Talento sì, talento no...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Talento sì, talento no...

Messaggio  MauMau il Ven Mag 18, 2012 8:28 am

dall'editoriale dell'ultimo Pareti:

"Perchè il mio talento non è mai stato arrampicare, l'ho sempre saputo. Se smetto di allenarmi perdo due gradi, se ingrasso tre chili perdo due gradi. Se non mi alleno e ingrasso insieme, perdo quattro gradi perchè la matematica è stronza e gli appigli lo sanno benissimo."

___________________________
Vuelvo al Sur
Como se vuelve siempre al amor
avatar
MauMau

Messaggi : 2175
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 54
Località : Disneyland

http://www.pietradiluna.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Talento sì, talento no...

Messaggio  schen il Ven Mag 18, 2012 11:55 am

scritto da uno che ha l'8c, seppur lavorato, e l'8a+ a vista nelle dita, suona come un insopportabile sfottò alle pippe.. Razz
avatar
schen

Messaggi : 715
Data d'iscrizione : 15.03.12
Età : 52
Località : Vallée d'Aoste

Tornare in alto Andare in basso

Re: Talento sì, talento no...

Messaggio  MauMau il Ven Mag 18, 2012 12:10 pm

ma no, per questo non credo. A parte la sua caratteristica prosa, penso sia vero. Molti di noi si rendono conto di non avere talento per lo sport che fanno, ma se ci si allena a muerte qualche risultato faticosamente lo ottengono. Ma il talento è un'altra cosa, vuol dire essere portati, fare le cose con facilità anche dove gli altri sputano sangue. Un altro che ha scritto su questo argomento, vado a memoria, è Steve Haston

___________________________
Vuelvo al Sur
Como se vuelve siempre al amor
avatar
MauMau

Messaggi : 2175
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 54
Località : Disneyland

http://www.pietradiluna.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Talento sì, talento no...

Messaggio  fab il Ven Mag 18, 2012 12:10 pm

perdere il grado prendendo peso e perdendo l'allenamento non significa non avere talento..
come al solito si parla a vanvera.
se uno pesa e non ha dita non è che non ha talento ma è solo fuoriallenamento. asd
avatar
fab

Messaggi : 203
Data d'iscrizione : 16.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Talento sì, talento no...

Messaggio  buzz il Ven Mag 18, 2012 12:14 pm

Io non lo so come arrampica AGD. Non sono in grado di giudicare. Ma so che è una persona intelligente ed è uno che ha visto tanti, tanti arrampicatori con il talento. Quella dote naturale che è imprescindibile, e che un atleta che ha faticato duramente per costruirsi riconosce ed invidia.
Tuttavia penso che ci voglia talento anche a lavorare duramente, e intelligentemente, per costruirsi come atleta.
Pietro Mennea ne è l'esempio. Era piccolo storto e sgraziato, ma ne aveva di talento in quanto a volontà.
E' meno da ammirarsi di Carl Lewis?
Non lo so. Forse lo ammiro di più.

Comunque, se lo dice lui, che di talenti ne ha visti, probabilmente sarà vero che c'è chi è naturalmente più dotato.
Ma non vuol dire niente.


buzz

Messaggi : 7223
Data d'iscrizione : 25.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Talento sì, talento no...

Messaggio  MauMau il Ven Mag 18, 2012 12:18 pm

Fab non penso che tu possa dire a uno come Daneri, che scala da 35 anni e ne ha viste di tutti i colori e sta riferendo di cose che prova personalmente sulla sua pelle, che parli a vanvera. Su uno che è "costruito", così si dice in gergo, prendere un kg in più o smettere influisce dieci volte di più che su chi ha talento. Questo io ci leggo. Poi ci son quelli che dicono che il talento non esiste, allora morta lì e non ne parliamo... Wink

ora scalo con un amico che ha iniziato a 14 anni, allora era un talento. Ora ha smesso da 15 anni, è sovrappeso di brutto, ha perso tutto, forza nelle dita e il resto. Ma messo sulla roccia, il primo giorno, ha fatto il 6c/7a a vista. E non uno, ma diversi. Prova con uno che non ha talento e poi mi dici

___________________________
Vuelvo al Sur
Como se vuelve siempre al amor
avatar
MauMau

Messaggi : 2175
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 54
Località : Disneyland

http://www.pietradiluna.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Talento sì, talento no...

Messaggio  Fabius il Ven Mag 18, 2012 1:15 pm

MauMau ha scritto:
....

ora scalo con un amico che ha iniziato a 14 anni, allora era un talento. Ora ha smesso da 15 anni, è sovrappeso di brutto, ha perso tutto, forza nelle dita e il resto. Ma messo sulla roccia, il primo giorno, ha fatto il 6c/7a a vista. E non uno, ma diversi. Prova con uno che non ha talento e poi mi dici

Io dico solo che lo invidio molto Twisted Evil
Fabio

Fabius

Messaggi : 24
Data d'iscrizione : 03.04.12

http://www.trafoconsult.com/climbing

Tornare in alto Andare in basso

Re: Talento sì, talento no...

Messaggio  fab il Ven Mag 18, 2012 2:21 pm

maumau le parole le ritengo a vanvera perchè mi sembra espresso troppo banalmente un concetto che è talmente difficile da circoscrivere che non mi sento di dargli ragione solo perchè si chiama Daneri.
Poi ognuno la pensa come vuole.
I fattori per determinare un peggioramento so troppi e troppo vaghi..
quando scalavo frequentemente se prendevo 3kg facevo lo stesso grado. Se non mi allenavo per 2 mesi facevo lo stesso grado. Non allenandomi da 1 anno e prendendo 15 kg le cose sono un pò cambiatine. asd

Questo voglio dire.
Secondo te un talento che fa l'8c a vista con +15kg non li perde 3 gradi?
avatar
fab

Messaggi : 203
Data d'iscrizione : 16.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Talento sì, talento no...

Messaggio  buzz il Ven Mag 18, 2012 2:40 pm

beh anche tu però esprimi dei concetti che sono solo parole.

che vuol dire prendere 3 kg e fare lo stesso grado?
innanzitutto 3 kg quanto sono in percentuale? un conto 3 kg su uno che pesa 50 kg (+ 6%) e un conto su uno che ne pesa 80 (+3,75%)
e poi che vuol dire "stesso grado"? magari prima non eri così al limite e dopo eri più vicino.
se era la stessa via, il fatto di sapere di poterla fare poteva compensare quella differenza di peso... eccetera.
dovresti avere un campione statistico molto più ampio, per essere rappresentativo.

stesso discorso sul non allenarsi per un tot di tempo.
si può andare anche meglio, (ma come, dove? rimaniamo sullo stesso concetto di "steso grado" di sopra... su che vie? placca appoggiata strapiombo... ) per un periodo, senza allenarsi.
ma poi inizia inevitabilmente la discesa.

Il fatto che tu sei fab e lui sia daneri non vuol dire per principio e per nascita che le sue parole contino più delle tue, ma mentre tu fai un discorso relativo all'esperienza limitata di te stesso, magari lui fa un discorso da un osservatorio un po' più elevato, no?

E comunque, sono parole estrapolate. Quindi magari andrebbero estese e precisate.

Resta il fatto, genericamente, che il talento esiste. E pur con tutte le altre componenti che tu hai menzionato, c'è una differenza fra chi ha talento e chi deve soffrire duramente per costruirsi.
Anche qui, è un discorso che vale per tutti gli sport. Perché l'arrampicata dovrebbe essere esente?



buzz

Messaggi : 7223
Data d'iscrizione : 25.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Talento sì, talento no...

Messaggio  fab il Ven Mag 18, 2012 2:47 pm

Buzz ha scritto:beh anche tu però esprimi dei concetti che sono solo parole.

che vuol dire prendere 3 kg e fare lo stesso grado?
innanzitutto 3 kg quanto sono in percentuale? un conto 3 kg su uno che pesa 50 kg (+ 6%) e un conto su uno che ne pesa 80 (+3,75%)
e poi che vuol dire "stesso grado"? magari prima non eri così al limite e dopo eri più vicino.
se era la stessa via, il fatto di sapere di poterla fare poteva compensare quella differenza di peso... eccetera.
dovresti avere un campione statistico molto più ampio, per essere rappresentativo.

stesso discorso sul non allenarsi per un tot di tempo.
si può andare anche meglio, (ma come, dove? rimaniamo sullo stesso concetto di "steso grado" di sopra... su che vie? placca appoggiata strapiombo... ) per un periodo, senza allenarsi.
ma poi inizia inevitabilmente la discesa.

Il fatto che tu sei fab e lui sia daneri non vuol dire per principio e per nascita che le sue parole contino più delle tue, ma mentre tu fai un discorso relativo all'esperienza limitata di te stesso, magari lui fa un discorso da un osservatorio un po' più elevato, no?

E comunque, sono parole estrapolate. Quindi magari andrebbero estese e precisate.

Resta il fatto, genericamente, che il talento esiste. E pur con tutte le altre componenti che tu hai menzionato, c'è una differenza fra chi ha talento e chi deve soffrire duramente per costruirsi.
Anche qui, è un discorso che vale per tutti gli sport. Perché l'arrampicata dovrebbe essere esente?


lo so che le mie sono solo parole, non volevo dare spiegazioni precise, volevo solo far capire che per me erano a vanvera quanto lo sono state le mie successivamente.
Mai discusso questo.
In quanto al fatto che ne ha viste più lui sicuramente, ma relativamente. Come Federer è un discorso estendibile a tutto, e il fatto che un Ondra con 15Kg di più scali meglio di me in forma questo non ci piove.
Il mio intervento precedente era solo per puntualizzare che aveva detto tutto e niente, e il fatto che sia lui a dirlo non ne fa un dato di fatto.

Poi come dici tu si dovrebbe leggere l'intero editoriale.
avatar
fab

Messaggi : 203
Data d'iscrizione : 16.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Talento sì, talento no...

Messaggio  Roberto il Ven Mag 18, 2012 2:52 pm

Il talento è importante, ma senza la giusta coltivazione non è niente. Può avere più soddisfazioni uno poco talentuoso, ma preciso, attento, con voglia di imparare e determinazione, che un genio naturale che non sa usare il proprio talento.
avatar
Roberto

Messaggi : 217
Data d'iscrizione : 22.03.12
Età : 18
Località : Cerveteri (Padania meridionale)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Talento sì, talento no...

Messaggio  virgy il Ven Mag 18, 2012 2:53 pm

Buzz ha scritto:
Resta il fatto, genericamente, che il talento esiste. E pur con tutte le altre componenti che tu hai menzionato, c'è una differenza fra chi ha talento e chi deve soffrire duramente per costruirsi.
Anche qui, è un discorso che vale per tutti gli sport. Perché l'arrampicata dovrebbe essere esente?




quoto, il talento esiste e in tutti gli sport, arrampicata compresa


e questo topic mi riporta al sorriso e a tantissimi anni fa
due amici nuotatori della mia stessa squadra che si allenavano con me, stessa età, stesso stile, stesse gare
uno che macinava km e km di bracciate al giorno, due allenamenti al giorno, faticava, soffriva, si costruiva, si preparava
l'altro che non si allenava, non faticava, trovava scuse, non soffriva, saltava allenamenti per più giorni, spariva proprio

arrivava la gara: i 100 stile libero e "il talento" Rolling Eyes, che faceva di tutto meno che costruirsi e prepararsi, batteva quasi sempre (e con facilità) l'altro amico che si "ammazzava" di allenamento.
avatar
virgy

Messaggi : 3121
Data d'iscrizione : 12.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Talento sì, talento no...

Messaggio  buzz il Ven Mag 18, 2012 2:56 pm

Ma infatti... a prescindere dalle parole di AGD, ci si potrebbe porre semplicemente la domanda: il talento esiste?

Per me non c'è discorso.
Certo che esiste.
Maradona con una forma e una struttura fisica che per qualcun altro non sarebbe stata sufficiente nemmeno per giocare a calcetto al torneo dei bar è stato uno dei più grandi calciatori di tutti i tempi.
Altri, che non nomino per non essere ingeneroso, per potergli fare da gregario dovevano allenarsi come bestie da soma.

È una realtà dello sport (e della vita). Che poi qualcuno riesca a dissipare il talento perché gli manca la testa. O qualcuno non abbia abbastanza di altre qualità (ad esempio la resistenza fisica agli infortuni) per supportare il talento... beh è un dato di fatto.

Ma cos'è il talento?
Per tornare alle parole di Wallace su Federer, che hai citato:
La nostra lingua ha un vasto campionario di termini per descrivere i vari elementi di questa capacità: percezione, tocco, forma, propriocezione, coordinamento, coordinamento occhio-mano, cinestesia, grazia, controllo, riflessi, e via elencando.

c'è chi ne ha di più e chi di meno.

buzz

Messaggi : 7223
Data d'iscrizione : 25.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Talento sì, talento no...

Messaggio  MauMau il Ven Mag 18, 2012 2:56 pm

Buzz ha scritto:beh anche tu però esprimi dei concetti che sono solo parole.

che vuol dire prendere 3 kg e fare lo stesso grado?
innanzitutto 3 kg quanto sono in percentuale? un conto 3 kg su uno che pesa 50 kg (+ 6%) e un conto su uno che ne pesa 80 (+3,75%)
e poi che vuol dire "stesso grado"? magari prima non eri così al limite e dopo eri più vicino.
se era la stessa via, il fatto di sapere di poterla fare poteva compensare quella differenza di peso... eccetera.
dovresti avere un campione statistico molto più ampio, per essere rappresentativo.

stesso discorso sul non allenarsi per un tot di tempo.
si può andare anche meglio, (ma come, dove? rimaniamo sullo stesso concetto di "steso grado" di sopra... su che vie? placca appoggiata strapiombo... ) per un periodo, senza allenarsi.
ma poi inizia inevitabilmente la discesa.

Il fatto che tu sei fab e lui sia daneri non vuol dire per principio e per nascita che le sue parole contino più delle tue, ma mentre tu fai un discorso relativo all'esperienza limitata di te stesso, magari lui fa un discorso da un osservatorio un po' più elevato, no?

E comunque, sono parole estrapolate. Quindi magari andrebbero estese e precisate.

Resta il fatto, genericamente, che il talento esiste. E pur con tutte le altre componenti che tu hai menzionato, c'è una differenza fra chi ha talento e chi deve soffrire duramente per costruirsi.
Anche qui, è un discorso che vale per tutti gli sport. Perché l'arrampicata dovrebbe essere esente?



quoto tutto. Aggiungendo che le vie che conosci non sono per nulla indicative se hai perso o meno la forma.

Riguardo ciò che diceva Buzz sul fatto di costruirsi... Non intendevo assolutamente denigrare questi soggetti (tra cui mi metto anche io) rispetto a chi ha talento. Ma son due mondi diversi. Mi sembra di ricordare che in una qualche epoca Rolling Eyes Messner abbia detto una frase a mio parere illuminante che suonava più o meno così: "Gli alpinisti non hanno bisogno di fare classifiche tra di loro, sanno benissimo chi tra loro è il più forte". Non era proprio così, ma il senso è che se io vedo uno che scala in falesia o in montagna non ho alcuna difficoltà a capire se è più o meno forte di me. Sono i profani, o comunque quelli di poca esperienza, che ti fanno domande tipo "che grado fai", sentendo il bisogno di collocarti in una certa scala di valori. Così io non ho alcuna difficoltà a capire quali climber sono talentuosi e quali invece siano "costruiti", anche se fanno lo stesso grado. Poi massimo rispetto per entrambi, resta il fatto che chi il talento non ce l'ha nel sangue, per raggiungere alti livelli deve compensare allenandosi moltissimo su quelli che sono i suoi punti deboli. E quindi, appena si ferma o ingrassa, perderà velocemente, proprio perchè in fondo, la scalata non fa parte del suo DNA

Ho estrapolato questa frase dall'editoriale di Pareti perchè questo stato d'animo l'ho provato molte volte. Molto spesso, infatti, ho pensato di aver scelto l'attività sbagliata, sebbene abbia una forte passione e mi piaccia moltissimo. Proprio il dovermi impegnare moltissimo per avere dei risultati, il dover stare attento al peso e alla frequenza delle uscite, mi ha fatto spesso concludere di non essere affatto portato per l'arrampicata, almeno rispetto a chi riusciva con apparente facilità. Ovviamente non mi riferisco alla banale constatazione di tenersi di più o di meno. Tutto qui

___________________________
Vuelvo al Sur
Como se vuelve siempre al amor
avatar
MauMau

Messaggi : 2175
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 54
Località : Disneyland

http://www.pietradiluna.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Talento sì, talento no...

Messaggio  Beldar il Ven Mag 18, 2012 3:23 pm

"lui ha ghiaccio nelle vene, calore nel suo cuore e la tempistica e l'equiliibrio nei piedi!!!"

e non parlava di scalatori, eh


avatar
Beldar

Messaggi : 531
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 46
Località : Sardegna, circa...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Talento sì, talento no...

Messaggio  buzz il Ven Mag 18, 2012 3:36 pm

forse best aveva talento, a differenza del suo cantore. affraid

buzz

Messaggi : 7223
Data d'iscrizione : 25.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Talento sì, talento no...

Messaggio  LucaVi il Ven Mag 18, 2012 7:11 pm

Mi fate pensare a Valentina Marchei, quando dichiarava che per arrivare a fare un triplo salto che riusciva a Carolina Kostner in pochi giorni di allenamento nel pattinaggio artistico su ghiaccio, lei doveva impiegare dei mesi e non sempre ci riusciva. E la Kostner è diventata campionessa mondiale quest'anno, pur se la Marchei ha conseguito un ottimo ottavo posto.
avatar
LucaVi

Messaggi : 3649
Data d'iscrizione : 11.03.12
Località : Cimolais

Tornare in alto Andare in basso

Re: Talento sì, talento no...

Messaggio  Nosferatu il Ven Mag 18, 2012 7:12 pm

schen ha scritto:scritto da uno che ha l'8c, seppur lavorato, e l'8a+ a vista nelle dita, suona come un insopportabile sfottò alle pippe.. Razz

Ma come, perchè sfottò alle pippe?

Se hai tanto tempo, cominci giovane e hai (soprattutto) TANTA voglia guarda che arrivi veramente lontano.

Avere talento è un'altra cosa.


Nosferatu

Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 13.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Talento sì, talento no...

Messaggio  Drugo Lebowsky il Ven Mag 18, 2012 7:37 pm

e comunque oltre al talento serve sempre una bella carriola di sano ed onesto culo.
soprattutto da veciòti
che se stai bene, ti senti bene, ti gira con una discreta personale gratificazione, basta comunque una serie di puttanate (e le sfighe arrivano sempre in istormo paduleggiante) per romperti l'equilibrio
e spesso riconquistarlo non è più possibile
o ti costerebbe dei sacrifici che non sempre sei disposto ad affrontare.
avatar
Drugo Lebowsky

Messaggi : 857
Data d'iscrizione : 12.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Talento sì, talento no...

Messaggio  MauMau il Ven Mag 18, 2012 7:44 pm

Nosferatu ha scritto:
schen ha scritto:scritto da uno che ha l'8c, seppur lavorato, e l'8a+ a vista nelle dita, suona come un insopportabile sfottò alle pippe.. Razz

Ma come, perchè sfottò alle pippe?

Se hai tanto tempo, cominci giovane e hai (soprattutto) TANTA voglia guarda che arrivi veramente lontano.

Avere talento è un'altra cosa.


serve motivazione anche. Ho visto gente della mia età mettersi di punto in bianco ad allenarsi come dei matti e migliorare moltissimo. Non so che gli è preso. Io non la troverei la motivazione per farlo, loro ci son riusciti. Penso che dipenda anche molto dal lavoro e dal tuo stile di vita. Se trovo un lavoro a Verona e devo stare tutta la settimana in ufficio compreso il sabato vedi che mi iscrivo al king rock e magari divento forte. Oppure divento un tossico mrgreen

___________________________
Vuelvo al Sur
Como se vuelve siempre al amor
avatar
MauMau

Messaggi : 2175
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 54
Località : Disneyland

http://www.pietradiluna.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Talento sì, talento no...

Messaggio  Drugo Lebowsky il Ven Mag 18, 2012 8:11 pm

MauMau ha scritto: Oppure divento un tossico mrgreen

che nel tuo caso equivale a:
- mangiare di più
- bere di più
- ascoltare musica oltre pat metheny
asd asd asd
avatar
Drugo Lebowsky

Messaggi : 857
Data d'iscrizione : 12.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Talento sì, talento no...

Messaggio  Ospite il Ven Mag 18, 2012 8:24 pm

che fitta al cuore... e che non ha citato Lolli e Loy & Altomare Rolling Eyes Rolling Eyes pale

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Talento sì, talento no...

Messaggio  fab il Ven Mag 18, 2012 8:52 pm

Così a prescindere visto che ormai parliamo genericamente di talento, forse dovrei dirlo sul topic di Federer ma sta meglio qui:
Federer e Nadal.
Esempio lampante Federer talento puro, semplicità di gioco, la palla cammina da sola e cosa particolare secondo me lampante suda pochissimo! Incredibile come paragonare il giocare a camminare, il sudore non lo attacca.

Nadal, destro naturale mancino per costruzione. A Nadal gli hanno imposto di giocare con la sinistra perchè è anomalo e fastidioso. Il su gioco è fisico, fatto di rotazioni di sudore di stress. La muscolatura è sviluppata a differenza della leggerezza di Federer.

Entrambi sono ai massimi livelli, per 5 anni si alternano il primo e secondo posto del ranking mondiale, ma la differenza maggiore sarà sulla longevità agonistica.
Nadal mi pare sia non arrivi ai 28 ed è usurato. Federe 30 suonati, negli ultimi due anni sta migliorando Shocked
Comunque io tengo pe djokovich mrgreen talento testa sacrificio grinta.
avatar
fab

Messaggi : 203
Data d'iscrizione : 16.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Talento sì, talento no...

Messaggio  MauMau il Ven Mag 18, 2012 8:58 pm

Drugo Lebowsky ha scritto:
MauMau ha scritto: Oppure divento un tossico mrgreen

che nel tuo caso equivale a:
- mangiare di più
- bere di più
- ascoltare musica oltre pat metheny
asd asd asd

metheny non è sicuramente la mia passione, sebbene segua assiduamente i suoi lavori Wink

___________________________
Vuelvo al Sur
Como se vuelve siempre al amor
avatar
MauMau

Messaggi : 2175
Data d'iscrizione : 13.03.12
Età : 54
Località : Disneyland

http://www.pietradiluna.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Talento sì, talento no...

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum