Latok II: la tragedia di Óscar Pérez

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

110412

Messaggio 

Latok II: la tragedia di Óscar Pérez




LATOK II, cresta nord-ovest, prima salita integrale e tragedia
http://aaj.americanalpineclub.org/2010/06/latok-ii/

Raccontata da Dougald MacDonald per AAJ da informazioni tratte da Desnivel e un colloquio con Álvaro Novellón

Ma più drammatiche del racconto sono le foto dell'ambiente in cui l'incidente si è verificato.

Ai primi di agosto del 2009, gli alpinisti spagnoli Álvaro Novellón e Óscar Pérez hanno fatto la prima salita completa della cresta nord-ovest del Latok II (7.108 m). Questa notevole scalata purtroppo è finita in tragedia, quando per una caduta durante la discesa è rimasto gravemente ferito Pérez. Nell'impossibilità di trasportare il compagno, Novellón è sceso da solo e ha chiesto aiuto, creando una grande mobilitazione internazionale di salvataggio ma i soccorritori non hanno mai potuto raggiungere il luogo dove Oscar Pérez era agonizzante da giorni.

La coppia aveva già tentato la cresta nord del Latok I, raggiungendo solo circa i 5.800 m per le pessime condizioni della neve. Decidevano quindi di cambiare obiettivo focalizzandosi sul Latok II.
Il 2 agosto hanno cominciato salendo sul versante nord-est della cresta. Hanno fatto il primo bivacco su di un colle a 5600 m tra Latok II e Ogre II (6.950 m). Arrampicando in stile alpino direttamente sulla cresta hanno nuovamente bivaccato a 6.000 metri e ancora a 6.500 m, dove hanno lasciato la loro tenda e i sacchi a pelo. Costretti ad un penosa notte a circa 7.000 metri, hanno raggiunto la vetta il 6 agosto.

L'incidente è avvenuto mentre scendevano verso il campo 3. Per evitare un passaggio complicato sull'accidentato filo di cresta, hanno deviato in piena parete sud-ovest. Mentre attraversavano un pendio di neve instabile, Pérez è caduto tirandosi appresso il compagno legato. La corda è rimasta impigliata sulla cresta di neve salvando la cordata da una caduta che sarebbe risultata fatale per entrambi ma Perez non riusciva più a muoversi.
Dopo aver abbassato il compagno su un terrazzino, Novellón riusciva a guadagnare il Campo 3, nell'intenzione di recuperare i loro sacchi a pelo, cibo e carburante, ma una tempesta lo costrinse a passare la notte lì prima di tornare da Perez.
Nell'impossibilità di calare Pérez oltre, Novellón scese da solo, usando una corda tagliata per fare decine di calate da 30m, giù per più di 1.600 m di terreno insidioso, impiegando un giorno e mezzo.



(1) La cresta nord-ovest del Latok II.
(2) La linea di Novellón e Pérez durante la discesa dalla vetta, al fine di evitare il complesso filo di cresta. Dopo la loro caduta, Novellónabbassò Pérez fino ad una cengia (casella "Repisa") e continuò dino al Campo 3 per rifornirsi. Il giorno dopo tornò da Pérez con i loro sacchi a pelo e cibo. Poi attraversato il filo di cresta scese da solo per più di un giorno e mezzo.
(3) tragitto per ritornare al Camp 3.
(4) La linea ipotizzata dai soccorritori per raggiungere Pérez.




Raggiunto il campo base l'8 agosto, Novellón chiamò il suo club alpino, El Pena Guara de Huesca, che subito iniziò ad organizzare il salvataggio. Entro il 14 agosto un gruppo di scalatori esperti, tra cui Jordi Corominas e l'americano Fabrizio Zangrilli, più un numero di portatori d'alta quota, aveva allestito un campo base sul ghiacciaio del Biafo, sul lato opposto della montagna. Il 15 agosto i soccorritori avevano già installato corde fisse al colle sud, sperando di continuare la cresta nord-ovest e raggiungere Pérez. Purtroppo il 16 il tempo si guastò, bloccando alpinisti ed elicotteri alla base.



Per il lungo periodo di tempo in cui Perez era rimasto solo e in quelle condizioni, alla fine, i soccorritori furono costretti a rinunciare definitivamente.

A_admin

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 16.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Condividi questo articolo su: Excite BookmarksDiggRedditDel.icio.usGoogleLiveSlashdotNetscapeTechnoratiStumbleUponNewsvineFurlYahooSmarking

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum