Gares: completato il "teàz" di Valbona

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Gares: completato il "teàz" di Valbona

Messaggio  alessandro il Mer Ott 07, 2015 4:06 pm

L’antico teàz trasformato in una reggia
Conclusi i lavori per sistemare la vecchia tettoia per animali: da ricovero per vacche a luogo per 20 persone
di Gianni Santomaso

CANALE D'AGORDO. Un'opera avveniristica o uno scempio ambientale? Un servizio per il turismo in quota o una cattedrale nel deserto? Il giudizio resta sospeso ai 1.783 metri di malga Valbona nel gruppo delle Pale di San Martino. È qui, nei pressi della vecchia casera sistemata alcuni anni fa, che il Comune di Canale, insieme con quelli trentini di Siror e di Tonadico, ha deciso di ripristinare l'antico “teàz” che un tempo riparava dalle intemperie il bestiame portato a pascolare negli alpeggi nei dintorni della malga.
I lavori che hanno portato a concretizzare il progetto, redatto dallo studio Parcianello&Partners, sono finiti (in realtà dovevano esserlo il 29 gennaio 2014). Al posto del vecchio “teaz” ora c'è una struttura moderna che, per quanto mimetizzata, salta all'occhio.
La storia che porta alla realizzazione di tale opera è lunga e travagliata. Inizialmente, con i 712.500 euro derivanti dal Fondo Dellai-Galan (annualità 2009), il Comune di Canale aveva pensato a un rifugio. Poi si era vagliata l'ipotesi di un bivacco in località Marùcol sul ciglio dell'altipiano delle Pale di San Martino a circa 2.360 metri di altezza.
«Resto dell'idea che la soluzione del bivacco fosse la migliore», dice oggi il sindaco di Canale, Rinaldo De Rocco «sarebbe venuta fuori una cosa meravigliosa e ne sono ancora convinto. Poi qualcuno a Canale si è messo di mezzo, sbagliando, inoltre sono cambiate le amministrazioni comunali di Siror e Tonadico e così l'ipotesi del bivacco è tramontata».
In realtà anche il mondo della montagna era insorto e, con una raccolta firme, aveva costretto il sindaco al dietrofront. «Abbiamo quindi chiesto di fare il centro dello sci di fondo in Valle di Garés», continua il sindaco, «ma la Regione ha detto no perché bisognava fare qualcosa in quota. A quel punto le soluzioni erano due: o facevamo il “teàz” di Valbona o lasciavamo i soldi ai trentini. Qualcuno mi ha prospettato questa seconda soluzione: ho detto di no».
Così nella primavera 2013 sono stati messi a bando (importo a base d'asta 518.607,22 euro) i lavori per la realizzazione del “teaz” e della sentieristica per l'accesso alle miniere del Sass Négher (attive dal 1450 al 1745 e da cui si estraeva la calcopirite). Aveva vinto la ditta Geocem (importo del contratto 482.606,90 euro), ma in seguito si sono verificati dei problemi. «Questa ditta», dice De Rocco, «poi non se l'è più sentita di andare avanti e ci ha fatto perdere un sacco di tempo. I lavori sono stati affidati così alla Sevis, che li ha completati entro giugno e, con settembre, abbiamo fatto la rendicontazione. Ora rimangono solo da sistemare le pertinenze. Il Comune di Canale ha speso 20-25 mila euro, Siror e Tonadico 12.500 euro a testa».
Quello che si vede oggi è, per dirla con il sindaco, “un teàz con le pareti”. Sono stati creati vari ambienti chiusi da finestre, divisi uno dall'altro, ma collegati da un corridoio interno. Il pavimento è stato decorato con anelli in legno ricavati dal taglio di piccoli tronchi. Il tutto è “nascosto” dal tetto ricoperto con la terra.
Ma ora cosa sarà di tutto ciò? «L'obiettivo», dice De Rocco, «è che non rimanga una cattedrale nel deserto, se seguiremo il mio ragionamento arriveremo a qualcosa che porterà un arricchimento per il Comune». Tale ragionamento è presto detto. Da qui a concretizzarlo la strada appare però tutt'altro che semplice. «A gennaio faremo un bando per la gestione del “teàz”», annuncia il sindaco «l'idea è di trovare qualcuno che lo tenga aperto per quattro mesi all'anno e faccia la manutenzione della zona circostante. Certo bisogna arredare gli ambienti: le due stanze da letto che potrebbero ospitare anche una ventina di persone, la cucina e una sala. Ma ciò si potrà fare in accordo con il gestore: una parte faccio io-Comune e una parte fai tu-privato».

http://corrierealpi.gelocal.it/belluno/cronaca/2015/10/06/news/l-antico-teaz-trasformato-in-una-reggia-1.12216018?ref=hfcablec-8

Ricordate la raccolta firme contro il bivacco in località Marùcol? Questa "cosa" è il ripiego dopo che il primo progetto venne bocciato. A leggere le parole del Sindaco viene da sorridere... c'è ancora AndreaVe che cerca un rifugio da gestire? asd asd
avatar
alessandro

Messaggi : 1090
Data d'iscrizione : 04.01.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gares: completato il "teàz" di Valbona

Messaggio  alessandro il Mer Ott 07, 2015 4:16 pm















Alla fine in questo paese non sono i soldi che mancano, come vorrebbero farci credere, ci sono ma è che vengono spesi ad canis cazzum. Ditemi adesso quale sarà il ritorno economico per Gares? Non c'era altro modo di spendere questi soldi? A sentire il sindaco no: forse serve un po' di cultura e progettualità prima di accaparrarsi i finanziamenti...
avatar
alessandro

Messaggi : 1090
Data d'iscrizione : 04.01.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gares: completato il "teàz" di Valbona

Messaggio  giangi4 il Mer Ott 07, 2015 11:17 pm

posso dire 'bea merda'?
non è neanche colpa del sindaco, è il sistema che è proprio sbagliato.
quella specie di rifugio è messo in posizione sbagliata, sempre all'ombra a qualche decina di minuti dalla capanna comelle, dubito qualcuno voglia dormirci, non ce ne sarebbe ragione.
non lo so, io avrei sistemato la malga in forcella, un piccolo rifugio/agriturismo, avrebbe avuto più senso...così sono proprio soldi buttati...
avatar
giangi4

Messaggi : 196
Data d'iscrizione : 30.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gares: completato il "teàz" di Valbona

Messaggio  kala il Mer Ott 07, 2015 11:22 pm

Finalmente.
Se dormo a Casera Valbona so dove andare a pisciare.
avatar
kala

Messaggi : 1664
Data d'iscrizione : 12.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gares: completato il "teàz" di Valbona

Messaggio  giangi4 il Mer Ott 07, 2015 11:34 pm

e che senso avrebbe dormire alla valbona?
avatar
giangi4

Messaggi : 196
Data d'iscrizione : 30.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gares: completato il "teàz" di Valbona

Messaggio  alessandro il Gio Ott 08, 2015 11:37 am

Il problema è sempre a monte e in questo caso il danno ambientale è la logica conseguenza della mancata progettualità e competenze degli amministratori locali. Non conosco il bilancio del Comune di Canale d'Agordo, ma quei 700 mila euro a disposizione mi paiono parecchi per una realtà così piccola. Sono soldi ricavati dal fondo galan-Dellai per aiutare i comuni veneti "sfigati" al confine con il Trentino. Adesso secondo voi dopo quest'opera, è stato livellato il divario di offerta turistica con Moena per capirsi? Rolling Eyes

Tra l'altro esempi di "sciagure" come questa ci sono già, nel Vicentino per intendersi. Sempre in virtù di questo fondo erano arrivati bei soldi al comune di Valli del Pasubio. Anche qui, invece di privilegiare un modo nuovo di fare e promuovere turismo, hanno investito la somma per realizzare l'entrata monumentale alle gallerie del Pasubio (cercatevi le foto in rete) che sembra più un bunker antiatomico, con l'unico risultato poi di essere subissati di critiche e di aver messo a pagamento il parcheggio che prima era free. Ad Enego con gli stessi soldi vogliono realizzare un mega parcheggio per camper sui prati di Marcesina, la Finlandia d'Italia, e avanti così...

Non se ne esce purtroppo, educhiamoci al sempre peggio parafrasando gongo Neutral
avatar
alessandro

Messaggi : 1090
Data d'iscrizione : 04.01.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gares: completato il "teàz" di Valbona

Messaggio  giangi4 il Gio Ott 08, 2015 12:09 pm

vero che manca la progettualità ma manca anche la continuità dei fondi stessi.
come fa un comune a fare progetti se non gli viene garantito una costanza di soldi con cui sviluppare una certa filosofia?
se voglio costruire una casa mi si deve garantire un reddito e non singoli finanziamenti per comprare prima questo e poi quello...che senso ha avere i soldi per il tetto se prima non ho quelli per le fondamenta?
alla fine i comuni si trovano a cercare di spendere quanto più possibile piuttosto che rinunciare.
anni fa ho lavorato in una biblioteca, sono arrivati dei soldi da spendere in due anni e il bibliotecario ha cominciato a definire un progetto.
poi hanno comunicato che bisognava spenderli entro la fine dell'anno altrimenti sarebbero stati tolti...a quel punto son stati spesi in fretta e furia, sicuramente una parte sono stati sprecati.
risultato: sono stati spesi gli stessi soldi in meno tempo ma molto peggio.
ci possono essere anche idee sbagliate, ci sono sicuramente convenienze economiche per gli amici degli amici, ma questi sistemi a tempo e a gettone non permettono progettualità.
avatar
giangi4

Messaggi : 196
Data d'iscrizione : 30.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gares: completato il "teàz" di Valbona

Messaggio  alessandro il Gio Ott 08, 2015 12:17 pm

Per me rimane un problema di "cultura". Se i fondi arrivassero con continuità, anche ai comuni montani, obbrobri come questo si moltiplicherebbero a vista d'occhio. Basta guardarsi intorno, qui al piano, gli scempi ambientali e paesaggistici fatti negli anni delle "vacche grasse". Che vengono realizzati anche tutt'ora, ma almeno la crisi ha rallentato questo processo. Ma forse nelle realtà più marginali (la montagna) l'ansia di finanziamenti ha aggravato la situazione, nel dover realizzare a tutti i costi qualcosa, di grande, di impattante, visibile, quasi avesse proprietà taumaturgiche. Perchè l'emorragia di turisti va contrastata, il Trentino gode di favori, nessuno fa più le due settimane canoniche di villeggiatura... e via dicendo. Non mi sento di puntare il dito contro nessuno in questo caso, però le potenzialità potevano essere enormi e secondo me con questo progetto se le sono giocate. Felice di essere smentito, ci tengo molto a quella valle Wink
avatar
alessandro

Messaggi : 1090
Data d'iscrizione : 04.01.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gares: completato il "teàz" di Valbona

Messaggio  giangi4 il Gio Ott 08, 2015 12:22 pm

sinceramente...poteva essere peggio.
come con la ferrata del vajont.
mi dispiace per i soldi spesi male ma non succederà niente, rimarranno due progetti buttati lì, poco interessanti ma anche poco impattanti.
avatar
giangi4

Messaggi : 196
Data d'iscrizione : 30.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gares: completato il "teàz" di Valbona

Messaggio  LucaVi il Gio Ott 08, 2015 5:22 pm

Per me è un'inutile schifezza e il posto adesso è molto più brutto. Una volta ci si fermava volentieri, c'era anche una fontanella. Adesso passerei via veloce.
Sono d'accordo con Alessandro, che tristezza e che pochezza culturale!
avatar
LucaVi

Messaggi : 3649
Data d'iscrizione : 11.03.12
Località : Cimolais

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gares: completato il "teàz" di Valbona

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum