Vivere in montagna

Pagina 6 di 11 Precedente  1, 2, 3 ... 5, 6, 7 ... 9, 10, 11  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Vivere in montagna

Messaggio  trek2005 il Sab Nov 03, 2012 8:02 pm

wolf house...occhio ai fuori standard...costano cari!! Very Happy
avatar
trek2005

Messaggi : 710
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 56
Località : Busto Arsizio

http://www.aafc.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vivere in montagna

Messaggio  Aristotele il Sab Nov 03, 2012 8:39 pm

trek2005 ha scritto:wolf house...occhio ai fuori standard...costano cari!! Very Happy

Sì lo so, intanto chiedo un preventivo x lo standard, poi vediamo.
Sono comunque dell'idea che un certo lasco di modifiche siano previste perché non sempre si può montare la casa così come sta, almeno non in Italia..
avatar
Aristotele

Messaggi : 29
Data d'iscrizione : 26.09.12
Località : Padova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vivere in montagna

Messaggio  trek2005 il Sab Nov 03, 2012 8:44 pm

Intanto i costi "particolarmente bassi" sono al netto di qualsiasi struttura accessoria.
I costi bassi sono generati da strutture geometricamente semplici ...
Le fondazioni o il piano cantinato non sono comprese (ovviamente).
Le dotazioni sono standard e sono decise a priori da catalogo, marche comprese,
quindi verifica che le marche che intendono installarti siano poi rintracciabili
facilmente sul mercato italiano per manutenzioni o riparazioni.
Pertanto attenzione: ogni volta che chiedi qualcosa di diverso i costi salgono moltissimo.
Non è detto che le dotazioni "domestiche" siano compatibili con quelle necessarie per un BB.
(per esempio le altezze interne dei locali)
Occorre una verifica da parte del TUO tecnico...

Buon divertimento...sii scettico e ti salverai!! Very Happy

comunque, oltre a wolf haus, ci sono anche altri partner di Casaclima
avatar
trek2005

Messaggi : 710
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 56
Località : Busto Arsizio

http://www.aafc.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vivere in montagna

Messaggio  Aristotele il Dom Nov 04, 2012 8:22 am

Certo trek, starò attento a tutto, considera che sono anche del mestiere e quindi le cose le so.
Però noi abbiamo sempre costruito in muratura, 'vecchia scuola', e quindi con le case in legno sono vergine.
Non è detto che debba essere un b&b, vediamo. Se non costa molto il complesso magari intanto ci possiamo andare ad abitare e trovare lavoro la, poi in seguito si vedrà. In effetti a me basta cambiare.aria e lavoro per 'guarire', il b&b era una cosa in più, per il futuro.
avatar
Aristotele

Messaggi : 29
Data d'iscrizione : 26.09.12
Località : Padova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vivere in montagna

Messaggio  Albertagort il Dom Nov 04, 2012 10:48 am

per la legna in agordino funziona che vai in comune, magari in primavera, e chiedi per la "parte di legna". Loro ti danno una zona, magari anche un pò inculata, dove tagliare un tot di alberi. Te ne danno che bastino per scaldarsi dignitosamente. Il problema è che bisogna avere l'attrezzatura per tagliare e trasportare a valle.
Costo della "parte": una decina di euro o poco piu.

La cosa fondamentale in montagna, parlo purtroppo per esperienza, è l'isolamento termico. Sennò rischi di spendere migliaia di euro all anno tra legna e gpl\metano\gasolio. Considera che a fondovalle , di norma, si va sui -5,-8 di notte (poco sopra al fondovalle fa invece piu caldo, per motivi di inversione termica). Se possibile considera l'opzione di un edificio in posizione molto soleggiata, sai il risparmio...

Non mi ricordo di cosa ti occupi nella vita. Comunque se fossi in te mi orienterei sulla valle del bios. Piu comoda, piu nevosa, piu bella, meno teste da cazzo
avatar
Albertagort

Messaggi : 83
Data d'iscrizione : 02.04.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vivere in montagna

Messaggio  Aristotele il Dom Nov 04, 2012 12:59 pm

Albertagort ha scritto:per la legna in agordino funziona che vai in comune, magari in primavera, e chiedi per la "parte di legna". Loro ti danno una zona, magari anche un pò inculata, dove tagliare un tot di alberi. Te ne danno che bastino per scaldarsi dignitosamente. Il problema è che bisogna avere l'attrezzatura per tagliare e trasportare a valle.
Costo della "parte": una decina di euro o poco piu.

La cosa fondamentale in montagna, parlo purtroppo per esperienza, è l'isolamento termico. Sennò rischi di spendere migliaia di euro all anno tra legna e gpl\metano\gasolio. Considera che a fondovalle , di norma, si va sui -5,-8 di notte (poco sopra al fondovalle fa invece piu caldo, per motivi di inversione termica). Se possibile considera l'opzione di un edificio in posizione molto soleggiata, sai il risparmio...

Non mi ricordo di cosa ti occupi nella vita. Comunque se fossi in te mi orienterei sulla valle del bios. Piu comoda, piu nevosa, piu bella, meno teste da cazzo

Beh, grazie per il consiglio spassionato ! rotfl

Riguardo il consiglio termico ne ero cosciente. Infatti con la casa in legno, che è coibentata in classe A, questo problema verrebbe meno. Poi con gli anni potrei installare il fotovoltaico e il solare termico (anche se dubito che in montagna possano servire a qualcosa, specie il solare termico).
Riguardo il mio lavoro, sono un costruttore edile.
avatar
Aristotele

Messaggi : 29
Data d'iscrizione : 26.09.12
Località : Padova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vivere in montagna

Messaggio  trek2005 il Dom Nov 04, 2012 1:06 pm

Aristotele ha scritto:Beh, grazie per il consiglio spassionato !

Riguardo il consiglio termico ne ero cosciente. Infatti con la casa in legno, che è coibentata in classe A, questo problema verrebbe meno. Poi con gli anni potrei installare il fotovoltaico e il solare termico (anche se dubito che in montagna possano servire a qualcosa, specie il solare termico).
Riguardo il mio lavoro, sono un costruttore edile.
l'ultima frase era già evidente...mentre credo che senza fotovoltaico e solare termico (per'altro obbligatori almeno qui da noi)
sarà difficile che la casa vada in classe A...pur rimanendo una casa ottimamente isolata con consumi contenuti se non irrisori
paragonati a quelli del vicino di casa... Very Happy
eniuei...il solare termico in montagna serve specie per fare la doccia in estate...
o per avere l'acqua calda per la pasta, fino a sfruttare l'acqua già calda per
lavare i piatti e far andare la lavatrice...
avatar
trek2005

Messaggi : 710
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 56
Località : Busto Arsizio

http://www.aafc.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vivere in montagna

Messaggio  Aristotele il Dom Nov 04, 2012 2:49 pm

Ti correggo, per essere in classe A basta essere predisposti per il fotovoltaico (più in generale, per fonti energetiche rinnovabili) al momento del rilascio della concessione edilizia.
Il solare termico a mio avviso non serve perché d'inverno, quando produrrebbe quel tantino che basta per scaldare un po' l'acqua, probabilmente è coperto di neve. Meglio utilizzare un boiler scaldabagno, bello grande, collegato al fotovoltaico.
Quello sì che serve, perché se anche d'inverno è coperto di neve, d'estate - se la casa è ottimamente irraggiata - produce molto e si compensa con quello che non produce d'estate. Facendo lo scambio sul posto, si conguaglia annualmente e, nell'ipotesi di essere solo noi due in casa, sarebbe più l'energia che "vendiamo" ad Enel (anzi a Terna) che quella che spendiamo per noi. In questo modo le bollette rimangono basse e puoi permetterti di avere uno scaldabagno elettrico al posto dell'acqua sanitaria via gas.
Questo introduce anche la possibilità di radiatori a corrente (vedi modelli tipo "scaldasalviette" ad olio), che consumano un disastro ma tanto a me che mi frega (se il discorso di poc'anzi è valido), e stufa canalizzata che vada a legna (e a corrente per "spingere" l'aria nelle stanze), e gas per cucinare via bombola di GPL. La casa che avevamo una volta in montagna non aveva collegamento metano, la bombola di GPL ci durava almeno due estati ed un inverno. E noi eravamo in tanti e mangiavamo tanto Wink

Insomma se si può pensare ad un impianto fotovoltaico, ci sono molte più opzioni disponibili in materia di riscaldamento e acqua sanitaria. Ovviamente non bisogna soffermarsi su impianti di 3 kW, ma bisogna andare oltre, almeno 6-7, altrimenti non conviene più. Prevedo, ad oggi (e questo è molto variabile perché i prezzi sono in caduta libera al momento), di spendere circa 30-32 mila euro per un impianto solare da 6-7 kW.
Nota: l'amico che mi raccontava l'aneddoto della signora Toyota di qualche post fa, di mestiere installa pannelli fotovoltaici e la stima me l'ha data lui (che tra l'altro mi ha fatto l'impianto in ufficio). Ritengo sia affidabile.
avatar
Aristotele

Messaggi : 29
Data d'iscrizione : 26.09.12
Località : Padova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vivere in montagna

Messaggio  Aristotele il Dom Nov 04, 2012 2:56 pm

Riguardo la valle del Biois, è più o meno la zona che stavo guardando anche io.
Se non sbaglio, è "due valli più sotto" della vallata di Arabba e Livinallongo, giusto ? Più sotto c'è Malga Ciapela, e ancora più sotto la valle del Bois, con Canale d'Agordo, Falcade e Vallada.
Scusate ma non sono pratico di vallate.

Purtroppo una prima ricerca immobiliare non ha prodotto risultati sui paesi di questa vallata. Bisogna andare sul posto a vedere, anche perché ho capito che gli indigeni locali non sono molto socievoli e probabilmente le proprietà in vendita se le passano tra loro.
Falcade sembra un gran paese: ci sono passato un paio di volte per andare a Moena, e non ci ho fatto molto caso. Wikipedia la segnala come ottima meta turistica, uno paese del circondario potrebbe fare al caso mio.
avatar
Aristotele

Messaggi : 29
Data d'iscrizione : 26.09.12
Località : Padova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vivere in montagna

Messaggio  trek2005 il Dom Nov 04, 2012 2:58 pm

Aristotele ha scritto:Ti correggo, per essere in classe A basta essere predisposti per il fotovoltaico (più in generale, per fonti energetiche rinnovabili) al momento del rilascio della concessione edilizia.
potrei non essere preciso ma la classe energetica di un edificio viene fatta "a consuntivo"...
essere predisposti per i pannelli non vuol dire averli installati...

ma stiamo andando OT e credo che la cosa interessi poco il tema di vivere in montagna... Wink
avatar
trek2005

Messaggi : 710
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 56
Località : Busto Arsizio

http://www.aafc.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vivere in montagna

Messaggio  Aristotele il Dom Nov 04, 2012 3:31 pm

Hai ragione, comunque fidati. Gli ultimi interventi che ho fatto e sto facendo sono tutti così.
La voce più grande è appunto il risparmio termico. Fatto quello, puoi arrivare in classe A con l'energia elettrica pulita anche solo aderendo a quelle offerte tipo Edison o un'altro che non mi ricordo il nome che ti garantiscono la provenienza da fonti rinnovabili.
avatar
Aristotele

Messaggi : 29
Data d'iscrizione : 26.09.12
Località : Padova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vivere in montagna

Messaggio  LucaVi il Dom Nov 04, 2012 4:32 pm

Sempre che tu sia vero e non quel che io mi immagino, ritengo assurdo che tu voglia andare a vivere in una vallata alpina cercandola con Wikipedia.

Fotovoltaico o meno.
avatar
LucaVi

Messaggi : 3607
Data d'iscrizione : 11.03.12
Località : Cimolais

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vivere in montagna

Messaggio  Aristotele il Dom Nov 04, 2012 5:06 pm

Non capisco proprio perché tu mi odi a priori, ma cosa ti ho fatto ?

1) non ho idea di chi diavolo parli
2) Uso Wikipedia perché:
- al momento non ho i soldi per poter fare un viaggio e/o andare direttamente sul posto per vedere di persona;
- prima di andare in qualche parte, visto che le dolomiti sono grandi, dovrei inquadrare la zona.

avatar
Aristotele

Messaggi : 29
Data d'iscrizione : 26.09.12
Località : Padova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vivere in montagna

Messaggio  Albertagort il Dom Nov 04, 2012 5:15 pm

se sei chi dice lui, sei comunque un grande per l'abilità con cui sostieni il ruolo.

se non lo sei, va bene wikipedia, ma in che senso non hai i soldi per venire a vedere? non penso che abiti in giappone. Con 200 euro un fine settimana te lo fai. se ti mancano i 200 euro, come fai a fare progetti di investimenti? Si insomma è ovvio che prima di decidere un posto definitivo è meglio conoscere bene i pro e i contro, anche se l'ostilità del visenta francamente non la capisco. Mi sembra di avere a che fare con quei vecchi alpinisti brontoloni del tipo "non si impara niente sui libri ecc..."
avatar
Albertagort

Messaggi : 83
Data d'iscrizione : 02.04.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vivere in montagna

Messaggio  LucaVi il Dom Nov 04, 2012 6:09 pm

Scusami Albert, io non odio quasi nessuno e non certamente uno che dice di non sapere niente delle vallate ma vuole andare a vivere in una vallata cercandosela su internet.
Conosco solo due tipi che potrebbero azzardarsi a tanto. Vuoi che siano tre?
E ribadisco, questa discussione è diventata assurda.
avatar
LucaVi

Messaggi : 3607
Data d'iscrizione : 11.03.12
Località : Cimolais

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vivere in montagna

Messaggio  trek2005 il Dom Nov 04, 2012 6:12 pm

LucaVi ha scritto:Scusami Albert, io non odio quasi nessuno e non certamente uno che dice di non sapere niente delle vallate ma vuole andare a vivere in una vallata cercandosela su internet.
Conosco solo due tipi che potrebbero azzardarsi a tanto. Vuoi che siano tre?
E ribadisco, questa discussione è diventata assurda.
Very Happy
avatar
trek2005

Messaggi : 710
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 56
Località : Busto Arsizio

http://www.aafc.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vivere in montagna

Messaggio  Aristotele il Dom Nov 04, 2012 6:13 pm

Sentite, fatemi una cortesia, potreste spiegarmi una volta per tutte chi è sto tipo con cui mi confondete e che ha fatto per meritare tanto schifo ?

Riguardo al discorso di pianificare, è esatto quello che dici, però al momento le cose non vanno bene e non mi è possibile - sembra strano a tutti, lo so - spendere soldi se non al supermercato, per vivere.
Purtroppo l'impresa va da schifo e se non si realizza l'operazione finanziaria che stiamo portando avanti, addio a tutto.
La domanda lecita è: ma come fai in queste condizioni a pianificare il futuro ? Non lo faccio, per ora. Intanto mi chiarisco le idee sul posto, sui costi ecc. Poi se la cosa va in porto in azienda, allora le cose cambieranno e sarò in grado di pianificare il futuro.
Intanto aspettiamo e speriamo.
avatar
Aristotele

Messaggi : 29
Data d'iscrizione : 26.09.12
Località : Padova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vivere in montagna

Messaggio  Aristotele il Dom Nov 04, 2012 6:14 pm

Ok, mi apro una discussione mia, così non do fastidio a nessuno.
Chi vorrà contribuire, costruttivamente, è il ben venuto.

Link alla discussione
avatar
Aristotele

Messaggi : 29
Data d'iscrizione : 26.09.12
Località : Padova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vivere in montagna

Messaggio  federica boifava il Lun Nov 05, 2012 12:01 pm

LucaVi ha scritto:Credo che tutto sommato i pro e contro si pareggino rispetto al vivere in città.

Perdi la rapida complessità di quest'ultima, guadagni in lentezza e semplicità.

Ma sono pro e contro diversissimi. E si fa un bel dire che tutto il mondo è paese. Soffochi e respiri, qua e là, per differenze tuttora notevoli (malgrado il web arrivi in ogni dove).

Dico la mia, anche se è tardi e la discussione ormai è naufragata lontano lontano...

"soffochi e respiri" : un concentrato di verità assoluta.

Vai per trovare quel che non hai e che ti manca - passatemela - lasciando molte cose utili alle quali ti sei legato per abitudine più che per reale necessità. Perdi costruzioni e schemi mentali, angoli di consapevolezza appannata in cui si accumulano anni di frenetiche ripetizioni, parole di "servizio" e kilometri di traffico e speranze.

Si... forse il passo che ti sradica da una città che non vuoi è il più difficile ma è anche quello che ti fa aprire i polmoni per respirare davvero.

(Insomma, come dire che, a volte, serve qualche kilometro di corsa, qualche bella stancata per ricordarsi d'essere oltre che esistere...Rolling Eyes)

Molti alpinisti metropolitani non lascerebbero mai il lavoro, l'appartamento, le comodità che sigillano la settimana cittadina tra il lunedì e il venerdì. Qualcuno trova gratificante fuggire dalla piana demente al venerdì sera, cercarsi la via, la neve giusta, il sentiero lungo e solitario... e poi tornare alla vita di sempre col sorriso lucidato e il cuore più morbido.

Sono scelte. Sono passioni. C'è chi si limita a chiamarlo "SPORT"... comunque sia, va bene così.

La Montagna oggi è considerata tutto fuorchè luogo. (Oddddio, forse esagero)

Io ci andrei a vivere in montagna. Si, ci andrei. Ma non me lo sceglierei certo su consiglio altrui il luogo, tanto meno mi lascerei convincere da un' agenzia o dalle possibilità alpinistiche che offre il posto. Andrei dove c'è spazio per una vita veramente nuova, quella "sempre voluta e mai vissuta". Andrei dove chiamerei finalmente "casa" quattro mura, una stufa e un tetto, a differenza del dormitorio a cui faccio ritorno ogni sera. Andrei dove le cose hanno più senso pratico e non solamente (o prioritariamente) estetico. Insomma... andrei, punto e basta. Con tutto e tutti contro (ehm... si, a parole son buoni tutti! Quando hai "contro" il tuo 50%, un lavoro che non si trova e una bimbola...drunken)

Ho avuto la fortuna di lavorare un anno a Gallio, paesino del nostro Altipiano. Mi ci stabilirei domani stesso se trovassi un altro lavoro.

Sono innamorata di Luserna o dei Parlati, sopra Recoaro, proprio dove il Rotolon scarica a valle sassi, fango e preoccupazione (tanta). Non è montagna da cartolina e non è montagna da curriculum (anche se...) ma per capire bisogna provare almeno una volta l'orgoglio nel ricevere l'invito di un "local" nel suo baito per bere vino e cuocere un risotto semplice sulla sua stufa. Serve la soddisfazione di scambiare due parole con chi ti riconosce come persona e non come uno dei tanti di passaggio. Serve sentirsi sganciati da tutto ciò che ti etichetta in base al lavoro che fai, alla machina che hai, alla casa in cui vivi, al modello di telefono con cui ti lasci massacrare dal prossimo...bla bla bla.

Basta. Ho rotto l'anima coi miei voli mentali e le mie riflessioni da impiegata fancazzista. Mi ricalo nel nordest...cheers
avatar
federica boifava

Messaggi : 373
Data d'iscrizione : 17.04.12
Età : 36
Località : Vicenza

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vivere in montagna

Messaggio  Ospite il Lun Nov 05, 2012 1:49 pm

federica boifava ha scritto:
La Montagna oggi è considerata tutto fuorchè luogo. (Oddddio, forse esagero)
Belle parole, che mi sento di condividere nel significato più "profondo" che penso di aver intravisto tra le righe. Conto di tornarci con più calma (e magari con lo stomaco pieno, che la fame non aiuta a ragionare troppo bene mrgreen )

federica boifava ha scritto:
Sono innamorata di Luserna o dei Parlati, sopra Recoaro...
Per dire, il mio "non-luogo" per eccellenza è la Val Posina, dove mi trasferirei seduta stante. Eppure forse è la vallata più brutta del Veneto così stretta, incassata, boscosa, chiusa, di conseguenza così lontana dai cliché turistici, dal concetto di bello e dalle opportunità lavorative che ne conseguono. Ma c'è evidentemente anche dell'altro Wink

Ora che ci penso, più che un non-luogo (che se ci pensate comunque, etimologicamente sta per utopia Wink) mi piace pensare la montagna come una "frontiera", forse uno degli ultimi territori dove ripartire con idee sia vecchie che nuove, per dare un senso e forse anche un'alternativa al periodo di crisi (non solo economico) che stiamo attraversando.

ciao!

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Vivere in montagna

Messaggio  AndreaVe il Lun Nov 05, 2012 2:01 pm

federica boifava ha scritto:...
Io ci andrei a vivere in montagna. Si, ci andrei. Ma non me lo sceglierei certo su consiglio altrui il luogo, tanto meno mi lascerei convincere da un' agenzia o dalle possibilità alpinistiche che offre il posto. Andrei dove c'è spazio per una vita veramente nuova, quella "sempre voluta e mai vissuta". Andrei dove chiamerei finalmente "casa" quattro mura, una stufa e un tetto, a differenza del dormitorio a cui faccio ritorno ogni sera. Andrei dove le cose hanno più senso pratico e non solamente (o prioritariamente) estetico. Insomma... andrei, punto e basta. Con tutto e tutti contro (ehm... si, a parole son buoni tutti! Quando hai "contro" il tuo 50%, un lavoro che non si trova e una bimbola...drunken)

...

Invidio molto il tuo riuscire a esternare pensieri con estrema chiarezza e semplicità.

La parte che ho quotato la condivido in pieno.

___________________________
crediamoci! [cit.]
avatar
AndreaVe

Messaggi : 3250
Data d'iscrizione : 11.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vivere in montagna

Messaggio  fabri il Lun Nov 05, 2012 4:31 pm

federica boifava ha scritto:...........




applauso applauso
avatar
fabri

Messaggi : 433
Data d'iscrizione : 12.03.12
Località : 4 mori

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vivere in montagna

Messaggio  LucaVi il Lun Nov 05, 2012 7:16 pm

Anche a me piace molto quello che ha scritto Federica. E' proprio di queste cose che volevo parlare.

Aggiungo di mio che non credo si possa riuscire a vivere in montagna con il solo desiderio di un posto bucolico. Le delusioni arriverebbero presto.

Serve una "necessità", qualcosa che ti costringa a non arrenderti subito. Nel mio caso è stato l'affitto di una casa, che a Milano non potevo più permettermi talmente si era elevato.

E poi, anno dopo anno, ci si trova anche bene. Vuoi davvero bene a tanti compaesani. Ma sorge un'altra difficoltà. Magari sei venuto, com'è successo a me, che avevi quarant'anni. Eri, da un certo punto di vista, meno esigente. Più tranquillo, formato.

Ma per un giovane? Non è questioni di servizi e di opportunità. Né dei disagi di abitare in un luogo lontano. Sono le teste dei valligiani, cui come detto vuoi anche bene, che ti smonano. C'è un pensiero unico, in un paese, in una valle. Idee e atteggiamenti razzisti, per esempio, esistono pure in città. Ma lì un ragazzo può anche trovare una compagnia di amici che la pensa diversamente.

Qua in montagna hanno tutti o quasi paura del diverso. C'è un razzismo diffusissimo. C'è quel pensiero unico fondato soprattutto sulla proprietà. Un'ossessione. Preferirebbero perdere un braccio che qualche metro quadrato dei loro infiniti terreni.
Si sposano per lo più tra di loro. Se uno viene da fuori e sua figlia sposerà uno di loro, sarà per sempre la figlia, per esempio, di "quel de Milàn". Forse i pronipoti verrebbero pienamente accettati. E accettati da chi? Da una comunità che si sta estinguendo perché non prolifica, non vende, non affitta e morirà con tutte le sue orgogliose proprietà?

Sono qui da 18 anni quasi, Claudia da 15 e per la prima volta stiamo pensando che Marinella ha bisogno di aria, di sentire altre idee, di conoscere il mondo, di trovarsi degli amici non razzisti che non siano soltanto quelli più grandi di mamma e papà.

Anche i montanari poi ti vogliono bene. Scambi ogni giorno delle battute. Ma se alla battuta aggiungi due o tre frasi non ti seguono più. La loro espressione s'incupisce e pensano che magari li hai offesi. Sono permalosissimi.

Ecco, mo' chiudo, ma volevo dire che non è questione di educazione scolastica bensì di cultura in senso generale. Possono essere persino laureati, comunque sia i loro interessi non vanno più in là della propria valle, del proprio paese, della propria casa.
avatar
LucaVi

Messaggi : 3607
Data d'iscrizione : 11.03.12
Località : Cimolais

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vivere in montagna

Messaggio  Ospite il Lun Nov 05, 2012 8:52 pm

LucaVi ha scritto:--- che ti smonano----

Freud?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Vivere in montagna

Messaggio  LucaVi il Lun Nov 05, 2012 9:05 pm

No, soltanto un po' sfiduciato.
avatar
LucaVi

Messaggi : 3607
Data d'iscrizione : 11.03.12
Località : Cimolais

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vivere in montagna

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 6 di 11 Precedente  1, 2, 3 ... 5, 6, 7 ... 9, 10, 11  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum