questi stanno male....

Pagina 5 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: questi stanno male....

Messaggio  Rugg il Mer Mag 22, 2013 4:54 pm

Ad_buzz ha scritto:rugg, tu tempo fa hai scritto, su questo forum, di "decine di prime solitarie fino al VII"

delle "prime solitarie" il grazzini ha sempre tenuto nota. quindi sicuramente sono riscontrabili.




Emanuela? (ma non è Emanuela, e la prima via a dx del monolito che sale il pilastro appoggiato e fessura, sempre con un nome di donna) e Saludos Amigos .

La Saludos Amigos, il Grazzini, la prima l'ha attribuita a Romolo Vallesi e io sono inserito come 2°. Marcheggiani e Stefano Spalletta ne sono testimoni.

Ho capito che era assolutamente inutile discutere sull'attribuzione della 1° o della 2°, purtroppo Romolo non c'è più e ricordo ancora la sua faccia quel funesto sabato ai Prati. Va bene, che rimanga così.



Per la prima, Paolo Caruso ne è stato testimone, lui era su Baphomet o Cronos, io a dx da solo con la mia corda.
avatar
Rugg

Messaggi : 1437
Data d'iscrizione : 28.01.13
Località : Dalla vaccareccia nazionale!

Tornare in alto Andare in basso

Re: questi stanno male....

Messaggio  Admin il Mer Mag 22, 2013 4:55 pm

e da secondo sull'ultimo tiro di aquilotti che è VI, con un IV consolidato nelle mano, senza rinvii messi, che se molli voli come dan osman, che je voi dì?

dasecondo.15 come minimo!

Admin
Admin

Messaggi : 1938
Data d'iscrizione : 25.11.11

http://www.verticalmente.net

Tornare in alto Andare in basso

Re: questi stanno male....

Messaggio  Rugg il Mer Mag 22, 2013 5:05 pm

Buzz, chiudo che vado in palestra,

ma vogliamo discutere di chi è andato a mettere gli spit al Gran Sasso sulle classiche? Chi si è permesso di snaturare le vie come sono state salite e concepite in apertura?

o chi le ha fatte in inverno o in solitaria...



Se Bini si è fatto tutte quelle vie in apertura o in solitaria e altri le hanno fatte nella stessa maniera, così dovevano rimanere.

Imporre la falesia in montagna, è stato un grosso errore.
avatar
Rugg

Messaggi : 1437
Data d'iscrizione : 28.01.13
Località : Dalla vaccareccia nazionale!

Tornare in alto Andare in basso

Re: questi stanno male....

Messaggio  . il Mer Mag 22, 2013 5:07 pm

Rugg ha scritto:

o chi le ha fatte in inverno o in solitaria...


in alpine ice

cazzo

i fondamentali

.

Messaggi : 3987
Data d'iscrizione : 15.03.12
Età : 67

Tornare in alto Andare in basso

Re: questi stanno male....

Messaggio  Topocane il Mer Mag 22, 2013 5:08 pm

Rugg ha scritto:

ma vogliamo discutere di chi è andato a mettere gli spit al Gran Sasso sulle classiche? Chi si è permesso di snaturare le vie come sono state salite e concepite in apertura?

io ho visto metterne sulla gervasutti...

anzi, ciò pure smartellato un po' pure me Rolling Eyes

___________________________
ogni bambino è un principe della luce che poi con l’educazione diventa una sorta di cretino
avatar
Topocane

Messaggi : 6165
Data d'iscrizione : 12.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: questi stanno male....

Messaggio  biemme il Mer Mag 22, 2013 5:10 pm

la mirka quelli su climbùc la danno V.-9 e nei commenti dicono che fa pure cagare Rolling Eyes
avatar
biemme

Messaggi : 2251
Data d'iscrizione : 13.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: questi stanno male....

Messaggio  mork il Mer Mag 22, 2013 5:11 pm

Ad_buzz ha scritto:guarda che stai a parlà con uno che è andato di là ed è tornato dopo qualche settimana.

no così. tanto per.

Question ma chi Question
avatar
mork

Messaggi : 1446
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 43
Località : Bolzano

Tornare in alto Andare in basso

Re: questi stanno male....

Messaggio  MARK12G il Mer Mag 22, 2013 9:02 pm

biemme ha scritto:a buzz ma che ne sanno questi

ce so' vie fatte da primo co ercaporale o tocci che te fanno sicura, che se voli arivi lo stesso in fondo ar centopercento e cmq a ogni metro che sali rischi che chi t'assicura scivola de sotto mentre che magari se scaccola, se gratta erculo o cerca l'accendino, e te dietro a lui

a ste vie climbùk je darebbe armeno [solitaria.9] Rolling Eyes

robba che ar confronto na [solitaria.0] è na calla, 'ngioco pe li regazzini


davero...ma che ne sanno questi Bru'

cio' so' io anna' appresso ar caporale

cio' bbrividi ancora adesso Exclamation

avatar
MARK12G

Messaggi : 136
Data d'iscrizione : 13.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: questi stanno male....

Messaggio  soremilio il Mer Mag 22, 2013 10:00 pm

Io sono per il ripristino della scala Welzenbach. E che si faccia per decreto.

Viva il Re!
avatar
soremilio

Messaggi : 18
Data d'iscrizione : 12.02.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: questi stanno male....

Messaggio  mork il Mer Mag 22, 2013 11:43 pm

soremilio ha scritto:Io sono per il ripristino della scala Welzenbach. E che si faccia per decreto.

Viva il Re!

Io per la Mercalli...
avatar
mork

Messaggi : 1446
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 43
Località : Bolzano

Tornare in alto Andare in basso

Re: questi stanno male....

Messaggio  Tengri il Gio Mag 23, 2013 10:03 am

Fo3-The Awakening ha scritto:
Tengri ha scritto:
Fo3-The Awakening ha scritto:Prob perche per me viene
Scalata
Grado

E le due cose non sono necessariamente collegate.

Dovreste fare un po di bulder per capire quanto é effimero il grado.
Tu tengri fai riferimento a unita di misura certe e misurabili ij tutre le condizioni con certezza matematica.

Un metro è un metro in assenza di gravita, di notte, di giorno etc etc.
Trascende le sensazioni di cui parla buzz.

Un pezzo di roccia è un pezzo di roccia. L uomo l ha gradato ma non avrá mai la certezza del grado peeche le condizioni sono troppe.

Ti faccio un esempio vero. Un tipo ha gradato Orange county 8a, un bloxcco dato 7c, perche dice k ha le dita grosee e la sua sensazione é stata di 8a.
Allora buzz che é grande e grosso dovrebbe gradare un 7a - 8A perche pesa piu di tizio che fa 54kg.

Io vado a cala luna ( esempio non a caso ) e faccio un tiro dato 7a in piena salsedine. La mia sensation è 8a e lo do 8a sballando tutfe le statistiche di cui sopra.


Non si puo aver un grado certo.
L unico vero grado, e scado nella retorica, è o passi o non passi. Il resto sono indicazioni. Prendi la scala brit k mette anche rischio

Non ci siamo capiti. o forse non riesco a spiegarmi ... quindi riscrivo solo la fase chiave OGNI SCALA E' UN'INDICAZIONE. E aggiungo un'astrazione contabile operata dall'uomo. Il grado non esiste. Come non esiste il metro. Come non esistono i paralleli e i meridiani. Lo sanno pure i sassi quindi che cazzo ce lo diciamo a fare?

Se decidiamo di discutere se sono meglio i centigradi o i farhenait, i centimeri o i pollici ... a cosa mi serve qualcuno che mi dice il grado non esiste o la distanza che conta è solo quella che o la copri o non la copri? Ho fatto i 100 metri in 10.2 ... ma che cazzo dici i 100 metri non esistono. sono una burocratizzazione dei piedi dei legionari romani!! E se c'è il vento contrario? E se c'hai le scarpe strette? ....

Diciamo che per discutere di gradi dell'arrampicata bisognerebbe mettere da parte la convinzione che mi sembra abbiamo tutti. Il grado è un'astrazione!!!! ... a questo punto, all'interno di questo presupposto si discute ...


tengri ma caxxo dici

anche se l unità di misura metro l ha decisa l uomo
1mt è sempre un metro come 2+2 fa 4.
sempre e cmq, non esistono eccezioni.

per cui il tuo paragone di qlc post fa delle scale, non ha senso perchè il grado è parecchio soggettivo.
questo è quanto.

Hai letto solo metà di quello che ho scritto. Smile Un metro è un metro ... ma solo per convenzione .... la percezione di quei 100 metri cambia da persona a persona, se c'è il vento e tu sei magro e con le spalle strette e ha piovuto e hai le scarpe da bagnato lo sentirai differentemente rispetto a uno con le spalle larghe il doppio e che quel giorno ha messo le scarpe da asciutto. Du dirai cento metri ... quello ti dirà che gli sono sembrati 200. A prescindere che siano oggettivamente (ma per convezione umana) 100 volte la lunghezza della sbarra di metallo conservata in un museo di Parigi.

ora prendi una via. E invece di chiamarla con il suo grado chiamala con una serie di convenzionali standardizzazioni. Tipo muro a 45 gradi con tacche di 5mm e buchi di circonferenza 4 cm. Puoi continuare a specificare quanto ti pare, sempre di convenzioni parliamo e sempre di elementi misurabili parliamo. il grado è la percezione.

Poi prendi un pendio a 60° e le bandierine. 2km di distanza. Slalom. Il tipo di sci, il vento, il modello degli scarponi. il sonno della sera prima. La percezione di quello slalom non sarà uguale per nessuno degli atleti. E i 2km a 60° a qualcuno sembreranno 1 a qualcuno 4.

Non c'è nessuna differenza. L'unica è che nell'arrampicata si è scelto come punto di riferimento non la mappatura del terreno di gioco, ma la percezione della difficoltà.

In quest'ottica, vista l'aleatorietà della percezione, non vedo come un ostacolo ma semmai l'esatto contrario, il tentativo di segmentare ancora di più e confrontarsi (obiettivo primario di un social media come climbook).

___________________________
In the wrong place at the wrong time. Is it here? Is it now? Will I know?
avatar
Tengri

Messaggi : 1238
Data d'iscrizione : 13.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: questi stanno male....

Messaggio  Ospite il Gio Mag 23, 2013 11:27 am

tengri non ci arrivi proprio
su alcune cose sei a cunicolo acuto.

io non ho mai parlato di percezione dei 100 metri.
ho detto che 100 metri sono sempre e cmq misurabili e sono matematicamente certi così come 2+2 fa 4.
il grado non è matematicamente certo perchè ha una base di partenza (la scala di difficoltà, anzi le scale) che è estremamente soggettiva, cambia a seconda delle zone (il famoso grado old school) e si è assestata (e continua ad assestarsi nel nel corso degli anni)

cambia proprio il punto di partenza per questo il tuo ragionamento non sta in piedi.
il grado di difficoltà dell'arrampicata non è misurabile in maniera matematicamente certa, non potrai mai dire quello è 6b.1 in manire assoluta, ma sarà sempre fino a prova contraria.
mentre potrò sempre dire con assoluta certezza matematica quello è un metro.


Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: questi stanno male....

Messaggio  Ospite il Gio Mag 23, 2013 11:38 am

minkia tengri se lavorassi nel pubblico sarebbe un disastro di burocrazia Laughing

climbook è l esempio lampante del disastro burocratico italiano applicato alla scalata Laughing Laughing Laughing
altro che confrontarsi, come se cambiasse qualcosa da 6b.1 a 6b.2 Laughing Laughing Laughing
è complicarsi la vita Shocked Razz Twisted Evil
guardiamo l applicazione pratica una volta che so che non è 6b.1 ma 6b.3, come lo quantifichi realmente questo GAP cioè quali sono i principi pratici, umori a parte, per cui una via da 6b.1 va a 6b.3?

sono regole a casaccio che non portano un cazzo che servono a farsi un po' di seghe in più

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: questi stanno male....

Messaggio  Tengri il Gio Mag 23, 2013 11:40 am

Si ... io sarò acuto ... ma tu sei ottuso ... e l'insulto prenditelo con bonarietà visto che il primo a insultare sei stato tu dicendomi che "non c'arrivo" ... il che mi ha fatto ricordare uno dei motivi per cui ho smesso di scrivere su questo forum Smile Wink

E leggi con distrazione. Infatti ho scritto : L'unica [differenza] è che nell'arrampicata si è scelto come punto di riferimento non la mappatura del terreno di gioco, ma la percezione della difficoltà.

Il risultato di OGNI esperienza sportiva (chiamiamole così) è il risultato di oggettività + soggettività. Che era ciò che intendevo attraverso gli esempi. E l'arrampicata non differisce dagli altri. Gli stessi 100 metri, come la stessa via (elementi oggettivi) possono essere percorsi da due atleti avendo esperienze percettive completamente diverse sulle quali influiscono un'infinità di elementi. Il velocista non gli dà un nome ... l'arrampicatore lo chiama grado.

Il fatto che il grado sia il punto di riferimento fa si che uno strumento come Climbook, lungi dall'essere inutile, è invece estremamente utile per confrontarsi su "impressioni", "sensazioni" ... Che poi era il discorso da cui si partiva mi sembra.

E' abbastanza elementare questo ragionamento per essere comprensibile?

___________________________
In the wrong place at the wrong time. Is it here? Is it now? Will I know?
avatar
Tengri

Messaggi : 1238
Data d'iscrizione : 13.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: questi stanno male....

Messaggio  Admin il Gio Mag 23, 2013 11:56 am

no secondo me partite da sue concetti diversi. (edit: ho scritto senza leggere l'intervento di tengri sopra questo)

l'arrampicata è come il calcio giocato da ragazzini, senza tempi, a volte con le squadre formate da più giocatori (perché gli altri erano più forti) senza campo, in mezzo alle macchine, sui marciapiedi, storto... e come porte due mucchi di vestiti...
insomma tutto estemporaneità.

lo sport in genere invece cerca criteri di oggettività dove può.
la lunghezza della pista.
la velocità del vento.
il peso sollevato, lanciato.
il campo di gara.
il tempo di gara.
il peso dell'atleta.
l'età dell'atleta.
il genere dell'atleta.


questi valori si incrociano: dove la pista è di lunghezza fissa omolgabile conta il tempo che impieghi come criterio oggettivo che permette d misurare la prestazione aldilà del tempo e dello spazio.

come fare a misurare la prestazione della partita di pallone da ragazzini aldilà del tempo e dello spazio?
come fare a dargli un valore?

visto che tutti gli altri criteri sono variabili.

capisco chi mi dice: (come da ragazzini)
quella partita è stata meglio di quell'altra... più bella! mi sono divertito un sacco.
che sembra essere l'unico criterio accettabile.


se il campo di gara (la via) fosse ogni volta rinnovata... potrebbe essere l'unica soluzione...
ma la via resta.
è percorribile da altri. per un sacco di tempo.
quindi ci si possono scambiare informazioni su di essa, sulla sua specificità.

come fare?
non puoi semplicemente dire: bella, facile. troppo soggettivo.
che vuol dire "facile"? se non ti conosco... che ne so qual'è il tuo criterio di facile?

allora nasce il concetto di scala di difficoltà che sì è soggettiva, ma più l'esperienza aumenta, più si avvicina a criteri di minima oggettività che fanno diventare l'informazione fruibile da terzi.

dire il grado non esiste. il grado è "passo o non passo". ancorché posizione rispettabilissima, è comunque una posizione in contrasto con quella specificità umana che è nello sport, nel gioco, nella vita in genere, il misurarsi, con se stessi, con gli altri, che è una forma per relazionarsi, ovvero comunicare, essendo essere sociali.

Perchè mai avremmo avuto la necessità di definire un'unità di misura come il metro, se non avessimo avuto come individui la necessità di comunicare delle sensazioni ad altri, nel modo più oggettivo possibile?

Si va comunque sempre per approssimazione. perchè un metro, per quanto "un metro" se devo comunicare ad altri uomini delle informazioni, su un percorso, sulla fatica e la difficoltà, dice poco, deve essere integrata da altre informazioni.

e così la scala di difficoltà, i gradi, sono informazioni oggettive per approssimazione.

una contraddizione in termini ma mica tanto. anche "un metro" è tale.

anche un kg è tale.


Admin
Admin

Messaggi : 1938
Data d'iscrizione : 25.11.11

http://www.verticalmente.net

Tornare in alto Andare in basso

Re: questi stanno male....

Messaggio  Admin il Gio Mag 23, 2013 12:07 pm

Quando dico "sensazioni" intendo percezioni fornite dai sensi.

Se ho consapevolezza del tratto di strada da qui a casa mia, non mi riferisco ad esso, dentro di me, quantificandolo in "metri", ma ho perfettamente chiare le sensazioni: il tempo che ci metto per arrivare, la sensazione di fatica, di caldo, o di freddo, di male ai piedi, e di disagio perchè porto un peso, eccetera.

Quando penso ada andare a casa a piedi, visualizzo in questo modo, quel percorso.

Ma se devo dare indicazioni a qualcuno per oggettivare le mie sensazioni, per prima cosa quantifico in una convenzione riconosciuta da entrambi, nelle rispettive esperienze sensoriali: "sono 10 km." "fa caldo" (non c'è bisogno di quantificare il caldo se il mio interlocutore è lì, ma se non fosse lì, se mi riferissi a lui attraverso un racconto, dovrei quantificarlo, e ricorrerei ad un'altra scala, quella celsius: c'erano 33 gradi e (altra scala) 88% di umidità" "ci sono salite" ...eccetera eccetera...


le scale, servono a questo.

per comunicare.


ovvio che l'interlocutore deve avere esperienza diretta di quella scala (o viciniori) perchè 33°C 88% HR devono dire qualcosa per te.
altrimenti serve a un cazzo.

ma se ce l'hai, o puoi avvicinartici, serve eccome.

i gradi, nell'arrampicata, sono ciò che usiamo per comunicare, non diversamente da qualunque altro vissuto della nostra vita, la nostra esperienza.

e in genere facciamo sempre sì che questo nostro comunicare sia il più preciso possibile.

altrimenti potevamo rimanere ai grugniti e i gesti.

Admin
Admin

Messaggi : 1938
Data d'iscrizione : 25.11.11

http://www.verticalmente.net

Tornare in alto Andare in basso

Re: questi stanno male....

Messaggio  Tengri il Gio Mag 23, 2013 12:34 pm

Ad_buzz ha scritto:no secondo me partite da sue concetti diversi.

Sì infatti ... io so acuto e lui è ottuso ... hihihihihihi ... Laughing

___________________________
In the wrong place at the wrong time. Is it here? Is it now? Will I know?
avatar
Tengri

Messaggi : 1238
Data d'iscrizione : 13.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: questi stanno male....

Messaggio  biemme il Gio Mag 23, 2013 12:51 pm

Fo3-The Awakening ha scritto:.... climbook è l esempio lampante del disastro burocratico italiano applicato alla scalata Laughing Laughing Laughing
altro che confrontarsi, come se cambiasse qualcosa da 6b.1 a 6b.2 Laughing Laughing Laughing
è complicarsi la vita Shocked Razz Twisted Evil
guardiamo l applicazione pratica una volta che so che non è 6b.1 ma 6b.3, come lo quantifichi realmente questo GAP cioè quali sono i principi pratici, umori a parte, per cui una via da 6b.1 va a 6b.3?

sono regole a casaccio che non portano un cazzo che servono a farsi un po' di seghe in più

assolutamente d'accordo con te, fo

io lavoro tutto il giorno scontrandomi quotidianamente con la burocrazia, e nel tempo libero, quando vado in montagna o falesia, menefotteilcazzo di star lì a millesimare un grado di difficoltà e spaccarlo in quattro per il solo gusto di confrontarmi e comunicare con il mio amico di salita, o per pubblicarne il resoconto algebrico e algoritmico su climbuk o fesbuk o vm.

se cerco comunicazione coi miei amici di gita/scalata per discutere di una discesa in sci o di una scalata appena terminata, la comunicazione e il confronto li cerco in termini ben diversi che non riducendoli a numeri e algoritmi. checcazzo. dirò loro bellissima salita, una merda assoluta

ogni volta che si introducono questi discorsi sento poi parlare di percezione, percettività, propriocettività, blablabla : enormi, stratosferiche, incommensurabili seghe mentali. se si introducono questi termini allora è assolutamente inutile comunicare agli altri e ancor più inutile parlare di gradi e centesimi di gradi, perchè la mia percezione non sarà mai la tua, potrà essere più vicina o meno vicina alla tua , ma mai uguale, dunque cui prodest? seghe. solo enormi seghe.

se cerco il confronto, vado a tentare una via/monotiro, o la salgo o non la salgo. Ci torno tra 1 giorno, 1 mese, 1 anno, sulla stessa via : salgo o non salgo e tiro le conclusioni. Non sto lì a menare il cazzo a 159 persone, anzi nick, mai visti nè cagati in vita mia, che l'hanno salita ma uno era in giornata di grazia e col vento a favore, l'altro aveva il culo che gli rodeva e la donna che l'aveva lasciato da poco, l'altro ancora gli era morto il gatto e stava giù di morale, un altro ha 30 anni meno di me, l'altro 30 di più. mavvaffanculo. il grado non esiste.

il grado esiste, è un fermo punto di riferimento e un dogma per chi evidentemente si porta in montagna e in falesia, nel we, tutte le tensioni o le inkazzature o le prevaricazioni subìte durante la settimana
avatar
biemme

Messaggi : 2251
Data d'iscrizione : 13.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: questi stanno male....

Messaggio  . il Gio Mag 23, 2013 12:58 pm

cmq la massima espressa da fo, andrebbe incorniciata Laughing


quando ti fai troppe seghe mendali e gradiali in alpinismo ed attività connesse, è perchè sei pippa.

.

Messaggi : 3987
Data d'iscrizione : 15.03.12
Età : 67

Tornare in alto Andare in basso

Re: questi stanno male....

Messaggio  Rugg il Gio Mag 23, 2013 1:01 pm

biemme ha scritto:
Fo3-The Awakening ha scritto:.... climbook è l esempio lampante del disastro burocratico italiano applicato alla scalata Laughing Laughing Laughing
altro che confrontarsi, come se cambiasse qualcosa da 6b.1 a 6b.2 Laughing Laughing Laughing
è complicarsi la vita Shocked Razz Twisted Evil
guardiamo l applicazione pratica una volta che so che non è 6b.1 ma 6b.3, come lo quantifichi realmente questo GAP cioè quali sono i principi pratici, umori a parte, per cui una via da 6b.1 va a 6b.3?

sono regole a casaccio che non portano un cazzo che servono a farsi un po' di seghe in più

assolutamente d'accordo con te, fo

io lavoro tutto il giorno scontrandomi quotidianamente con la burocrazia, e nel tempo libero, quando vado in montagna o falesia, menefotteilcazzo di star lì a millesimare un grado di difficoltà e spaccarlo in quattro per il solo gusto di confrontarmi e comunicare con il mio amico di salita, o per pubblicarne il resoconto algebrico e algoritmico su climbuk o fesbuk o vm.

se cerco comunicazione coi miei amici di gita/scalata per discutere di una discesa in sci o di una scalata appena terminata, la comunicazione e il confronto li cerco in termini ben diversi che non riducendoli a numeri e algoritmi. checcazzo. dirò loro bellissima salita, una merda assoluta

ogni volta che si introducono questi discorsi sento poi parlare di percezione, percettività, propriocettività, blablabla : enormi, stratosferiche, incommensurabili seghe mentali. se si introducono questi termini allora è assolutamente inutile comunicare agli altri e ancor più inutile parlare di gradi e centesimi di gradi, perchè la mia percezione non sarà mai la tua, potrà essere più vicina o meno vicina alla tua , ma mai uguale, dunque cui prodest? seghe. solo enormi seghe.

se cerco il confronto, vado a tentare una via/monotiro, o la salgo o non la salgo. Ci torno tra 1 giorno, 1 mese, 1 anno, sulla stessa via : salgo o non salgo e tiro le conclusioni. Non sto lì a menare il cazzo a 159 persone, anzi nick, mai visti nè cagati in vita mia, che l'hanno salita ma uno era in giornata di grazia e col vento a favore, l'altro aveva il culo che gli rodeva e la donna che l'aveva lasciato da poco, l'altro ancora gli era morto il gatto e stava giù di morale, un altro ha 30 anni meno di me, l'altro 30 di più. mavvaffanculo. il grado non esiste.

il grado esiste, è un fermo punto di riferimento e un dogma per chi evidentemente si porta in montagna e in falesia, nel we, tutte le tensioni o le inkazzature o le prevaricazioni subìte durante la settimana



Io a questi di Climbook gli spaccherei LAZIO VERTICALE sulla schiena......

Certo che c'è gente che nun ci ha nà mazza da fare tutto il giorno.........ecco perché l'Italia va male, troppe braccia rubate all'agricoltura!!!
avatar
Rugg

Messaggi : 1437
Data d'iscrizione : 28.01.13
Località : Dalla vaccareccia nazionale!

Tornare in alto Andare in basso

Re: questi stanno male....

Messaggio  Admin il Gio Mag 23, 2013 1:12 pm

non sono per niente d'accordo... ovviamente.

e secondo me sono più seghe mentali queste che il cercare di comunicare con un minimo di oggettività delle sensazioni attraverso un grado.

dopodiché, climbook molto ma molto meno di un forum offrirà anche a chi ne ha, il modo di perdere tempo, ma ripeto, molto ma molto meno di un forum

e la pagina citata in cima al topic è un'assoluta eccezione infatti.
i commenti sulle vie si limitano a informazioni tecniche tipo "chiodatura pericolosa" o al massimo "bellissima via".

o varie del genere... ma è raro.


quindi caro rugg, è molto probabile che perdi più tempo te su verticalmente che 10 utenti di climbook su climbook (che po, cazzi loro, lo perderanno su fb o altrove)

::::::::::::

biemme o fo. a voi può bastare dire a tizio o caio, delle vostre sensazioni sulla via perché tizio e caio il conoscete e lui conosce voi. quindi la scala è bella che fatta. io so come scali tu in montagna e se tu mi dici che il tiro ti ha impegnato io so che è meglio che non ci vada. fo so come scala e se mi dice che un tiro è bello e facile devo chiedere: quanto facile? fammi un esempio di via che conosciamo entrambi.

altrimenti... cosa semplice semplice... usiamo sta merda di scala chiamata gradi.

.......


le pippe mentali sono molto più le vostre. visto che pretendete di "imporre" una diversità rispetto a quelli che sono canoni comunicativi assolutamente normali nel liguaggio umano.

come se riferendomi a qualsiasi esperienza umana, mi rifiutassi di usare come "seghe mentali" le unità di misura che usiamo da quando abbiamo una sorta di civiltà.

Admin
Admin

Messaggi : 1938
Data d'iscrizione : 25.11.11

http://www.verticalmente.net

Tornare in alto Andare in basso

Re: questi stanno male....

Messaggio  Tengri il Gio Mag 23, 2013 1:27 pm

biemme ha scritto: il grado esiste, è un fermo punto di riferimento e un dogma per chi evidentemente si porta in montagna e in falesia, nel we, tutte le tensioni o le inkazzature o le prevaricazioni subìte durante la settimana

Per carità ognuno ha le sue opinioni. E mi sembra, leggendo, che siano più quelli che dicono che il grado è un riferimento (come un'altro) per confrontarsi sulla percezione a rispettare l'idea di chi la pensa diversamente che il contrario. Le sentenze "sei una pippa" o "ti porti dietro le incazzature quindi non ti sai nemmeno godere il weekend" le state pronunciando voi. Da parte nostra, molto più pacatamente, abbiamo semplicemente detto ... una scala è una scala ... confrontarsi è umano ... ma che vi cambia se le persone usano un metodo o un'altro ... ?

Ma a parte questo ...

il ragionamento che fate quindi riguarda qualunque cosa rientra nel campo delle attività da de-burocratizzare? Quindi anche se ti chiedo "ma l'avvicinamento com'è?" "Quanto c'hai messo l'ultima volta? Ma è meglio la statale o l'autostrada? ... visto il vostro punto di vista (ovvero che la percezione non si condivide tanto la mia è mia e la tua è tua) mi aspetterei risposte del tipo .... ma che te frega vai, prendi a destra prendi a sinistra, leggi i cartelli. chiedi al passante ... prima o poi arrivi. Mica stai al lavoro, è il weekend!!!

Perché poi allora mi chiedo anche, ma se la logica è il grado non esiste (nemmeno come strumento di informazione/comunicazione) ... ma allora tutte le guide che si scrivono sui siti d'arrampicata a che servono? Bastava "è bella vai" "è na merda non c'andare" .....

Che poi mi chiedo pure. Ma se una linea la individui, la chiodi e ne comunichi l'esistenza, che senso ha quell'opera (molto simile a un'opera d'arte) se poi l'unica comunicazione possibile fra te e chi la ripete è (è bella/è brutta) ... come se davanti alla Gioconda fosse inutile condividere percezioni diverse. Come se dal confronto di due percezioni diverse non ne nascesse una terza sintesi delle due ... che poi sarebbe ciò che separa il genere umano dal resto delle specie non dialoganti su questo pianeta.

Ma forse ho capito qual'è il nucleo del contendere. La differenza fra un'esperienza intima, individuale (e fondamentalmente incomunicabile) e una personale e condivisibile ....

Ma continuo a pensare che ci sia qualcosa che mi sfugge .... ma sarà che so acuto ... Smile


___________________________
In the wrong place at the wrong time. Is it here? Is it now? Will I know?
avatar
Tengri

Messaggi : 1238
Data d'iscrizione : 13.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: questi stanno male....

Messaggio  Admin il Gio Mag 23, 2013 1:49 pm

no il punto tengri è loro stessi usano continuamente delle scale.

perché anche la scala "facile-difficile" con qualche aggettivazione intermedia di rito, è una scala.
solo che necessita, per la comprensione, l'appartenenza al medesimo gruppo in cui si è avuta, in passato, la cognizione diretta di cosa significhi esattamente, rapportato a se stessi, il concetto di "facile" o "difficile" o "molto difficile" rappresentato dall'altro.

Insomma: devo conoscerti, per sapere cosa intendi tu per "facile".

E questo vale per TUTTO quello che facciamo.
E per rendere condivisibile l'esperienza delle percezioni umane, abbiamo inventato i parametri che abbiamo cercato di rendere oggettivi, il più possibile.

Ma, per inciso, faccio presente che la misura "metro" è una misura estremamente grossolana e imprecisa per chi ragiona nel suo lavoro in termini di micron che è pari a 0,0001 millimetri.
O di Angstrom, che è pari alla 10-4 micron...

molto più grossolana e imprecisa di quanto lo sia 7a. o 6a+ Very Happy


Ma se non ti conosco? come faccio a rendere percettibile, seppure grossolanamente, l'esperienza ad altri?

Ma no. che necessità c'è. sono seghe mentali. asd


Admin
Admin

Messaggi : 1938
Data d'iscrizione : 25.11.11

http://www.verticalmente.net

Tornare in alto Andare in basso

Re: questi stanno male....

Messaggio  Rugg il Gio Mag 23, 2013 1:57 pm

Per carità sarò "ANTICO", ma mi domando se quelli che hanno fatto vie supreme di arrampicata libera, si siano fatti tutti questi problemi.



Per fare un esempio, "10 piani di morbidezza", chi l'ha aperta, ma si faceva tutte queste domande?



Oppure, N. Riva, F. Tantardini, U. Villotta nel 1991, erano dei gretti, con la clava in mano e mangiavano carne cruda!



Nel 2013, noi, evoluti, stiamo dividendo il mezzo grado o il "+" in 10..........



Per carità, anchio guardo il lunedì mattina, Climbook.......
avatar
Rugg

Messaggi : 1437
Data d'iscrizione : 28.01.13
Località : Dalla vaccareccia nazionale!

Tornare in alto Andare in basso

Re: questi stanno male....

Messaggio  Tengri il Gio Mag 23, 2013 2:10 pm

Pensa che io climbook al massimo lo apro dopo che ho fatto una via per vedere che dicono gli altri che l'hanno fatta ... DOPO ... pensa un po'? E tu sei uno di quelli che parla di seghe mentali ... Smile

___________________________
In the wrong place at the wrong time. Is it here? Is it now? Will I know?
avatar
Tengri

Messaggi : 1238
Data d'iscrizione : 13.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: questi stanno male....

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 5 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum