il buffo slang dell'arrampicatore

Pagina 8 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: il buffo slang dell'arrampicatore

Messaggio  mork il Lun Apr 16, 2012 1:22 pm

Sala boulder, io alla mia socia: "Non andare dinamica, fallo statico, piega il ginocchio, slolotti, accoppi la presa e ti ribalti"
la mia compagnia: "Non ho capito un cazzo!" e sbumm!... giù sui materassi...

Se la conosceste, sapreste che gliel'ho detto apposta, visto che non esiste termine arrampicatorio che le resti in testa mrgreen mrgreen
avatar
mork

Messaggi : 1446
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 43
Località : Bolzano

Tornare in alto Andare in basso

Re: il buffo slang dell'arrampicatore

Messaggio  funkazzista il Lun Apr 16, 2012 1:26 pm

Amiocuggino non ha MAI capito che si dice "lolotte".
Lui continua a dire "devi lottare un casino", ma intende lolottare Very Happy

funkazzista

Messaggi : 430
Data d'iscrizione : 15.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: il buffo slang dell'arrampicatore

Messaggio  funkazzista il Lun Apr 16, 2012 1:45 pm

MauMau ha scritto:quella presa è una saponetta
è unta

funkazzista

Messaggi : 430
Data d'iscrizione : 15.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: il buffo slang dell'arrampicatore

Messaggio  Ravamar il Lun Apr 16, 2012 2:11 pm

A fine di una giornata in cui hai preso tante bastonate su ogni tiro che hai provato puoi esclamare "Ho fatto legna per l'inverno!"


Ravamar

Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 04.04.12
Età : 44
Località : Merate

Tornare in alto Andare in basso

Re: il buffo slang dell'arrampicatore

Messaggio  MauMau il Lun Apr 16, 2012 3:14 pm

funkazzista ha scritto:
MauMau ha scritto:quella presa è una saponetta
è unta

la saponetta è peggio. Unta lo è per i ripetuti passaggi, la saponetta per l'umido

___________________________
Vuelvo al Sur
Como se vuelve siempre al amor
avatar
MauMau

Messaggi : 2175
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 54
Località : Disneyland

http://www.pietradiluna.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: il buffo slang dell'arrampicatore

Messaggio  funkazzista il Lun Apr 16, 2012 4:55 pm

"l'ho fatta al primo tentativo"
Ambiguo francesismo che può significare:
a. (significato originale) il primo tentativo dopo che non si è riusciti a passare a vista (in pratica: al secondo giro)
b. il primo giro su una via che però ha dei tratti in comune con un'altra via che si è già salita (è il caso di connessioni, allungamenti et similia)
c. il primo tentativo "serio" dopo un numero imprecisato di tentativi per "vedere i movimenti" (first redpoint try in inglese). Nota etica: chi lo usa in questa accezione è una pippa asd

funkazzista

Messaggi : 430
Data d'iscrizione : 15.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: il buffo slang dell'arrampicatore

Messaggio  MauMau il Lun Apr 16, 2012 5:07 pm

minchia, ora ricominciamo se vale il primo passato e siamo apposto Evil or Very Mad

___________________________
Vuelvo al Sur
Como se vuelve siempre al amor
avatar
MauMau

Messaggi : 2175
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 54
Località : Disneyland

http://www.pietradiluna.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: il buffo slang dell'arrampicatore

Messaggio  funkazzista il Lun Apr 16, 2012 5:08 pm

MauMau ha scritto:minchia, ora ricominciamo se vale il primo passato e siamo apposto Evil or Very Mad
Se c'è uno slang per dirlo, si asd

funkazzista

Messaggi : 430
Data d'iscrizione : 15.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: il buffo slang dell'arrampicatore

Messaggio  schen il Lun Apr 16, 2012 5:09 pm

MauMau ha scritto:minchia, ora ricominciamo se vale il primo passato e siamo apposto Evil or Very Mad

rilancio il "brown point" ... Rolling Eyes
avatar
schen

Messaggi : 715
Data d'iscrizione : 15.03.12
Età : 52
Località : Vallée d'Aoste

Tornare in alto Andare in basso

Re: il buffo slang dell'arrampicatore

Messaggio  grip il Lun Apr 16, 2012 5:46 pm

in internet ho trovato questo....e' un tuo omonimo maumau?? mrgreen

MauMau ha scritto:


...della roccia

Balconcino: appoggio dove si sta in piedi
Basello: appoggio molto comodo
bistecca: appiglio piatto in genere cavo o da prendere a pinza
bistecca panata: come sopra su una via stra ripetuta
bisunto: molto unto
bombè: una pancia sporgente (dal francese)
Buco di figa, fighetta: buco di chiara forma anatomica
bugnun: cristallo in rilievo, solitamente nel granito
Caminazzo: un camino che sembra riservare sorprese alquanto spiacevoli (strozzature, strapiombi bagnati, roccia marcia, muschio).
Caminulo: un bel camino
canna, cannone: formazione tipica del calcare
carciofino, crispolino: concrezione
cazzo di pietra: stalattite di chiara forma anatomica
cervello : particolare forma di erosione sul bordo di alcuni blocchi di arenaria, che ricorda appunto un cervello.
crepa: fessura
crostini: concrezioni dolorose
di merda: La locuzione più usata, come postfisso per qualunque presa di qualunque forma che non sai se terrai o no (presa di merda, tacca di merda, canna di merda, svaso di merda ecc)
Fessuregna: una bella e invitante fessura (roccia solida, evidentemente protegibile)
Fessurerda: brutta fessura, possibilmente da evitare (poco protegibile, con arrampicata poco intuitiva, roccia marcia).
goccia: tipica presa del calcare
graspolino, sgrugnetto : concrezione e/o cristallo
grattugia: roccia particlarmente tagliente pericolosa in caso di volo
highball, psicobloc: blocco particolarmente alto e pericoloso
insalata: presenzaa di vegetazione in parete
lametta, riga, gillette: tacca particolarmente minima e/o tagliente
liscione, specchio, lavagna: placca particolamente liscia
marcio, marcione, frana: roccia particolarmente brutta
merdina, cacchetta: piccola concrezione
micromerda": appiglio di forma variabile caratterizzato dalle dimensioni ridottissime e dall'elevata probabilità che non si riesca a tenerlo
micronesia: piccola tacchetta
occhiale: due buchi affiancati di cui uno va preso col pollice
pinna: appiglio di dimensioni generose appuntito per la parte sommitale
pinza, pinzetta, pinzatina: presa che va pinzata col pollice
presa a palla da bowling: tre buchi di cui uno da pinzare o due con bidito
Prese in pisciare: tacche svase
ronchione: presa enorme
sabbione: roccia sabbiosa
sgrella: concrezione in abruzzese.
slozza : bagnata (ticinese)
smanza o smaranza: a roma, si dice che una placca/parete smanza o smaranza quando dopo un tratto verticale/strapiombante inizia ad appoggiarsi
soffitto: tetto orizzontale
sporca, lichenosa, muschiosa: roccia sporca
super, galattica, titanica: si dice della roccia particolarmente bella
svasone, piatto, piattone: presa svasata
tacca sincera: buona tacca
tacchetta, reglette, listino, riga: tacca
tiro un po' agricolo, grado agricolo: presenza di vegetazione in parete
unto, viscido, lucido, marmorizzato, acquasantiera: roccia lucidata dai passaggi, ma anche resa umida dalla salsedine
verde : colore assunto da alcune rocce ospitanti licheni (granitoidi, talvolta arenaria) in particolari condizioni di elevata umidità. Si usa quindi per indicare la cattiva aderenza. che schifo, é tutto verde
zanca, ronchia, maniglia, busta, vasca da bagno: presa grossa
zappa: presa grossa

...degli arrampicatori

adepto: dicesi di seguace di teorie mistiche sull'arrampicata
banfone: colui che imbroglia, più o meno ad arte, sulle sue prestazioni
bradipo: persona che scala in maniera particolarmente lenta; solitamente cerca di comprendere a livello mentale qualsiasi movimento per cercare di ottimizzare, ovviamente in questo modo si ghisa e si appende. Spesso i bradipi sono anche degli adepti e continuano ad enfatizzare il lato analitico della scalata scordando totalmente o quasi il lato istintivo. In casi abbastanza isolati ma degni di nota sono degni rappresentanti di una categoria di scalatori dotati di eccezionale resistenza. (non nel caso in questione.)
bradipomissile: climber un po' meno lento o con potenzialità inespresse, detto con simpatia e per incoraggiamento
bue, bisonte: arrampicatore particolarmente robusto e ciccio
caino, caiano, barbacai: ironico verso arrampicatori, solitamente ricoperti da distintivi, riconducibili al CAI
caprone: colui che, nonostante i consigli, si incapponisce a fare di testa sua
carusiano: arrampicatore principiante e seguace di un particolare metodo per l'avviamento all'arrampicata, e/o maestro che adotta il metodo suddetto. Si riconosce perché cerca ossessivamente la posizione "a triangolo" (due piedi, una mano) e si muove con particolare lentezza. é mentalmente incapace di eseguire movimenti dinamici e movimenti su un piede solo.
cinghiale: individuo rozzo e selvatico...oppure colui che si sa muovere bene sui sentieri poco tracciati
classico: arrampicatore che predilige il terreno alpinistico
climber: arrampicatore
criceto: arrampicatore che è solito fare molti giri al pannello. Applicabile anche in falesia quando si fanno le ripetute sali-scendi in velocità su una via
donna gri-gri, femmina da sicura: moglie o fidanzata che sommessamente accompagna il suo partner a scalare e gli fa solo sicura
ff: frocio falesista, uno a cui interessano solo le falesie
fighetta : arrampicatore falesista maschio eccessivamente esigente e spesso amante di stili di arrampicata di resistenza, su muri verticali o poco strapiombanti. Si compiace della propria tecnica e non urla, né imposta passaggi "di forza", anche a scapito del risultato.
gatto: arrampicatore dalle eccezionali doti dicoordinazione e scioltezza, si muove sulla roccia con rapide sequenze di movimenti concatenati tra loro, spesso dinamici.
gibbone: ironico, verso arrampicatore che preferisce le grotte
jollino: seguace delle teorie sull’allenamento di Jolly
libellula: colui che sale una via con grazia
monturato: arrampicatori vestiti con capi Montura, solitamente ironico verso un tipo di scalatori
mulo, toro : arrampicatore dallo stile grintoso e genuino anche se non sempre raffinato, spesso pure "di bocca buona"
palestrato: culturista, uno che ama i muscoli definiti costruiti con allenamenti in palestra
parà: climber particolarmente dedito ai voli
pippa: arrampicatore scarso
placchista lasagnista: ironico verso chi è condannato a far placche non tenendosi sugli strapiombi
placchista: arrampicatore bravo in placca
plasticaro, resinaro: arrampicatore che frequenta solo le palestre indoor
ronchionato, acciaiato: di arrampicatore che non si tiene, scarso
stecco: arrampicatore particolarmente anoressico
una cozza: climber di intelligenza limitata
vecchio scarpone, barbacai, vecchio coglione: alpinista particolarmente classico


...dell'arrampicata

agile volteggio: ironico, di solito si dovrebbe effettuare dopo aver preso un nulla piccolo
allungo: passaggio che richiede una completa distensione
andare in giostra : in voga tra i forti per indicare un lungo e inaspettato volo nel vuoto, con susseguente notevole spendolamento a parecchi metri da terra (cfr lavaredo, tofana, ecc.)
anni ottanta: oramai identifica una tipologia di vie, tecniche e con gradi non regalati
azzebro: variante di A0 (vedi mungere)
bastone, paga, schiaffone, calcio: giornata in cui non si è realizzato niente
bastone, palo: dicesi di grado che sottostima palesemente la reale difficoltà di una via/blocco
black bloc: blocco molto basso, spesso di scarso valore estetico, non necessariamente facile, ma apprezzato da chi non ama cadere da grandi altezze.
bloc, boulder: arrampicata con passaggi molto difficili
blocco, fissaggio, fissaggetto: bloccaggio
calcio nei coglioni: si rivelò una via non particolarmente adatta per riscaldarsi...
cerebrale: si usa talvolta per placche particolarmente difficili da decifrare
chiodatura ascellare: chiodatura troppo vicina, nella quale quando tu passi il rinvio successivo hai quello prima all’altezza dell’ascella
chiudere, scoppiare, stracciare: realizzare una via
ciapa e tira: uno stile che richiede forza, continuità
cont: continuità
dulfer: arrampicata in opposizione
eliminante : passaggio in cui alcune prese e/o formazioni evidenti (es uno spigolo, una fessura) non sono considerate valide. Molto comune e relativamente accettato sui boulder, meno comune e generalmente poco apprezzato in falesia. A volte usato in senso dispregiativo : "é un eliminante del c*##@"
fare, chiudere, realizzare, stampare, asfaltare : salire la via e/o il blocco in arrampicata libera. I verbi sono ordinati secondo l'enfasi : in particolare si suppone che una via "asfaltata" sia stata salita con eccezionale autorità e facilità.
filtro: passaggio difficile che crea un filtro nella via
fissare: tenere una presa difficile (svasa, pinza. Meno usato per tacche e simili) alla fine di un movimento dinamico, con enfasi sul controllo del corpo e dei piedi. come se si avesse la colla sulle mani e sulle scarpette.
flash, flashare: fare una via conoscendo già i movimenti o con suggerimenti
franda, ranza, chioppo, randa: volo
gradi anni ottanta: gradi in voga agli albori dell’arrampicata sportiva, per taluni i “veri” gradi
gradi eurodisney, turistici: gradi volutamente soft per incentivare la visita dei turisti
grado Sharma: non voler dichiarare il grado lasciando un alone di mistero
grado stretto: via gradata con particolare avarizia o seguendo la moda anni '80-'90; può variare in localismi quali "grado sperlonga classica", " grado abbruzzese", "grado grotti"
hard, solido, spesso, pieno: si dice di un grado stretto
headpoint: provare con la corda dall’alto vie particolarmente impegnative mentalmente e poi rifarle in RP o PP
ignorante: si dice di passaggio o arrampicata dove occorre solo tenersi di forza bruta
il chiave: il passaggio o tiro chiave; di solito su via a più tiri.
Incartapecorirsi: passare ore a provare un passo
jump, jetè: lancio
la via è bella: solitamente vuol dire che è dura e che il tipo l'ha liberata.
la via è classica: prende varie accezioni:
-in alpinismo che è una via bella e abbastanza abbordabile
-in arrampicata solitamente è un pugno sui denti con sano vecchio grado stretto
la via è na calla: traducibile in "se ti appendi ti sfotto per l'eternità"
lavorato: provare ripetutamente le vie
legna: via molto impegnativa per il grado assegnatole.
liberare : a roma e dintorni, sinonimo di "realizzare". Nel resto d'italia si riferisce solo e soltanto alla prima salita in libera.
morpho: morfologico
mungere, fare un azzerone: effettuare un passaggio con tecnica artificiale di grado A0
muv: movimento
nuotata, passeggiata, andar per funghi: via a prese grosse che non ha particolarmente impegnato
on sight, a vista: fare una via al primo colpo senza ricognizione
pendolare, fare/tirare una pendola: volare da posizione non allineata al rinvio, con conseguente movimento simile a quello del pendolo.
pink point: fare una via con le protezioni, rinvii, già piazzati
ragliare, cagare fuori: salire malamente, completamente disconnesso, trascindandosi
ragliare: salire con particolare difficoltà, in affanno, con stile poco elegante.
ravanare: faticare molto su una via, arrampicando male, o più nello specifico, trascinare i piedi sulla roccia
redpoint, rotpuntk, RP: salire in buono stile una via, senza riposi, mettendosi i rinvii o le protezioni
resting: riposarsi su un chiodo
retà: ribaltamento (dal francese)
retro-flash: salire al primo giro una via che si ha già fatto OS, flash o RP.
ribadire : effettuare piccoli movimenti di mano per impugnare nel modo più vantaggioso una presa raggiunta in modo non ottimale. Ribadiscila, che sopra é più buona
Ribaltamento, ristabilimento: uscita da uno strapiombo
ruzzare: salire con stile poco elegante e di forza, ma non necessariamente con difficoltà.
sbandierare: ruotare facendo perno su un piede e perdendo contatto con la roccia.
scanto, scantare, scantasti?: avere paura, in siciliano
s-cerinare: perdere un appiglio in modo brusco e repentino con conseguente effetto fiammifero delle dita sulla roccia.
schiaffo: dinamico o lancio solitamente su svaso o piattone che produce il tipico rumore
scusario: bagaglio di scuse che si acquisisce con l'esperienza utilizzato per mitigare le delusioni future o per aumentare i successi.
second go: al secondo tentativo
sequenza: si riferisce alla sequenza dei movimenti di una via
sfarloccare : allontanarsi moltissimo dalla linea degli spit per trovare una soluzione più facile. Ignorare (coscientemente) eventuali eliminanti. Mettere in atto trucchi e astuzie al limite di quanto comunemente accettato come "regolamentare"
sguappare . variante di snappare. "La tacca snappa, il piatto sguappa"
sit, sit start: nel bouldering, partenza da seduti
smaltare: lanciare in modo molto deciso generalmente su piattoni,
snappare: verbo usato quando si scivola repentinamente da una presa o un appoggio, specie se particolarmente piccoli. Il soggetto é la presa. Es : la tacca mi é snappata via
soft, molle, farlocco: si dice di un grado largo
spallatina, spallata: movimento con bloccaggio di spalla
super-lavorato: provare molti giorni, mesi, anni le vie
svasi, o comunque su prese voluminose da avvinghiare con tutta la mano.
tallonaggio, foot hook: aggancio di piede
telecomandato, teleguidato, sotto dettatura: colui che sale ripetendo per filo e per segno le indicazioni del compagno che gli fa sicura
tenersi: indica in generale essere bravi, ma particolarmente tenersi sulle prese
top rope, da secondo: con la corda dall’alto
trad: tradizionale, arrampicata seza spit
trip, viaggio: lunga sequenza difficile, spesso (ma non sempre) tecnica, che ha richiesto all'arrampicatore un notevole sforzo mentale.
trucco: metodo nascosto e difficile da trovare
una scala : arrampicata che non presenta particolari difficoltà, soprattutto dal punto di vista tecnico e/o di lettura. Potrebbe però essere comunque difficile a livello fisico, per alcuni arrampicatori.
una spannellata: dicesi di passaggio atletico, con movimenti ampi e su parete omogenea, che ricorda l'arrampicata su pannelli artificiali.
viaggio, trip, tirone americano: via lunghissima
voltone da gara: via che presenta uno strapiombo tale da sembrare una struttura da gara
yoyo, rotkries: salire lasciando già passati i primi rinvii o, quando si cade, riprendere da terra senza sfilare la corda


...dell'attrezzatura

alien, camalot: marche di friend, ormai entrati nello slang comune
canapone: corda particolarmente rigida e vecchia
canna da pesca: asta allungabile per premoschettnare
coniglio, mago, tattico, papero, furbo, vigliacco: rinvio allungato e rigido
elasticone: corda che quando voli si allunga molto
fix: tasselli ad espansione su cui è avvitata una placchetta
ganci: termine usato da un forte local per chiamare le coppie, i rinvii
il gatto: corda vecchia e pelosa; solitamente si evince a posteriori su frasi del tipo "questa corda miagola" o "ho preso er gatto pe la coda"
Protossido, magnesia: magnesite
Psicologica: Qualunque protezione non in grado di assolvere al compito per cui è stata piazzata.
resinati, fittoni: chiodi infissi ad ancorante chimico
rinvii, coppie, preparati, preparate, express, svelta: rinvii, moschettoni
sacramento: il friend (quando non ne vuol sapere di uscire e tornare all'imbrago)
salcazzi: friend
sbora de cameo: magnesite liquida (trentino)
schifezza, psicologico, improbabile: rinvio su ancoraggio di dubbia solidità, spesso riferito a nut o salcazzo
spadone: chiodo a U di profondità maggiore ai 12 cm
spit: spit, generalmente usato per tutti i chiodi a espansione
Un Gazzelloni : Un bel chiodo, di quelli che "Suonano bene". I Gazzelloni per eccellenza sono gli angolari, per il loro bel suono acuto e confortante quando sono ben piantati.


modi di dire

"corda!", oppure, spesso, "corda por** ***!": richiamo o rimprovero rivolto al compagno distratto per invitarlo a dare corda più rapidamente al fine di permettere il moschettaggio
ah? trad: scusa non ho capito bene il comando di cordata che hai appena profferito. puoi cortesemente ripetere?
alé: incitazione, dal francese
allongiarsi : autoassicurarsi ,tipico degli arrampicatori isolani (sardi & siculi)
Attenti alla fenza: consiglio nell'affrontare un sentiero che possa presentare delle reti o ferro spinato (per chi lo capisce)
avere la cucitrice: quando il polpaccio o la gamba trema in modo incontrollabile
BloccaBloccaBlocca: (detto moolto velocemente) un attimo prima del resting
Cala: indica all'assicuratore di iniziare a far scendere il primo di cordata
c'hai la gamba del parto: hai la gamba che ti trema
di ghisa, acciaiato: essere in preda all’acido lattico, prossimi a cadere
di legno: sono cirdino
dinamizzati: per incitare a muoversi
è duro: difficile
farsi una cicchetta: tipica azione dell'arrampicatore tabagista appena giunto in sosta.
Finita la benza: non si ha più resistenza e si cade
ghisolfa: quando uno è alla frutta, ghisato
ghisone fulminante: l’acido lattico che ti prende improvvisamente perchè non ti sei scaldato bene
ha il freno a mano tirato?: non riesce a partire, decollare
ho i dobermann agli avambracci: avere gli avambracci acciaiati
ho la scimmia, avere la ralla: ho assolutamente bisogno di arrampicare
labirintite : sindrome presente in taluni alpinisti, per lo più arrampicatori della plastica, la cui scarsa capacità di lettura della roccia determina frequenti e ripetute fuoriuscite dal giusto tracciato, pur logico e lineare, di un tiro/monotiro, determinando un andamento, appunto, labirintico, molto spesso alla ricerca el difficile nel facile
labirintite acuta : forma particolarmente aggravata di labirintite, talvolta inguaribile. Comporta abbandono sistematico della via o del monotiro, sulla dx o sulla sx del giusto tracciato (dicesi "cannare" la via o il passaggio), anche di parecchi metri, e anche quando il giusto tracciato è di facilissima e intuitiva lettura, nonchè indelebilmente segnato da presenza di fix, fittoni, chiodi, cordoni, segni di magnesio o addirittura esseri umani che precedono il soggetto affetto da malattia, ma che quest'ultimo non è in grado di vedere, causa la forma acuta di labirintite da cui è afflitto
l'ho fatta praticamente a vista: no comment
me la dò buona uguale: pur non avendola fatta in buono stile uno fa finta di averla fatta...
Milleuno, milledue, milletre .... = La conta dei piccoli movimenti preparatori che fa prima di lanciare chi non sa lanciare, arrivando, appunto, fino a mille senza essersi ancora deciso al lancio. E' detta in modo derisorio da falsi amici genericamente poco comprensivi (generalmente dopo il volo conseguente al maldestro tentativo, i falsi amici in coro " seeeeeee milleuno, milleddue, milletre, e lancia cazzo!!).
Moschetta: consiglio dell'assicuratore al primo di cordata
Non mi regge la pompa!: Non ho abbastanza forza fisica per fare il passaggio
occhio! : indica un pericolo più generico, normalmente viene gridato quando si vola
ohu! trad: ti prego, presta un po' più di attenzione nel farmi sicura
Prendimi!: Un po’ ambiguo, ma pare che in arrampicata indichi il fatto di prendersi in sicura, assicurarmi!
Qual'è i prublema?: Nota inflessione dialettale per sapere la difficoltà di una eventuale intoppo di qualsivoglia genere.
scannerizza le prese: si muove solo dopo aver tastato tutte le prese
Sòn àle arèle: sono alle arelle, situazione peggiore della successiva, quasi disperata.
Sòn ale àse: sono alle assi, non ce la faccio più...
sono duro come un palo: sono ghisato, di legno, non ce la faccio più...ma vado ancora
V+, A0: modo di procedere tipico da vecchio scarpone, barbacai
vai, sei fuori: il passaggio difficile è superato
avatar
grip

Messaggi : 1582
Data d'iscrizione : 26.03.12
Età : 44
Località : nordest

http://www.ilrisuolatore.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: il buffo slang dell'arrampicatore

Messaggio  MauMau il Lun Apr 16, 2012 5:48 pm

io manco me ne ricordavo più di aver fatto sto lavoro, pensa te! mrgreen

___________________________
Vuelvo al Sur
Como se vuelve siempre al amor
avatar
MauMau

Messaggi : 2175
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 54
Località : Disneyland

http://www.pietradiluna.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: il buffo slang dell'arrampicatore

Messaggio  grip il Lun Apr 16, 2012 5:49 pm

MauMau ha scritto:io manco me ne ricordavo più di aver fatto sto lavoro, pensa te! mrgreen

sei vecchio! mrgreen
avatar
grip

Messaggi : 1582
Data d'iscrizione : 26.03.12
Età : 44
Località : nordest

http://www.ilrisuolatore.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: il buffo slang dell'arrampicatore

Messaggio  funkazzista il Lun Apr 16, 2012 5:52 pm

Diamo a cesare quello che è di cesare: MauMau ha iniziato il topic e scritto la gran parte delle voci, tanti altri hanno collaborato aggiungendo altre voci.
cià

funkazzista

Messaggi : 430
Data d'iscrizione : 15.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: il buffo slang dell'arrampicatore

Messaggio  funkazzista il Lun Apr 16, 2012 5:53 pm

MauMau ha scritto:io manco me ne ricordavo più di aver fatto sto lavoro, pensa te! mrgreen
Tranquillo: neanche grip se ne ricordava Laughing

funkazzista

Messaggi : 430
Data d'iscrizione : 15.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: il buffo slang dell'arrampicatore

Messaggio  grip il Lun Apr 16, 2012 6:37 pm

funkazzista ha scritto:
MauMau ha scritto:io manco me ne ricordavo più di aver fatto sto lavoro, pensa te! mrgreen
Tranquillo: neanche grip se ne ricordava Laughing

difatti se non c'eri tu... Razz Razz Razz Razz

ora questo topico si puo' chiudere credo abbiamo gia' detto il dicibile!! asd
avatar
grip

Messaggi : 1582
Data d'iscrizione : 26.03.12
Età : 44
Località : nordest

http://www.ilrisuolatore.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: il buffo slang dell'arrampicatore

Messaggio  funkazzista il Lun Apr 16, 2012 6:40 pm

grip ha scritto:ora questo topico si puo' chiudere credo abbiamo gia' detto il dicibile!! asd
abbiamo chi?!? asd

funkazzista

Messaggi : 430
Data d'iscrizione : 15.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: il buffo slang dell'arrampicatore

Messaggio  flaviop il Lun Apr 16, 2012 7:45 pm

giggio ha scritto:quando il secondo di cordata vuole essere recuperato molto bene:

versione classica:
"tieni la corda a violino"

versione rock:
"tieni teso come la corda della chitarra di Jimi Hendrix
"

Di solito suonava 1/2 tono sotto......meno tesa del normale ..
avatar
flaviop

Messaggi : 44
Data d'iscrizione : 28.03.12
Età : 59

Tornare in alto Andare in basso

Re: il buffo slang dell'arrampicatore

Messaggio  elcanlapo il Lun Apr 16, 2012 8:11 pm

zio billi 8 pagine de sto topico!!! Shocked Shocked ma lavorare mai??
bella storia e complimenti a mau mau per la roba sopra

ammiocuggino anzi ammiozzio chè è dell'era marampon distorge tutti i nomi che si capisce metà di quel che dice tipo freccella=forcella, so ndà rampegar in val moana=val noana,isicein=daisy chain....il resto no go mai capio un casso mrgreen mrgreen mrgreen

avatar
elcanlapo

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 27.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: il buffo slang dell'arrampicatore

Messaggio  MauMau il Lun Apr 16, 2012 9:13 pm

elcanlapo ha scritto:zio billi 8 pagine de sto topico!!! Shocked Shocked ma lavorare mai??
bella storia e complimenti a mau mau per la roba sopra

ammiocuggino anzi ammiozzio chè è dell'era marampon distorge tutti i nomi che si capisce metà di quel che dice tipo freccella=forcella, so ndà rampegar in val moana=val noana,isicein=daisy chain....il resto no go mai capio un casso mrgreen mrgreen mrgreen


grazie, ma non era tutta farina del mio sacco. Se ben ricordo avevano dato una mano tutti e si era arrivati alla fine a questo elenco. Ora che ne facciamo non lo so, fra tre anni apro un altro topico uguale mrgreen

___________________________
Vuelvo al Sur
Como se vuelve siempre al amor
avatar
MauMau

Messaggi : 2175
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 54
Località : Disneyland

http://www.pietradiluna.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: il buffo slang dell'arrampicatore

Messaggio  Ospite il Lun Apr 16, 2012 9:17 pm

Ci sto lavorando con un altra mente, sarà rivisitato e aggiornato :-) ooohhhhh

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: il buffo slang dell'arrampicatore

Messaggio  KAZAN1975 il Lun Apr 16, 2012 9:43 pm

funkazzista ha scritto:Diamo a cesare quello che è di cesare: MauMau ha iniziato il topic e scritto la gran parte delle voci, tanti altri hanno collaborato aggiungendo altre voci.


chiamato?





avatar
KAZAN1975

Messaggi : 805
Data d'iscrizione : 14.03.12
Età : 42

Tornare in alto Andare in basso

Re: il buffo slang dell'arrampicatore

Messaggio  LucaVi il Lun Apr 16, 2012 9:46 pm

L'è un troi!

E' un sentiero, per turisti, insomma una cazzata. Detto da chi sta sotto e ha già fatto la via al compagno impegnato al momento in un passaggio arduo.
avatar
LucaVi

Messaggi : 3615
Data d'iscrizione : 11.03.12
Località : Cimolais

Tornare in alto Andare in basso

Re: il buffo slang dell'arrampicatore

Messaggio  Vigorone il Lun Apr 16, 2012 10:01 pm

MauMau ha scritto:minchia

si vede che sei di Torino!!! Very Happy Very Happy Very Happy
avatar
Vigorone

Messaggi : 81
Data d'iscrizione : 15.03.12
Età : 49
Località : ...una città multietnica ai piedi delle Alpi!

Tornare in alto Andare in basso

Re: il buffo slang dell'arrampicatore

Messaggio  faxalo il Lun Apr 16, 2012 10:44 pm

Mi hai preso ? detto al secondo che deve assicurarti
avatar
faxalo

Messaggi : 66
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 58
Località : Marina di Pietrasanta

Tornare in alto Andare in basso

Re: il buffo slang dell'arrampicatore

Messaggio  MauMau il Lun Apr 16, 2012 11:18 pm

è una cinghialata: avvicinamento in mezzo a rovi e cespugli
ma dobiamo fare quel pratone verticale? Climber guarda preoccupato l'avvicinamento al Wenden
è un'alpinata. Climber preoccupato di dover fare una via classica
un classicone. uno del CAI, un alpinista duro e puro

una cricetata. Una via che sembra un pannello
una pannellata. Idem
mi faccio una nuotata. Una via troppo facile a zanche grosse
una gorillata. Una via a zanche in strapiombo

___________________________
Vuelvo al Sur
Como se vuelve siempre al amor
avatar
MauMau

Messaggi : 2175
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 54
Località : Disneyland

http://www.pietradiluna.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: il buffo slang dell'arrampicatore

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 8 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum