vecchio era morto sullo spigolo, magari da giovane, e aspettava pazientemente il nuovo arrivato che prendesse il suo posto..

tutti e due i racconti ottimi per girarne dei corti.. Idea
avatar
Mr.Orange

Messaggi : 232
Data d'iscrizione : 15.03.12
Località : Tralfamadore

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambio al timone

Messaggio  federica boifava il Mer Mar 13, 2013 1:52 pm

disperatamente di riportare la sua nave in porto.
Il giovane gli dà il Cambio al Timone


Eccola! ponpon
troppo sofisticata per il mio cranietto... Embarassed
avatar
federica boifava

Messaggi : 373
Data d'iscrizione : 17.04.12
Età : 36
Località : Vicenza

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambio al timone

Messaggio  kala il Ven Mar 15, 2013 1:41 pm

Sì, ecco, Gongo: si capiva, non serviva che incasinassi le cose parlando di struttura mrgreen

Già quando parla di vino e bicchieri, dopo aver detto che dentro non c'era niente, insospettiva e introduceva l'elemento fantastico (o fantasmico mrgreen ): impressione confermata quando incomincia a ronzare l'elicottero e poi confermata alla grande con un classicissimo da fantasmi (le persone che passano attraverso e il cane che ringhia: potevi almeno variare con un camoscio). Hai calcato anche abbastanza colla nava all'inizio, son curioso a 'sto punto sul titolo originale, forse migliore?
avatar
kala

Messaggi : 1664
Data d'iscrizione : 12.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambio al timone

Messaggio  Batman il Ven Mar 15, 2013 1:57 pm

kala ha scritto:Sì, ecco, Gongo: si capiva, non serviva che incasinassi le cose parlando di struttura

Già quando parla di vino e bicchieri, dopo aver detto che dentro non c'era niente, insospettiva e introduceva l'elemento fantastico (o fantasmico ): impressione confermata quando incomincia a ronzare l'elicottero e poi confermata alla grande con un classicissimo da fantasmi (le persone che passano attraverso e il cane che ringhia: potevi almeno variare con un camoscio). Hai calcato anche abbastanza colla nava all'inizio, son curioso a 'sto punto sul titolo originale, forse migliore?

Dove? Riempiono e sbevazzano, i due... o non so più leggere?
avatar
Batman

Messaggi : 367
Data d'iscrizione : 16.03.12
Età : 68
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambio al timone

Messaggio  kala il Ven Mar 15, 2013 6:26 pm

Dentro alla baita Wink

Lo stavolo era in rovina: gli infissi schiantati e parte del tetto collassato. Presso l'uscio resisteva solo una panca di legno

si aggiustò la giacca sulle spalle ed entrò nella catapecchia; [...] poi riapparve con in una mano due bicchieri e nell'altra un fiasco di vino.

Questo mi aveva colpito, ché portarsi da casa vino e bicchieri (lo stavolo era fatiscente) mi sembrava ben strano...
avatar
kala

Messaggi : 1664
Data d'iscrizione : 12.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambio al timone

Messaggio  gongo il Dom Mar 17, 2013 11:42 am

Mr.Orange ha scritto:eccolo.. l'ho trovato qui..
anche quello mi era piaciuto
bravo gongo!

il prossimo con lieto fine però eh Cool


Eccoti un lieto fine. asd

Il baratro

Il ragazzo sull'orlo del baratro pensò:
“ora mi butto di sotto”
Non c'era nulla che giustificasse quella scelta, tutto nella sua vita era perfetto, ogni cosa andava per il meglio: aveva soldi, donne e giovinezza.
Aveva formulato quel pensiero per esorcizzare la paura del vuoto, per dire a se stesso che era sicuro di quel che faceva e non c'era la minima possibilità che mettesse un piede in fallo. E anche per irridere coloro che scontenti dell'esistenza molto spesso scelgono i baratri per togliersi la vita: come si può diventare così scemi?
Improvvisamente, da uno squarcio nel cielo scese veloce una mano enorme con tra le dita una penna; con il rovescio della penna la mano spinse il ragazzo nel baratro.














avatar
gongo

Messaggi : 360
Data d'iscrizione : 22.03.12

http://latanadellorso.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambio al timone

Messaggio  kala il Dom Mar 17, 2013 8:32 pm

Complimenti, bella foto
avatar
kala

Messaggi : 1664
Data d'iscrizione : 12.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambio al timone

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum