Pericoli nell'arrampicata in falesia

Pagina 1 di 5 1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Pericoli nell'arrampicata in falesia

Messaggio  buzz il Mer Mag 16, 2012 2:30 pm

Ieri stavo scorrendo il libro di Lynn Hill, Climbing Free e inizia con il racconto della sua caduta dalla catena di buffet froid, a Boux.
25 metri di volo da cui è sopravvissuta, probabilmente grazie ad un alberello che ne ha frenato la caduta.
Non aveva chiuso il nodo.

A me è accaduto una volta di non chiudere il nodo e accorgermene in catena.
Ero anche io salito da secondo, ma a differenza di Lynn che sul 6b+ di buffet froid passaggiava, io ero su un 6a (angelo biondo a sperlonga) su cui al tempo ero al limite.
Quella volta, rischiando di cadere almeno un paio di volte, una ben in alto restai sulla roccia per un niente, tranquillo per la corda davanti, invece arrivai in catena. Ero contento. Mentre dicevo "blocca" guardai la catena e vidi la corda correre dentro e fermarsi per il nodo a otto, fatto ma non inseguito.
Presi un rinvio, mi collegai alla catena, mi rifeci il nodo e dissi di calarmi.

Restai il resto della giornata seduto lì sotto le vie, mentre gli altri scalavano. A pensare quanto era stato sottile il velo fra il nulla che era accaduto e la probabile morte.

Nonostante questa esperienza, in questi anni, ben altre due volte mi è capitato di partire senza aver inseguito l'otto, ma sono stato avvertito da qualcuno che mi stava guardando nei primi movimenti della via.

Ho assistito ad altre situazioni di questo tipo. Ho avvertito io stesso degli amici per il nodo non fatto.
Ho saputo di incidenti mortali.

Ad oggi ritengo che in falesia questo sia uno dei pericoli più gravi.

........

L'altro pericolo, che in alcune zone è nullo e in altre ben presente, è la caduta di sassi.
Ho visto più volte cadere sassi in grado di spaccare caschi e teste.
Ho visto un amico chinarsi a raccogliere una scarpetta e un sasso grosso come un melone, veloce come un missile, passare dove una frazione di secondo prima c'era la sua testa, a meno di mezzo metro da me.
Ho visto bambini giocare e dopo un minuto venire giù un blocco di un paio di kili proprio dove erano loro.

Spesso sono animali, che causano la cadute. A volte altri arrampicatori. A volte il vento che muove gli arbusti su cui il sasso si era incastrato, magari per via di un temporale.

Sto sempre attento a movimenti di animali: capre, pecore, vacche. Quando ha piovuto molto e c'è vento evito certe falesie. Evito assolutamente zone con vie lunghe o settori superiori.

Ma penso che i sassi siano un pericolo reale.


.........

Il terzo pericolo penso siano protezioni e catene vetuste.
Trovare roba di oltre ventanni non è raro. In certe zone la salsedine e/o il vento si aggiungono alla normale usura, che può anche essere notevole e sottopongono il materiale in via ad uno stress continuo.
Ho visto con i miei occhi chiodi integri fuori e marci nella parte infissa nella roccia, tale che si sfaldavano stringendoli fra pollice e indice.
Ho visto piastrine sfaldarsi. Spit che se si tenevano loro, nella roccia, già era tanto.
Catene e moschettoni arrugginiti, maglie rapide sottodimensionate e bloccate aperte...

La prima cosa che faccio, quando vado a scalare in un posto che non conosco, è controllare lo stato delle protezioni e scegliere le vie in base anche a questo criterio.
Ma ho notato che molti non si pongono nemmeno il problema.
Rinviano con tranquillità roba su cui non mi fiderei ad appendere la giacca.

Come vi ponete rispetto a questi ed altri pericoli?

buzz

Messaggi : 7223
Data d'iscrizione : 25.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericoli nell'arrampicata in falesia

Messaggio  Ospite il Mer Mag 16, 2012 2:37 pm

Come parte integrante e imprescindibile dell attività.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericoli nell'arrampicata in falesia

Messaggio  Mr.Orange il Mer Mag 16, 2012 2:51 pm

altro grosso errore in falesia è quello di non fare un nodo sul fine corda
è capitato poco tempo fa ad un mio amico di volare 5/6 metri dopo che la corda è uscita dal gri-gri
fortunatamente, grazie al fisico atletico e leggero, se l'è cavata con solo tre vertebre incrinate... zoppo
purtroppo il calo d'attenzione in falesia è dilagante, soprattutto da parte dei "veterani".
si tende infatti ad essere troppo sicuri di se man mano che si fa esperienza e questa presunzione prima o poi ci fotte alla grande

p.s.: prima che qualcuno me lo chieda: non gli facevo sicura io. prrrrr
avatar
Mr.Orange

Messaggi : 232
Data d'iscrizione : 15.03.12
Località : Tralfamadore

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericoli nell'arrampicata in falesia

Messaggio  Beldar il Mer Mag 16, 2012 2:53 pm

-nodo non ripassato: mai successo, però è successo all'amico al quale facevo sicura, un anno fa; per fortuna me ne sono accorto che era al secondo rinvio e si è assicurato su uno spit e legato, deficiente io che non l'ho controllato alla partenza Crying or Very sad, cosa che di norma faccio anche senza dare nell'occhio; ci è andata di culo, anche perchè era in strapiombo a vista su una via al suo limite, al 70% sarebbe volato.

-sassi: sono la mia vera e principale preoccupazione; ultimamente in certe falesie ho preso l'abitudine di portarmi il casco, non ho mai avuto incidenti, ma di "microonde" na abbiamo visti passare vicini tanti in questi anni Evil or Very Mad ; l'anno scorso in una falesia dove veniva giù di tutto quasi ad ogni via Choco, che mi faceva sicura, mi disse che scalando sembravo una "checca isterica" Laughing Laughing Laughing, e aveva ragione, effettivamente l'idea di tirare giù qualcosa in testa a chi mi fa sicura mi fa molta più paura che quella di farmi male io scalando; ultimamente nel dubbio mi è capitato un buon paio di volte di scendere a metà di un tiro per non stuzzicare cose che non riuscivo a capire quanto fossero stabili;

-protezioni: qui tocco con mano spesso e volentieri la cazzonaggine media del falesista tipo; brutto dirlo ma la maggior parte dei climber manco guarda dove rinvia, potresti mettere una placchetta fissata col chewing gum e rinvierebbero uguale; io se vedo che le protezioni sino una ciofeca non salgo la via, se la sosta fa cagare cerco di migliorarla (spesso è solo il mosechettone di calata o sono le maglie rapide a fare schifo , i due attacchi sono buoni), mi è capitato anche di sostituire maglie rapide di calata con maglie inox nuove e vedermele fottere nel giro di una settimana in falesie strafrequentate, sostituite da qualche genio con robaccia da ferramenta... da allora una bella strizzata di chiave quando le metto in sosta è d'obbligo; in generale trovo che sul discorso attrezzatura e protezioni l'ignoranza sia davvero abissale, tutti concentrati sulle methode, sulle scarpette performanti , sulle corde ultraleggere, sulla realizzazione e poi manco si guarda dove cavolo ci si attacca...
avatar
Beldar

Messaggi : 531
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 46
Località : Sardegna, circa...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericoli nell'arrampicata in falesia

Messaggio  buzz il Mer Mag 16, 2012 2:59 pm

Fo3-The Awakening ha scritto:Come parte integrante e imprescindibile dell attività.

eh fo...
qualche tempo fa mi è capitato di uscire dalle doppie.
su calate che conoscevo fin troppo bene, sulle mie corde, per una leggera variante non considerata sono uscito dalla corda più corta.
avevo il machard e tenevo in mano le corde, ma è inutile ovviamente. dopo che la prima è andata via come una frusta inizi ad andare giù.

mi ha salvato che il nodo sopra non è passato nella maglia rapida, la corda che tenevo in mano, prima di sfuggirmi, mi ha dato un contraccolpo e mi sono ritrovato in piedi in equilibrio alla sosta. con le corde un paio di metri sopra.

ti ho pensato.

buzz

Messaggi : 7223
Data d'iscrizione : 25.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericoli nell'arrampicata in falesia

Messaggio  Ospite il Mer Mag 16, 2012 3:03 pm

Il mio nodo era dall altra parte.
That s life Very Happy

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericoli nell'arrampicata in falesia

Messaggio  espo il Mer Mag 16, 2012 3:19 pm

nodo non fatto..... mi è successo ma mi son sempre accorto in tempo. è successo a diverse persone che conosco. credo sia un problema irrisolvible. la falesia è per antonomasia un luogo di distrazione.

pietre e robe instabili. possono cadere è ovvio. di solito nelle falesie però il pericolo è limitatissimo per la pulitura e ripulitura dei passaggi. che su un tiro di sportiva devo pensare a cosa prendere per il pericolo che si stacchi mi pare una cosa ufologica. certo qualche piccolo appiglietto col tempo si può muovere. ma parliamo di cose minuscole e cmq subito rimosse.

ancoraggi. è insito nel concetto di arrampicata sportiva non prestar attenzione alle protezioni. sbagalitissimo ma reale. una pratica da sempre e da tutti strombazzata come sicura e che non prevede una formazione, morale prima che tecnica, a quel problema non può aver che come riscontro il fatto che quello che c'è e come c'è è buono. certi spit lavorano in modo da romper il miglior moschettone. nessuno in montagna passerebbe la protezione senza cordino. in falesia alla fine lo si fa.

concludendo non è la falesia una attività esente da rischi e pericoli
avatar
espo

Messaggi : 764
Data d'iscrizione : 27.03.12
Età : 55
Località : trieste

http://espoclimb.xoom.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericoli nell'arrampicata in falesia

Messaggio  elmo il Mer Mag 16, 2012 3:49 pm

a mio avviso, il pericolo di dimenticare di chiudere il nodo dipende dal continuo lega/slega tipico della palestra.

ho l'abitudine di usare il nodo delle guide solo con le mezze corde e il bulino con doppio giro con la singola.

il bulino presenta molti vantaggi: non può rimanere sulla corda (come capita con l'otto, spesso incastrato in catena);
dato che si realizza dopo aver passato il capo negli anelli dell'imbracatura, non è possibile farlo a metà dimenticando di ripassarlo.
Prima che qualcuno obietti, dopo esserci volato anche lungo per decine di volte, posso garantire che ha una tenuta ottima e si scioglie con estrema facilità anche se sottoposto a forti sollecitazioni.

elmo

Messaggi : 44
Data d'iscrizione : 16.03.12
Età : 47

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericoli nell'arrampicata in falesia

Messaggio  buzz il Mer Mag 16, 2012 3:51 pm

Ho iniziato il topic raccontando di Lynn Hill e del suo bulino non ripassato...

buzz

Messaggi : 7223
Data d'iscrizione : 25.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericoli nell'arrampicata in falesia

Messaggio  espo il Mer Mag 16, 2012 3:53 pm

elmo ha scritto:

Prima che qualcuno obietti, dopo esserci volato anche lungo per decine di volte, posso garantire che ha una tenuta ottima e si scioglie con estrema facilità anche se sottoposto a forti sollecitazioni.

il bulino infilato ha lo stesso fattore di riduzione del nodo delle guide con frizione. nessuno può aver nulla da obiettare. in compenso si scioglie dopo carico molto facilmente, mentre l'8 si può anche non sciogliere.

per contro ha bisogno di + corda per esser fatto e occupa + spazio.....
avatar
espo

Messaggi : 764
Data d'iscrizione : 27.03.12
Età : 55
Località : trieste

http://espoclimb.xoom.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericoli nell'arrampicata in falesia

Messaggio  espo il Mer Mag 16, 2012 3:55 pm

Buzz ha scritto:Ho iniziato il topic raccontando di Lynn Hill e del suo bulino non ripassato...

non credo che il caso di lynn hill sia un bulino non ripassato ma un bulino singolo, probabilmente non contro nodato o addirittura non "fatto"

cosa diversa
avatar
espo

Messaggi : 764
Data d'iscrizione : 27.03.12
Età : 55
Località : trieste

http://espoclimb.xoom.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericoli nell'arrampicata in falesia

Messaggio  Adriano il Mer Mag 16, 2012 4:08 pm

Fo3-The Awakening ha scritto:Il mio nodo era dall altra parte.
That s life Very Happy

Io in uno dei miei giorni fortunati son uscito da una doppia ( per far le robe veloci.... ) ma mi son fermato un mezzo metro sotto su una cengetta Rolling Eyes
avatar
Adriano

Messaggi : 602
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 59
Località : spilimbergo

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericoli nell'arrampicata in falesia

Messaggio  buzz il Mer Mag 16, 2012 4:12 pm

espo ha scritto:
Buzz ha scritto:Ho iniziato il topic raccontando di Lynn Hill e del suo bulino non ripassato...

non credo che il caso di lynn hill sia un bulino non ripassato ma un bulino singolo, probabilmente non contro nodato o addirittura non "fatto"

cosa diversa

beh non è che ci sia molta differenza.

il problema si verifica quando stai facendo il nodo, ti distrai per fare un'altra cosa e poi non riprendi a farlo.
quale che sia il nodo in questione, se lo inizi e non lo finisci il problema non è il nodo.

buzz

Messaggi : 7223
Data d'iscrizione : 25.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericoli nell'arrampicata in falesia

Messaggio  espo il Mer Mag 16, 2012 4:50 pm

chiaro che se nn fai bene il nodo questo non tiene.

poi tecnicamente fra non fatto e non ripassato nel bulino c'è una certa differenza non da poco.

il primo non è un nodo e non ti tiene

il secondo è un nodo che ti tiene ma che si può sciogliere da solo per allentamento con l'uso
avatar
espo

Messaggi : 764
Data d'iscrizione : 27.03.12
Età : 55
Località : trieste

http://espoclimb.xoom.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericoli nell'arrampicata in falesia

Messaggio  biemme il Mer Mag 16, 2012 5:00 pm

Buzz ha scritto:
espo ha scritto:
Buzz ha scritto:Ho iniziato il topic raccontando di Lynn Hill e del suo bulino non ripassato...

non credo che il caso di lynn hill sia un bulino non ripassato ma un bulino singolo, probabilmente non contro nodato o addirittura non "fatto"

cosa diversa

beh non è che ci sia molta differenza.

il problema si verifica quando stai facendo il nodo, ti distrai per fare un'altra cosa e poi non riprendi a farlo.
quale che sia il nodo in questione, se lo inizi e non lo finisci il problema non è il nodo.

si ok che la causa sia la distrazione, ma l'effetto è che un bulino non ripassato è un nodo che tiene (bulino semplce), mentre un otto non ripassato è nulla.

non so, ne ho letto mai dell'incidente di lina collina, ma se era un bulino era un bulino non fatto o sbagliato, non avrebbe mai potuto essere un bulino non ripassato

non te lo dico per fare lana caprina sui singoli termini eh, ma perchè in questo specifico caso la differenza può essere come quella tra la vita e la morte Wink
avatar
biemme

Messaggi : 2251
Data d'iscrizione : 13.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericoli nell'arrampicata in falesia

Messaggio  buzz il Mer Mag 16, 2012 5:09 pm

biemme ha scritto:
Buzz ha scritto:
espo ha scritto:
Buzz ha scritto:Ho iniziato il topic raccontando di Lynn Hill e del suo bulino non ripassato...

non credo che il caso di lynn hill sia un bulino non ripassato ma un bulino singolo, probabilmente non contro nodato o addirittura non "fatto"

cosa diversa

beh non è che ci sia molta differenza.

il problema si verifica quando stai facendo il nodo, ti distrai per fare un'altra cosa e poi non riprendi a farlo.
quale che sia il nodo in questione, se lo inizi e non lo finisci il problema non è il nodo.

si ok che la causa sia la distrazione, ma l'effetto è che un bulino non ripassato è un nodo che tiene (bulino semplce), mentre un otto non ripassato è nulla.

non so, ne ho letto mai dell'incidente di lina collina, ma se era un bulino era un bulino non fatto o sbagliato, non avrebbe mai potuto essere un bulino non ripassato

non te lo dico per fare lana caprina sui singoli termini eh, ma perchè in questo specifico caso la differenza può essere come quella tra la vita e la morte Wink

non so.
evidentemente aveva lasciato il nodo incompleto, al punto che appena si è appesa alla corda è venuta giù.

quello che voglio dire è che non ha senso discutere se un nodo è più o meno sicuro di un altro a quale stadio di finitura...
il problema non è il nodo. il problema siamo noi che ci distraiamo e non lo facciamo/finiamo.

fosse pure un fiocco da scarpe... se non lo fai vieni giù.

buzz

Messaggi : 7223
Data d'iscrizione : 25.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericoli nell'arrampicata in falesia

Messaggio  elcanlapo il Mer Mag 16, 2012 5:20 pm

se le falesie fossero trial trad ci sarebbero meno incidenti mrgreen
gli spit o i resinati danno troppa sicurezza che le genti alla fine nemmeno si legano Evil or Very Mad
a parte sta minchiata sopra, la regola di base di controllarsi a vicenda prima di partire per il monotiro, o quel che è, è proprio per abbassare la percentuale di errore umano su cose tipo legarsi, che hai già fatto un milione di volte però ne basta una per fregarti di brutto.
mi viene in mente il ragazzo che è caduto dal toppas a silea che causa fretta, causa distrazione, causa stanchezza, causa che era andato su e giù solo quella sera già 10 volte.........ad un certo punto è partito completamente slegato pensando di essere legato e ha fatto il tonfo.
infatti tutti si chiedono e si son chiesti come cazzo si faccia a partire slegati (per errore) su quel muro, ma la mente umana non ha limiti Shocked
avatar
elcanlapo

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 27.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericoli nell'arrampicata in falesia

Messaggio  Beldar il Mer Mag 16, 2012 5:24 pm

c'è un modo per fare la gassa d'amante (estikazzi, io la chiamo così) in cui "prepari" il nodo, poi metti il capo dentro lo ribalti e la gassa è fatta, di solito è un modo che si usa in nautica; se lo fai così puoi tranquillamente fare l'analogo del savoia che ti sei dimenticato di inseguire; come diceva quello "spero di essermi capito"

A me invece, tanto per fare l'originale, capitò ai primordi di accorgermi poco prima di arrivare in sosta che l'imbrago era aperto, l'unica cosa che lo teneva chiuso era il velcro che all'epoca si usava...un paio di minuti di paurissima per arrivare in sosta, e poi l'ho finita abbrancato alla sosta medesima chiudendomi convulsamente la fettuccia sulla fibbia. Shocked
avatar
Beldar

Messaggi : 531
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 46
Località : Sardegna, circa...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericoli nell'arrampicata in falesia

Messaggio  abrax il Lun Giu 18, 2012 4:48 pm

Ciao, primo msg in questo forum (ciao Buzz).

Secondo me va anche fatta una distinzione tra i pericoli che si corrono per
distrazione (nodo non ripassato perchè, quasi sempre, si parla mentre lo si
fa...) e quelli che si corrono deliberatamente.

Due esempi secondo me eclatanti:
- un mese fa circa ero con moglie e figlio ad arrampicare a Montestrutto. C'era
il solito putiferio di gente (ah, per chi non lo sapesse hanno pure messo i
lampioni per arrampicare in notturna...) e, come al solito, un'infinità di
corsi CAI. Facevo sicura a mio figlio e nella via a fianco un
"istruttore" Cai sulla 60ina stava calando un ragazzotto sui 18 anni
che chiaramente era alla prima uscita su roccia. Arrivato a 4 metri da terra
l'istruttore gli dice:
"vuoi provare un brividino?"
lui risponde di sì e il pirla, tira a fondo la leva del
gri-gri e lo molla giù fino a
terra.
Spero che l'intenzione fosse quella di bloccarlo prima di
arrivare al suolo, ma i riflessi del Caiano evidentemente non erano più quelli
di una volta e il ragazzotto è finito diritto a terra. Per fortuna è atterrato
a pie pari e s'è solo spaventato andando via un po' zoppo, ma senza evidenti
danni;

- ieri, in una falesia dell'Ossola, padre e bimba di 5 anni si presentano soli
in falesia. Io e mio fratello arrampicavamo 2 o 3 tiri di fianco a loro e ad un
certo punto ci accorgiamo che lui era già salito ad una decina di metri in
free-solo per portare la corda in catena su una via di 20 metri circa (5b o
5c). Ovviamente ci siamo subito offerti di assicurarlo e così è stato. Io però
mi chiedo: anche ammesso che la via fosse nettamente sotto le sue possibilità, vale
la pena rischiare di ammazzarsi “davanti alla propria figlia” in quel modo,
soprattutto quando si ha la possibilità di chiedere un favore a chi è lì a
fianco?

abrax

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 02.04.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericoli nell'arrampicata in falesia

Messaggio  Admin il Lun Giu 18, 2012 4:56 pm

(Ciao Abrax...)

io ricordo una scena a Ferentillo (Isola) in una delle solite giornate incasinatissime, con gente praticamente accalcata per scalare far sicura e vari a vario titolo circolanti sotto le vie ...
uno sale a mettere in catena la corda per la ragazza, che lo assicura,
su una via facile, e non mette niente...
quando è a un metro dalla catena... quello a fianco a lui grida "blocca" a chi gli faceva sicura...
la tipa che assicurava l'altro pensa che il comando sia per lei e gli da una bella bloccata con saltello...
quello vien giù ma per fortuna agguanta un'acquasantiera e si tiene lo stesso... gli urli attorno fanno capire alla ragazza di mollare, quello arriva in catena e scende.

c'era mancato veramente poco.

della serie: se i guai te li vai a cercare, prima o poi li trovi....

Admin
Admin

Messaggi : 1938
Data d'iscrizione : 25.11.11

http://www.verticalmente.net

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericoli nell'arrampicata in falesia

Messaggio  Topocane il Lun Giu 18, 2012 5:01 pm

Ad_buzz ha scritto:
della serie: se i guai te li vai a cercare, prima o poi li trovi....

...io la chiamo selezione naturale

e per fortuna che ancora, saltuariamente, esiste Rolling Eyes

___________________________
ogni bambino è un principe della luce che poi con l’educazione diventa una sorta di cretino
avatar
Topocane

Messaggi : 6165
Data d'iscrizione : 12.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericoli nell'arrampicata in falesia

Messaggio  abrax il Lun Giu 18, 2012 5:34 pm

Topocane ha scritto:
Ad_buzz ha scritto:
della serie: se i guai te li vai a cercare, prima o poi li trovi....

...io la chiamo selezione naturale

e per fortuna che ancora, saltuariamente, esiste Rolling Eyes

Certo, il famoso Darwin Award (per chi non sapesse cos'è: http://it.wikipedia.org/wiki/Darwin_Awards)

Però sarebbe meglio farlo solo verso se stessi e/o non davanti a bimbi... e comunque se uno ha già figli suoi, non vale.

abrax

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 02.04.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericoli nell'arrampicata in falesia

Messaggio  fab il Mar Giu 19, 2012 10:15 am

io anche sono arrivato in catena con il bulino non ripassato.
Era all'isola che non c'è, e so anche perchè non l'ho ripassato.
Mentre facevo il nodo cat mi ha chiesto di passargli l'acqua, io gli do la bottiglia e stop sono partito sulla via.

Penso che per com'era fatto il nodo avrebbe tenuto, e in catena mi sono reso conto che non l'avevo ripassato.
Ma il brivido della scoperta è stato allucinante. Anche perchè avevo cominciato ad utilizzare il bulino di li a poco.

Altra grossa grossa distrazione è il gri gri.
Ma non mentre fai sicura quanto quando posizioni la corda.
Ovvero mettere le corde al contrario proprio quando il gesto è ormai automatico.
E un'altra volta mi è capitato di lasciarlo aperto, ovvero avevo passato la ghiera in uno solo dei duebuchi e al primo spit del compagno si è meravigliosamente aperto. Neutral
avatar
fab

Messaggi : 203
Data d'iscrizione : 16.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericoli nell'arrampicata in falesia

Messaggio  Topocane il Mar Giu 19, 2012 10:39 am

co' te bab
manco la selezione naturale può nulla Rolling Eyes

mrgreen

___________________________
ogni bambino è un principe della luce che poi con l’educazione diventa una sorta di cretino
avatar
Topocane

Messaggi : 6165
Data d'iscrizione : 12.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericoli nell'arrampicata in falesia

Messaggio  mork il Mar Giu 19, 2012 11:35 am

Ad_buzz ha scritto:(Ciao Abrax...)

io ricordo una scena a Ferentillo (Isola) in una delle solite giornate incasinatissime, con gente praticamente accalcata per scalare far sicura e vari a vario titolo circolanti sotto le vie ...
uno sale a mettere in catena la corda per la ragazza, che lo assicura,
su una via facile, e non mette niente...
quando è a un metro dalla catena... quello a fianco a lui grida "blocca" a chi gli faceva sicura...
la tipa che assicurava l'altro pensa che il comando sia per lei e gli da una bella bloccata con saltello...
quello vien giù ma per fortuna agguanta un'acquasantiera e si tiene lo stesso... gli urli attorno fanno capire alla ragazza di mollare, quello arriva in catena e scende.

c'era mancato veramente poco.

della serie: se i guai te li vai a cercare, prima o poi li trovi....

quello dei comandi con destinatario sbagliato è un bel problema anche sulle vie affollate.

Successo alla cordata davanti a me in una via a Sarche questa primavera. Si sente un "Molla" e almeno 5 minuti dopo si sente un "XXX, molla" e il tizio in sosta (che si chiamava appunto XXX) aveva mollato la sicura già da prima.
avatar
mork

Messaggi : 1446
Data d'iscrizione : 12.03.12
Età : 43
Località : Bolzano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pericoli nell'arrampicata in falesia

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 5 1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum