qualcosa di buono

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

080512

Messaggio 

qualcosa di buono




DI DEBORA BILLI

http://crisis.blogosfere.it/2012/05/elezioni-il-movimento-5-stelle-e-il-miracolo-italiano.html

Carini, eh? Questi signori sono i rappresentanti di "Golden Dawn", il partito neonazi che ha preso un bell'8 per cento in Grecia. Neonazi. In Grecia. Teste rasate, facce incazzate e torve, muscoli in evidenza, e fregi che ricordano svastiche.

Succede. Succede, quando un Paese è sull'orlo del baratro e non sa a che santo votarsi. Ed è l'opzione soft, perché quella hard è un casino di piazza senza capo né coda che conduce dritto al golpe militare.

Ai greci è toccato già il golpe finanziario e i cittadini non ce la fanno più. Nella loro scheda elettorale, le solite facce prone ai diktat neoliberisti globali oppure i neonazi che vaneggiano di Patria, Onore, e morte ai banchieri. Si finisce allora col votarli, tanto peggio tanto meglio.

A noi invece è andata di lusso, almeno per queste amministrative. E' sbucata una valvola di sfogo che ha preso il posto che sarebbe stato inevitabilmente occupato da nazisti e pazzoidi assortiti: il Movimento 5 Stelle. Un miracolo italiano. Invece delle teste rasate tatuate, ingegneri e volontari delle ONG. Invece dei razzisti sciovinisti francesi, geologi e insegnanti. Invece dei picchiatori, laureati secchioni che sciorinano dati e cifre. Invece del morte allo zingaro e dalli al cinese, piste ciclabili e orti urbani.

Abbiamo parlato male degli italiani per 15 anni, e poi guarda che ti combinano: unici in Europa a non farsi incantare dalle sirene dell'estremismo nero, si rimboccano le maniche tra cittadini e provano a fare qualcosa che abbia un futuro. Un esempio per tutta l'Unione.

E se ancora ci vedete demagogia, populismo e antipolitica, fate uno sforzo di immaginazione: potevamo a quest'ora stare commentando Forza Nuova all'8%. Come ci saremmo sentiti, allora?

buzz

Messaggi : 7223
Data d'iscrizione : 25.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Condividi questo articolo su: Excite BookmarksDiggRedditDel.icio.usGoogleLiveSlashdotNetscapeTechnoratiStumbleUponNewsvineFurlYahooSmarking

qualcosa di buono :: Commenti

avatar

Messaggio il Mar Mag 08, 2012 9:05 am  trek2005

con i brividi...

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Mar Mag 08, 2012 9:18 am  buzz

sentite Grillo, dal minuto 23,20



questa non è antipolitica.

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Mar Mag 08, 2012 9:35 am  buzz

Devo riconoscere che fra le tante cose che dice beppe Grillo, alcune sono buone altre meno buone, ma sta riuscendo a catalizzare attorno a lui bella gente.
Credo che alle prossime elezioni tornerò a votare e voterò per lui.

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Mar Mag 08, 2012 10:57 am  Tengri

Cis to pensando seriamente anche io ... dopo quasi 10 anni di astensionismo. E non perché creda che il Movimento Cinque stelle rappresenti una svolta. Ma perché sono convinto che rappresenti la SCOSSA che il sistema deve necessariamente subire. L'elettroshock che potrebbe rivitalizzare il cadavere. In questi giorni ho poco tempo per scrivere mannaggia ... ma appena posso sul blog qualcosa metto. Penso sia l'ultimo spiraglio ... poi altro che neonazi ...

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Mar Mag 08, 2012 10:59 am  Topocane

...io non so che pensare, che dire forse...

....però azz, se davvero siam arrivati al punto di (tornare, per tanti a) votare uno come grillo Rolling Eyes

bohh... davvero nn so cosa dirne. per ora

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Mar Mag 08, 2012 11:25 am  biemme

già, decisamente bella gente, ma per ora, bella gente solo a parole

sarà ma imo questo che la billi chiama miracolo italiano meravigliandosi che da noi non sia nato un partito neonazi (mai esistito in italia in numeri preoccupanti), a me pare semplice effetto della profonda differenza politico-culturale tra l'italia e la grecia dei colonnelli, con radici storiche e sociali enormemente distanti, che non si somigliano affatto, a parte la contingenza che ci accomuna (e non solo italia e grecia) nella crisi globale attuale.

questo voto (non dimentichiamolo, sull'amministrazione di comuni eh), mi pare piuttosto un chiaro prodotto della parte sana e costruttiva dell'elettorato di sinistra che, cercando morettianamente qlcs di sinistra, stavolta si è schierato con i cinquestelle così esprimendo il proprio voto di protesta e dando un chiaro segnale di sfiducia se non di addio definitivo al pd degli impicci&imbrogli, dei moderati e dei democristiani in cerca di accordi con udc, cerchiobottisti e merdacce similari.

e questo d'alema&bersani&veltroni non lo capiranno mai e per questo spero siano (nelle prossime politiche) destinati a uscire di scena come e peggio di come è accaduto ieri al pdl, spero

e questo problema, nella sinistra vera, lo hanno ben compreso, e da sempre, solo i vendola, i pisapia, in parte di pietro e pochissimi altri.

e se la POLITICA, quella che va a governare un piccolo comune, ma anche un paese e una società complessa come oggi è la nostra, ha un futuro (se ce l'ha, ripeto), potrà averlo solo con POLITICI come (e mi auguro meglio di) questi ultimi, gente cioè che oltre che le parole, mette in campo anche il proprio culo poggiandolo su una poltrona di responsabilità, locale o di governo, e il culo se lo gioca coi fatti, amministrando la cosa pubblica, rischiando in prima persona, esponendosi anche nei confronti e nei dibattiti - in piazza, in internet e in tv - e non già evitando questi ultimi e rilanciando/urlando con derive demagogiche di piazza dove - e questo è visibile anche in un forum come il nostro - a parole e a buoni propositi, adducendo fin troppo facili argomentazioni e propositi idealistici, di ordine morale e di salvaguardia ambientale, siamo bravi tutti.

parlare di sprechi, tagli, energie alternative, economia, lavoro ai giovani, futuro, senza alcun bilancio da far quadrare nè alcuna responsabilità da assumersi, di questi tempi è un gioco da ragazzi per poter fare breccia su masse di giovani, adulti e anziani, disoccupati, senzalavoro,tutti incazzati fracichi, delusi, inviperiti e disperati.

chi dice che il lavoro di monti & c. lo saprebbe fare un qualsiasi studente di economia, mi fa letteralmente piangere

il signor beppe grillo è il peggiore esempio in questo senso, puzza di demagogia lontano un miglio, e gli va riconosciuto solo il merito di aver generato questo movimento. ma a vederlo bene, grillo è il bossi delle origini della lega

chi ha dato il voto ai cinquestelle sono italiani, mica abitanti della luna, nè greci, nè neonazi mancati. chè gran parte della destra e del pdl si ritrova nella grossa fetta di astensione

gli elettori 5stelle sono persone come noi, stufe di questo status quo, stufe di quei cialtroni e ladri che ci hanno portato a questo delirio in anni di sperperi, furti, falso ottimismo e false promesse. stufe di quella pseudosinistra che nulla ha fatto quando avrebbe dovuto e potuto farlo

persone partecipi della vita pubblica e consapevoli che può esserci una via di uscita, quelle stesse persone che a milano hanno eletto pisapia, a napoli demagistris, ai referendum su nucleare e acqua hanno votato e hanno esultato per la vittoria, al tracollo di berlusconi hanno aperto una bottiglia e brindato alla fine di un incubo

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Mar Mag 08, 2012 11:34 am  buzz

Credo che in primo luogo Grillo bisognerebbe ascoltarlo. Perché giudicarlo da quello che i media presentano di lui è come farsi un'idea dei colori ascoltando uno che predica la cecità.

Del comizio di Palermo ad esempio, l'unica cosa che hanno riportato, strumentalizzandola e distorcendola dal suo contesto, è stata la frase sulla mafia che perlomeno non ammazza quelli che gli danno soldi. (a differenza dello stato che fa ammazzare quelli che spreme con le tasse).
Era una battuta che purtroppo ha un bel fondo di verità, ma a quelli che usano il moralismo per infangare gli altri mentre nella loro vita vivono sguazzando in tonnellate di merda, è servita per estrapolare il concetto che la mafia è meglio dello stato.

In secondo luogo, come dice Tengri, rappresenta l'unico elemento di novità in questo panorama politico bloccato (fin che non riescono a riassorbirlo, certo) in cui destra sinistra centro sono tutti la stessa identica cosa, con le stesse identiche posizioni sui temi essenziali, con la stessa concezione dello stato e del potere.

In terzo luogo perchè sta aggregando intorno quei pochi italiani che ancora credono che si possa cambiare qualcosa in meglio.
E magari non sarà Grillo, il meglio, ma certo non sarà qualcuno negli schieramenti tradizionali di partito. Che sia pdl, udc,pd, sel o qualunque altra sigla.

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Mar Mag 08, 2012 11:40 am  buzz

Bruno siamo distanti mille miglia sulla considerazione di questo governo e di chi lo appoggia.

Non c'è una cosa che ha fatto questo governo che io condivida.
E non c'è una sola cosa fra le molte che avrebbe potuto fare e che avrei condiviso che questo governo ha fatto.

E' mortale, per questo paese. Esattamente come lo è lo schieramento politico che lo appoggia.
Esattamente come Vendola o gente di apparato simile, la cui unica connotazione di sinistra è andare ai cortei per omosessuali.

Certo che gli elettori del M5S sono quelli che hanno votato de magistris a napoli o pisapia a milano.
Certo. E il resto che dici te.

Ma non sono elettori del PD, per fortuna. E non appoggiano questo governo.


Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Mar Mag 08, 2012 12:24 pm  cinetica

cos'ha Vendola che non va ?
Non mi sembra un uomo d'apparato come quelli del pd. O no ?

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Mar Mag 08, 2012 12:54 pm  biemme

Buzz ha scritto:Bruno siamo distanti mille miglia sulla considerazione di questo governo e di chi lo appoggia.

Non c'è una cosa che ha fatto questo governo che io condivida.
E non c'è una sola cosa fra le molte che avrebbe potuto fare e che avrei condiviso che questo governo ha fatto.

E' mortale, per questo paese. Esattamente come lo è lo schieramento politico che lo appoggia.
Esattamente come Vendola o gente di apparato simile, la cui unica connotazione di sinistra è andare ai cortei per omosessuali.

Certo che gli elettori del M5S sono quelli che hanno votato de magistris a napoli o pisapia a milano.
Certo. E il resto che dici te.

Ma non sono elettori del PD, per fortuna. E non appoggiano questo governo.

beh robbè, questo lo pensi tu.

guarda che potremmo essere molto più vicini di quanto tu pensi nel nostro giudizio su mario monti, sul quale in questo contesto non mi ero espresso anche perchè OT.

se vedi bene, il mio giudizio l'ho espresso su chi giudica l'operato di un monti come anche di un pincopalla di quelli ora al governo, con fin troppa sufficienza e demagogia, e mostrando memoria fin troppo corta del perchè ora c'è un mariomonti al governo, appoggiato da tutti e da nessuno, a seconda di ogni misura intrapresa.

quanto a grillo, l'ho sempre ascoltato o visto in internet, e in passato sono anche andato a sentirlo pagando profumatamente il biglietto d'ingresso (a differenza dei comizi politici gratuiti) e ne ho tratto il mio giudizio.

spesso lo apprezzo per ciò che dice. dubito però voglia/riesca a FARE, oltre che parlare. gli do nel contempo atto che sia riuscito già a fare qlcs di buono sensibilizzando anche solo una piccola parte della nostra società sinora dormiente su certi temi

così come noto però che se tu avessi seguito un pelo di più il passato e il presente di un vendola, e di quanto cambiamento ha prodotto già solo a livello di amministrazione locale in un contesto territoriale decisamente non facile e a enorme rischio di criminalità organizzata quale la puglia, forse non avresti concluso che è persona capace solo di andare a cortei per omosessuali, perchè forse questo è ciò che di vendola dicono la destra, la sinistra marcia che lo vede come il fumo negli occhi, e i suoi concorrenti diretti in termini di consenso elettorale come fa grillo ai suoi comizi unilaterali, strumentalizzando e distorcendo la realtà delle cose, ma a parole e slogan, appunto ...

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Mar Mag 08, 2012 12:57 pm  LucaVi

Io sono ancora in alto mare e sebbene condivida alcune vostre osservazioni, riconoscendomi per esempio in quella parte di popolazione che non ne può più degli attuali politici e che per alcuni suoi motivi vota Grillo, per altri miei motivi non voterei nemmeno Grillo.

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Mar Mag 08, 2012 1:09 pm  buzz

@ biemme

La tua posizione e la mia, relativamente a questo governo, l'abbiamo espressa in altre circostanze. Non sto a ripetermi perché è lunga.
Io accetterei una politica di rigore, se fosse indirizzata ad un cambiamento reale delle cose: per esempio, quando grillo parla di statalizzazioni sono assolutamente d'accordo. Altro che privatizzazioni!!
Accetterei i sacrifici se andassero verso una politica economica che preso atto che quella perseguita negli ultimi decenni si è rivelata una merda, iniziasse a dire che occorre invertire la rotta.

Non è che pretendo il governo perfetto, e nemmeno la democrazia perfetta.
Vorrei solo sentire qualcuno che che su alcuni argomenti cardine si esprimesse fuori dal maledetto coro.

Questo non lo sento dire da nessuno, incluso Vendola.
Non l'ho mai sentito prendere nettamente una posizine antitav. per esempio.
e questo è assolutamente essenziale.

Sento invece alcune parole chiave che indicano inversione di rotta nelle parole di Grillo.

Io non sono mai stato vicino a Grillo. Mai.
Ma in questo momento mi sembra che si stia costruendo attorno a lui qualcosa che vale la pena di seguire con attenzione, più di grillo stesso.

Per quanto ritenga in linea di massima l'esercizio del voto una sostanziale illusione, sarei disposto a far finta di crederci e scomodarmi per dare il voto a chi fuori dalle logiche di questa politica mi parla di uno stato che consideri le grandi imprese, le grandi multinazionali, le grandi ricchezze come interlocutori a cui rapportarsi avendo prioritario l'obiettivo del bene comune, e non del proprio o del loro.

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Mar Mag 08, 2012 1:15 pm  trek2005

non vi sfugga che Bossi ha fondato il suo movimento sull'ignoranza rozza e becera di Legaioli, forcaioli e voltagabbana, che avevavo bisogno del "nemico" (terroni e negri) su cui focalizzare la loro attenzione...dovreste sentire Radio Padania, prima di paragonare Bossi a Grillo...sono agli antipodi...
(p.s.: voteri per Grillo ma non voterei per Bossi neanche sotto tortura... )

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Mar Mag 08, 2012 1:57 pm  virgy

Buzz ha scritto:@ biemme

La tua posizione e la mia, relativamente a questo governo, l'abbiamo espressa in altre circostanze. Non sto a ripetermi perché è lunga.
Io accetterei una politica di rigore, se fosse indirizzata ad un cambiamento reale delle cose: per esempio, quando grillo parla di statalizzazioni sono assolutamente d'accordo. Altro che privatizzazioni!!
Accetterei i sacrifici se andassero verso una politica economica che preso atto che quella perseguita negli ultimi decenni si è rivelata una merda, iniziasse a dire che occorre invertire la rotta.

Non è che pretendo il governo perfetto, e nemmeno la democrazia perfetta.
Vorrei solo sentire qualcuno che che su alcuni argomenti cardine si esprimesse fuori dal maledetto coro.

Questo non lo sento dire da nessuno, incluso Vendola.
Non l'ho mai sentito prendere nettamente una posizine antitav. per esempio.
e questo è assolutamente essenziale.

Sento invece alcune parole chiave che indicano inversione di rotta nelle parole di Grillo.

Io non sono mai stato vicino a Grillo. Mai.
Ma in questo momento mi sembra che si stia costruendo attorno a lui qualcosa che vale la pena di seguire con attenzione, più di grillo stesso.

Per quanto ritenga in linea di massima l'esercizio del voto una sostanziale illusione, sarei disposto a far finta di crederci e scomodarmi per dare il voto a chi fuori dalle logiche di questa politica mi parla di uno stato che consideri le grandi imprese, le grandi multinazionali, le grandi ricchezze come interlocutori a cui rapportarsi avendo prioritario l'obiettivo del bene comune, e non del proprio o del loro.


mi sento vicinissima a questo post
come mi sento lontana (per ora) da tutto l'operato di Monti

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Mar Mag 08, 2012 2:00 pm  Tengri

Provo anche io a chiarire la mia posizione perché nella fretta che ho oggi quella frase potrebbe essere fraintesa.

Io non faccio parte del M5S. Me lo hanno anche chiesto (ho un'amica che ne fa parte). Ho rifiutato.

Non sto dicendo che Grillo sia la soluzione del male italico.

Andare a votare, poi, è come versare un po' d'acqua di fonte nel Gange e fare le abluzioni sperando di non beccarsi la rabbia. Non è un'illusione Buzz. E' una strategia. E' lo strumento con cui chi realmente governa fa si che il popolo bue rettifichi di fatto lo status quo. E questo lo è per chiunque riesca a guardare con occhi laici ciò che gli succede intorno. Lontano dal tifo. Lontano dalle religioni.

Quindi, se mai dovessi tornare a votare (e il dubbio è grande come una casa) ... in questo momento voterei per i candidati di Grillo. Badate bene ... I CANDIDATI DI GRILLO ... non per Grillo. E la differenza è sostanziale. Se vi guardate chi sono quelle persone troverete professionisti di ogni genere. Il candidato a Genoca è un'informatico leader del movimento locale Anti Tav. E perché non dare fiducia ad uno così invece che a un Fassino del cazzo? Quali sono le competenze gestionali di Fassino al Comune di Torino ad esempio? La sua militanza nel PCI-PDS-PD? E che cazzo di competenza è? L'unica competenza di Fassino (e di tutti gli amministratori di professione) sono le RELAZIONI. Leggasi la capacità di mobilitare interessi spesso al limite della legalità. Inciuciare con i banchieri, fare favori a questo o a quello per ingrossare le casse di un'organizzazione semicriminale che solo per caso si chiama partito politico ....

Ma per favore. Ma chi lo dice che i Politici di professione sono meglio dell'ingegnere o dell'informatico o del dottore nelle liste di Grillo? il bilancio del comune non lo fa mica il Sindaco. Il Sindaco si contorna di gente ... li trova al comune i tecnici che fanno i calcoli ... ma è il Sindaco che da la linea. I soldi al pincopallo di turno per fare l'autostrada finta non glieli do. Ci faccio gli asili nido. Ecco ... penso sia ora di dare fiducia a nuova gente ... a gente che dice (e sembra anche FARE) cose diverse e più orientate verso gli interessi degli amministrati.

Poii è chiaro Biemme ... le cose vanno verificate nei fatti. Ma non pensiamo che sia anche il momento di mettere alla prova qualcuno che non sia già stato messo alla prova milioni di volte mettendolo sempre nel culo a chi lo aveva votato?

Ti dirò. Sui politici la penso proprio al contrario. A me i politici di professione fanno proprio paura. La professione del politico è la garanzia di una saldatura perenne fra gli interessi che la democrazia (pensata) avrebbe in realtà dovuto dividere in nome della giustizia sociale. Se c'è una cosa che Grillo dice giusta è "2 mandati e poi a casa". Mai più nelle liste elettorali. Altro che Andreotti a vita.

Così il politico lo farebbe chi veramente lo vuole fare. Per uno stipendio normale. Come chi fa il poliziotto, l'insegnante, il medico.

Forse, e dico forse perché l'uomo è essere veramente strano, senza la professione del politico, senza le militanze ideologiche, si riuscirebbe a realizzare quella democrazia di cui il sistema elettorale ha bloccato da secoli lo sviluppo.

E con questo non ho assolutamente detto che voterò Grillo eh ... ho detto che è una delle possibilità che prendo in considerazione per tornare alle urne in un momento in cui il sistema soffre di un sussulto non ancora metabilizzato che dà la possibilità a qualcuno non inquadrato e asservito di fare capolino ...

Ma non escludo che per quando ci saranno le politiche la ferita sarà già stata rimarginata ... da un nuovo sistema elettorale che impedisce a chi non è allineato di presentarsi? Da nuove norme sulla candidabilità? Da un posticipo? Chissà ... tanto le regole le fa chi poi le dovrebbe subire ....

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Mar Mag 08, 2012 2:24 pm  buzz

Tengri ha scritto:

Andare a votare, poi, è come versare un po' d'acqua di fonte nel Gange e fare le abluzioni sperando di non beccarsi la rabbia. Non è un'illusione Buzz. E' una strategia. E' lo strumento con cui chi realmente governa fa si che il popolo bue rettifichi di fatto lo status quo. E questo lo è per chiunque riesca a guardare con occhi laici ciò che gli succede intorno. Lontano dal tifo. Lontano dalle religioni.

Il voto è una pura illusione se lo si pensa come ce lo disegnano: lo strumento democratico per cambiare le cose.
Ma è tuttavia l'unico strumento, sottolineo l'unico, per quanto largamente meno efficace di quanto venga decantato, di incidere nella dinamica delle cose.
Con tutti i limiti possibili, derivanti dal fatto che:
prima) è possibile influenzarlo tramite media, propaganda, disinformazione, leggi elettorali, brogli, minacce, compravendita
dopo) è possibile invalidarlo tramite leggi, violenza, compravendita, mistificazioni

tuttavia in una fase come questa, di grande incertezza, potrebbe anche avere degli effetti imprevedibili.

È molto probabile che ora si verifichi una grande mobilitazione per disinnescare il movimento che va aggregandosi attorno a Grillo. Le macchine del fango e della calunnia opereranno a pieno regime, sotto i riflettori; nel contempo, in zone più oscure, partiranno le trattative e le minacce, le compravendite e le lusinghe. In più si scervelleranno per escogitare una legge elettorale che minimizzi i danni.

In condizioni normali il movimento 5stelle non avrebbe chanches di superare il 4-5% dei voti.
Ma queste non sono condizioni normali: c'è una crisi profonda, sia economica che istituzionale. I partiti sono assolutamente privi di figure carismatiche. La gente è rabbiosa nei loro confronti.

Certo, in ogni caso, come dicevi: le regole le fa chi poi oggi dovrebbe subirle, per cui non ci si può fare soverchie illusioni.
Con molto scetticismo, aldilà delle considerazioni sulla buona fede di chi si sta impegnando in questo movimento, ovvero non perché non creda che non farebbero quello che promettono di fare, ma perché non credo che glielo permetteranno, in ogni caso mi sentirei oggi di dargli il mio appoggio.

Domani che ne so. Staremo a vedere.

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Mar Mag 08, 2012 2:30 pm  cinetica

perfettamente d'accordo con tengri, che i tecnici debbano fare i tecnici e i politici i politici è una gran fesseria.
Un tecnico può benissimo saper fare anche il politico semmai non è affatto vero il contrario: un politico "di professione" quasi mai ha le dovute competenze per fare il tecnico. In Svizzera e in altri Paesi con una classe politica meno indecente della nostra, i professionisti "prestati" alla politica sono la normalità. Pure nelle aziende private, se vogliamo fare un paragone, i manager sono spesso dei tecnici che han fatto carriera.

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Mar Mag 08, 2012 6:50 pm  LucaVi

Un elemento che non abbiamo ancora messo nel piatto è che in queste ultime elezioni l'astensionismo prevale di gran lunga nella destra. E questo non so bene cosa produrrà un domani.

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Mar Mag 08, 2012 7:04 pm  AndreaVe

LucaVi ha scritto:Un elemento che non abbiamo ancora messo nel piatto è che in queste ultime elezioni l'astensionismo prevale di gran lunga nella destra. E questo non so bene cosa produrrà un domani.
Io ringrazio di non aver dovuto votare in questa tornata elettorale.
Forse avrei votato anch'io per il partito dell'astensione questa volta. E la cosa non mi piace.

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Mer Mag 09, 2012 8:12 am  buzz

LucaVi ha scritto:Un elemento che non abbiamo ancora messo nel piatto è che in queste ultime elezioni l'astensionismo prevale di gran lunga nella destra. E questo non so bene cosa produrrà un domani.

Infatti bisognerebbe verificare il numero dei voti nei vari collegi, quanti prima e quanti dopo.
Ma questa operazione banale, però l'unica significativa, i nostri commentatori politici non la fanno mai.

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Ven Mag 11, 2012 10:38 am  Admin

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Ven Mag 11, 2012 2:48 pm  virgy

grande Travaglio!

Tornare in alto Andare in basso

avatar

Messaggio il Ven Mag 11, 2012 6:28 pm  trek2005

virgy ha scritto:grande Travaglio!
è la stessa frase che dicesti per ben due volte circa una ventina d'anni fa... Very Happy

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio il Ven Giu 15, 2012 11:07 am  .

...qui..anzi lì

qualcosa di buono

http://www.serviziopubblico.it/fatti_e_persone/2012/06/14/news/islanda_l_ora_del_riscatto.html

Tornare in alto Andare in basso

Messaggio   Contenuto sponsorizzato

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum