riccardino e il drago

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

230512

Messaggio 

riccardino e il drago




Prendendo spunto dal viaggio di Riccardo Caprasecca al King Rock per provare il Drago, il boulder fino alla fine del mondo
da http://www.planetmountain.com/News/shownews1.lasso?l=1&keyid=39581#

Domenica 20 maggio un King Rock che a inizio mattinata risultava
svuotato "grazie" alla voglia di roccia che attanaglia i climber, ma che
nel pomeriggio si è riempito a causa dell'ormai inevitabile pioggia del
fine settimana, è stato teatro di un nuovo assalto al Drago.

Sale da Roma Capitale il simpaticissimo Riccardo Caprasecca che, in
balìa delle Ferrovie dello Strazio a loro volta in balìa degli esiti del
terremoto (quello fisico, non quello politico), raggiunge Verona in un
numero di ore che ricordano i tempi dei cavalieri… a cavallo. Ma anche
questo è il bello delle sfide, le vere sfide.

Ad attenderlo, accovacciato sornione nella sua tana strapiombante, il
Drago. Riccardo, da buon Cavaliere, coinvolge altri due giovani
impavidi che già hanno provato l'ardor della pugna con cotanto
avversario, i modenesi Stefano Bettoli e Marco Erspamer.

Diciamo subito che il montepremi di € 3.000 è ancora lì e che nessuna
delle tre sezioni è stata ancora risolta. Ma i Cavalieri hanno dato
spettacolo e mentre Riccardo si prova praticamente tutti i singoli,
Marco si concentra e risolve una sequenza mediana che "termina" con un
duro lancetto ad una spallata... passando per una serie di prese
sfuggenti e di movimenti aleatori nell'unica sezione di quasi-placca del
lungo viaggio.

Alla fine della giornata, con il massimale ormai ridotto al
sollevamento del boccale di birra, Riccardo dice: "a quello che lo fa je
pago 'na cena. Io. Personalmente".


Facciamo un tentativo.
Normalmente esportiamo su fb quello che di più interessante si dice sul forum. Ora proviamo a fare il contrario, importare sul forum qualcosa di interessante su fb.
Potrei semplicemente girare il link della pagina, ma visto che non tutti hanno fb, proviamo questo esperimento.
Secondo me l'intervista è interessante

ciao riccà





Boulder Fino Alla Fine Del Mondo - Boulder Till the End of the World · Piace a 201 personelunedì alle 13.24 · Come
promesso agli astanti che ieri hanno assistito (e partecipato)
all'assalto al Drago, ecco l'inizio dell'facebook-intervista online al
Cavaliere Riccardo Caprasecca.
Chiunque può intervenire con domande… ma non buttiamo tutto in vacca… non subito almeno.

Iniziamo. Riccardo, fai una breve presentazione di te (come Cavaliere e
come uomo) senza scadere in un "self-marketing da rimorchio" ;-)





  • Riccardo Caprasecca Mi chiamo Riccardo Caprasecca....28 anni ancora per poco, vengo dalla pacifica e poco caotica Roma.
    Arrampico per sbaglio da quasi 10 anni.
    Amo la musica Rock e i film di Tarantino.
    Vado pazzo per qualsiasi forma di bevanda alcolica da 4,6 gradi in su.....
    lunedì alle 14.21 tramite cellulare ·


  • Boulder Fino Alla Fine Del Mondo - Boulder Till the End of the World
    Sì,
    ci è giunta voce di performance di altissimo livello al Melloblocco con
    altri due Cavalieri (Gabriele Moroni e Silvio Reffo, a quanto si dice).
    Sappiamo che hai un ottimo livello e che ti puoi confrontare senza
    paura con atleti ai vertici della specialità.
    Ma parliamo per un momento di arrampicata.
    Che specialità preferisci, corda o boulder (lo "speed" non lo
    consideriamo perché, per noi, è nella categoria "attività stupide per
    pubblico stupido")?
    E che tipo di arrampicata ti piace?
    lunedì alle 14.44 ·


  • Riccardo Caprasecca Nella migliore tradizione terronica non sono un supertecnico dell'arte di usare i piedi.
    Amo un inclinazione costante sui 60 gradi.
    Tacche e piatti vanno bene sempre
    Ho iniziato con la corda per poi scoprire il boulder subito dopo,cosa che pratico per il 95% del mio tempo.
    Peccato per impegni lavorativi roccia ne vedo poca ultimamente.
    lunedì alle 14.59 tramite cellulare


  • Boulder Fino Alla Fine Del Mondo - Boulder Till the End of the World Ecco,
    a proposito di lavoro: cosa fai quando non stai scalando o non sei
    dedito a laidi baccanali e festeggiamenti? Sei riuscito a coniugare la
    tua passione (quella per l'arrampicata, intendo) con la vita
    professionale?
    lunedì alle 15.03


  • Riccardo Caprasecca
    Andando
    avanti nel tempo ho capito che oltre a fare il vagabondo tra blocchi e
    gare e cercare di sbarcare il lunario con un lavoro part time,ho sentito
    il bisogno di trovare un qualcosa che mi permettesse di vivere di
    arrampicata.
    Purtroppo non sono uno da numeri da capogiro nell'arrampicata....non faccio i 9a+ in falesia o gli 8B+ di blocco a nastro.
    E penso che anche se gli avessi non penso che mi permetterebbe di camparci in modo dignitoso.
    Il caso nella vita ha voluto che qualcuno verso fine luglio dell'anno
    scorso mi ha voluto proporre la gestione di un muro d'arrampicata verso
    Roma sud.
    Da settembre lavoro quotidianamente nella palestra Get Up a
    Roma e se ci penso mi reputo fortunato perché da una semplice passione
    l'arrampicata è diventato il mio lavoro.

    lunedì alle 15.22 tramite cellulare


  • Boulder Fino Alla Fine Del Mondo - Boulder Till the End of the World Hehehehe… noi pensiamo che la fortuna un po' la si ha e un po' la si fa.
    In ogni caso… non fai 9a+ in falesia e 8B+ bloc ma il Drago sei venuto a
    sfidarlo. Come ti è sembrato? Si adatta al tuo stile? Come lo
    descriveresti a:
    - chi non lo ha ancora provato …anche se ne ha (forse) le capacità;
    - chi lo proverebbe anche ma non si stacca dal materasso.
    Movimenti, prese, inclinazione e lunghezza: insomma, è fattibile… almeno da qualcuno?
    lunedì alle 16.10


  • Riccardo Caprasecca
    Mi piace mettermi in discussione anche se molto delle volte che ci provo prendo grandi legnate come ieri.Smile
    Per quanto sia un amante del bestialate su strapiombo sarei strafelice
    anche di fare "solamente" una delle sezioni singole di boulder.
    Sulla storia della fattibilità........pensando
    che sono più di 50 movimenti con un numero di riposi pari a 0,su svasi
    che ti portano allo stordimento su un' inclinazione costantemente molto
    strapiombante.......forse è un concetto quasi metafisico.
    Peró di
    metafisica verticale la si può leggere quasi settimanalmente su riviste e
    siti internet a questo punto bisogna solo aspettare qualcuno di questi
    laureati in metafisica.Smile
    Un nome a caso su tutti Adam Ondra,poi ce
    ne stanno di nomi più o meno celebri che spero che vengano a provarlo e
    chissà che lo liberanno pure.Smile
    A sto punto sono curioso di aspettare e vedere chi verrà a provarlo seriamente.

    lunedì alle 18.19 tramite cellulare


  • Riccardo Caprasecca Anzi rilancio chi lo libera gli pago la cena!!!
    lunedì alle 18.25 tramite cellulare ·


  • Boulder Fino Alla Fine Del Mondo - Boulder Till the End of the World Bene, lo prendiamo come un impegno e lo mettiamo nel montepremi… chissà che una cena offerta da Riccardo Caprasecca non sia proprio quello che manca.
    lunedì alle 19.42


  • Boulder Fino Alla Fine Del Mondo - Boulder Till the End of the World
    Secondo
    te, vista la nuova specie di giovani mutanti che vivono a resina e
    magnesite e che mai toccano (e toccheranno?) roccia vera, può avere
    senso tracciare boulder o, come in questo caso, superboulder/vie indoor
    che diventino dei testpie...Visualizza altro
    lunedì alle 19.48


  • Riccardo Caprasecca
    Dal mio punto di vista puramente personale la resina è un gioco e un modo per allenarmi in funzione delle gare.
    Se avessi la possibilita scalerei sempre fuori.
    Non penso che ci sia niente di male a creare teastpiece o supercombinazioni di prese in giro per le sale d'arrampicata anzi può essere nuovo modo di confronto anche di aggregazione.
    Ieri per quanto non riuscivo a fare più di 4-5 movimenti a volta mi
    sono divertito in tua compagnia e degli altri folli come me a provare il
    drago,però il piacere di scalare fuori su roccia con glii amici non ha
    eguali.
    Spero che le nuove generazione nate in palestra scoprano col tempo la bellezza di andare a scalare fuori.Wink
    lunedì alle 21.09 ·


  • Riccardo Caprasecca Comunque
    l'ultima domanda che mi hai fatto è di natura molto personale andrebbe
    posta anche ad altri che come me hanno provato il drago Wink
    lunedì alle 21.12 ·


  • Boulder Fino Alla Fine Del Mondo - Boulder Till the End of the World E
    allora giriamola a Gabri, Jacopo, Stefano, Marco, Marcello, Stefan,
    Michele, Silvio, Francesco, Matteo e Lucas (se fosse su FB). Vediamo se
    funziona…
    lunedì alle 21.59 ·


  • Boulder Fino Alla Fine Del Mondo - Boulder Till the End of the World Da domani: question&answers aperta a tutti con il nostro Riccardo Caprasecca. Preparate le domande (valgono anche quelle di cultura generale Wink
    lunedì alle 22.07


  • Riccardo Caprasecca Do anche i numeri per il lotto e il superenalotto!!!
    lunedì alle 22.53 tramite cellulare ·


  • Michele Caminati D'altronde
    accadeva già in inghilterra parecchi anni fa al famoso pannello "School
    Room" ... ora è stato smontato pezzo per pezzo, catalogando prese e
    inclinazioni... in attesa di una rinascita un giorno.
    Ieri alle ore 0.08 ·


  • Boulder Fino Alla Fine Del Mondo - Boulder Till the End of the World
    E
    qui si apre uno scenario nuovo: boulder o vie (più difficile) che
    possono essere replicati nel mondo. Lo aveva ipotizzato (e fatto) Entre
    Prises codificando sistema di foratura, dimensioni e inclinazione del
    pannello, numerando poi i fori tipo
    battaglia navale e facendo tracciare ai vari Petit e calibri simili dei
    boulder che potevano essere replicati da chiunque avesse il pannello con
    quelle caratteristiche. Si chiamava Cyber Boulder se non sbaglio…
    È uno scenario insensato o credete possa essere plausibile?
    22 ore fa ·


  • Riccardo Caprasecca
    Io
    stesso ho il mio moonboard con le mie prese Moon comprate,settate come
    dice lo schemini sul sito Moon, e provo i blocchi che chissà starà
    provando nello stesso momento un altra persona in inghilterra,germania o
    chissà dove.
    Penso che non ci sia niente di male o di strano anzi è una cosa divertente e anche allenante.
    Lo fai quando non hai tempo di andare in palestra o quando il tempo è
    brutto,ma se devo essere sincero preferisco stare in compagnia di amici
    invece di fare il criceto su un pannellino casalingo in piena
    solitudine.

    19 ore fa tramite cellulare ·


  • Boulder Fino Alla Fine Del Mondo - Boulder Till the End of the World
    E
    questo introduce alla vera "mutazione" in atto, ovvero le palestre e le
    sale boulder più come centro di aggregazione che come luogo di
    allenamento.
    Abbiamo notato che, sempre più spesso, ci sono ragazzi che iniziano in sala boulder, vengono a tirarsi le dita anche 5 volte alla settimana giocando in compagnia ma non gli interessa scalare fuori.
    Crediamo che siano ragazzi che le sale "sottraggono" ai bar e a sport tipo il calcio più che all'arrampicata su roccia.
    Voi che ne pensate in merito?
    Credete che questo "nuovo ruolo" delle sale boulder (in particolare)
    possa generare o stia gò generando una nuova generazione di "only-indoor
    climber"?
    19 ore fa ·


  • Michele Caminati No,
    no, il problema è che non c'è nessuno in grado di guidare questi nuovi
    ragazzini molto dediti ed appassionati a trovare la loro strada al di
    fuori sulla roccia vera... bisogna dargli gli stessi stimoli e fargli
    vedere cosa si puù fare al di fuori della palestra i weekend quando non
    piove...
    18 ore fa ·


  • Marco Erspamer
    d'accordissimo
    con micky. con l'esplosione delle palestre la maggior parte dei
    ragazzini "nasce" proprio in indoor ma non penso sia per forza un
    involuzione. Penso che occorra solo come allenatori esser intelligenti a
    "gestire"le cose.
    Il nostro sport
    per forza di cose nasce in outdoor e sono le radici della nostra cultura
    sportiva e penso che questa sia una cosa preziosa ! La nostra cultura
    sportiva è molto più giovane di quella di altri sport e sarebbe un
    peccato già perderla. secondo me occorre prendere le cose buone del
    passato e migliorarle archiviando invece quelle sbagliate..questo penso
    sia la definizione di cultura! se no si rischia di dimenticare e
    perdere" traguardi" che si era già raggiunto!
    Per esempio
    nell'outdoor l'etica ha sempre avuto un ruolo molto importante e forte
    nel l'approccio al nostro sport e sarebbe bello che questo potesse esser
    trasmesso anche ai nuovi mini climber ( minkia…parlo già da vecchio!!!)
    perché non diventino dei gorilla pieni di se che arrampicano solo per
    star davanti agli altri ma che invece imparino ad apprezzare anche altri
    aspetti stupendi della scalata (come dice rik…la giornata fuori con gli
    amici, la bellezza e purezza di una linea, il viaggiare …lo scalare per
    godersi le cose!) o anche all'interno di una gara esser capace di
    vedere cose che possano arricchire la loro esperienza sportiva e non
    ridurla solo ad una cinica classifica.
    E poi la nostra attività ha
    talmente tante sfaccettature che se uno si stufa di fare una cosa ne ha
    altre 3 mila. ed è una caratteristica che pochi altri sport hanno. ed è
    una ficata e Se lo fai notare ad un ragazzino gli fornisci un
    buono-benzina infinita da buttar dentro alla sua motivazione per il
    resto della vita!
    17 ore fa ·


  • Marco Erspamer
    Occorre
    fornirgli tutti gli strumenti perché siano in grado di scegliere
    davvero quello che gli piace di più ,in modo che possano trovare il
    propria dimensione nell'arrampicata per quel momento così che se poi si
    stufano siano in grado di poter trovare un altro stimolo in qualche altra disciplina o aspetto dell'arrampicata.
    E' anche vero che le cose si stanno specializzando sempre di più,per il
    fatto che il livello si sta' alzando in tutte le "specialità"
    dell'arrampicata e quindi ognuna di queste richiede caratteristiche
    specifiche che son difficili da acquisire al livello necessario per
    provare ad arrivare al top se non ci si concentra su di esse a pieno fin
    da quando si è marmocchi. Se si vuole fare vie o blocchi duri ad alto
    livello in outdoor occorre scalare tanto fuori,se vuoi invece andare
    bene in gara occorre scalare tanto su plastica e allenarsi duro. Ma
    questo non penso sia un male , anzi secondo me è il semplicemente è il
    normale corso delle cose , è l'evoluzione dell'arrampicata che
    finalmente sta diventando davvero uno sport …un centometrista
    nell'atletica se si mette a fare gli 800 ..magari si diverte ma non
    brilla di certo.
    Speriamo solo di esser in grado di esser in grado
    (come movimento) di esser al passo con la veloce evoluzione del nostro
    sport e di darsi da fare per miglioralo!
    viva i marmocchi supersayan che ci danno già la paga!
    17 ore fa ·


  • Marco Erspamer anche se la cosa ti fa venire un po il nervoso..! ah ahah
    17 ore fa ·


  • Boulder Fino Alla Fine Del Mondo - Boulder Till the End of the World
    La
    tua ultima affermazione (quella contenuta nel volume due al secondo
    capitolo Wink sulla specializzazione degli atleti – peraltro verissima e
    riscontrabile in ogni sport – fa venire un dubbio: se è vero che la
    specializzazione massima porta al
    massimo risultato, significa che Ondra, che è al massimo livello in
    entrambe le discipline, è quindi ancora ben lontano dal limite delle
    capacità umane?
    Oppure il fatto che l'atleta può non essere "univoco" è una specificità in più di questo sport?
    17 ore fa ·


  • Marco Erspamer
    ah
    ah ah ah(mi fa piacere che tu abbia letto tutto il mio libro) secondo
    me significa sicuramente che l'arrampicata è ancora ben lontana da aver
    raggiunto il massimo
    In nessun altro sport basta il talento per vincere..phelps è un talento assoluto
    ma col cazzo che vinceva tutto quello che ha vinto senza farsi il
    mazzo.io penso che ci sarà senza'altro una specializzazione nel
    futuro,ma secondo me è anche vero che si sta alzando tanto il livello e
    anche in fretta e che quindi neanche tra troppo tempo magari ad ondra se
    tornerà a far le gare non gli basterà piu il suo talento ma dovrà
    allenarsi davvero per far solo quello se vuol vincere perche magari
    verrà fuori qualcuno con un pelo meno talento ma che si allena duro e
    scientificamente per vincere le gare e gli darà filo da torcere...
    17 ore fa ·


  • Riccardo Caprasecca
    Sono daccordissimo con Michele e Marco.
    Non ho nulla da obiettare a tal proposito.
    L unico cosa che posso aggiungere in più che oltre ai piccoli mutanti
    che vanno fatti crescere nel migliore modo possibile bisogna dare una
    svolta culturale del settore intero nella nostra cara Italia.
    A partire da federazione,società,allenatori,atleti.......e cercare di remare tutti nella stessa direzione.
    Troppo campane che suonano e fanno troppo rumore alla fine.......si parla tanto ma si fa poco alla fine.
    Comunque Vabbè non stavamo parlando del drago???Wink
    16 ore fa tramite cellulare


  • Boulder Fino Alla Fine Del Mondo - Boulder Till the End of the World Ok,
    torniamo al Drago: secondo voi chi potrebbe essere in grado di
    risolverlo e che genere di impegno può richiedere un'impresa del genere?
    16 ore fa ·


  • Riccardo Caprasecca Ma
    per me......Ondra su tutti poi sarebbe un bello spettacolo vedere i
    primi 15-20 classificati della coppa del mondo sia della lead e di
    boulder provarlo.
    16 ore fa tramite cellulare ·


  • Riccardo Caprasecca Tempo necessario???
    Tanto!!!
    Forse nessuno lo farà!!!
    16 ore fa tramite cellulare ·


  • Boulder Fino Alla Fine Del Mondo - Boulder Till the End of the World Addirittura? Nemmeno con la spada de foco?
    Insomma, un Ondra o un Ramonet credi che potrebbero trovare così tante difficoltà?
    Insomma: è davvero così duro?
    16 ore fa ·


  • Riccardo Caprasecca
    Io personalmente sarei contento come un pupo a fare uno dei singoli blocchi.Manco la spada de foco je la fà!!!
    Senti mi ci sono giocato una cena datemi la lista dei ristoranti di
    Verona dove si mangia meglio gli pago una cena per un valore di 100 euro.
    Spero che qualcuno lo faccia già immagino la sbornia del dopo cena.
    Perché io sarò più povero di 100 euro ma quel qualcuno che lo farà avrà 3000 euro per festeggiare per offrire da bere.
    15 ore fa tramite cellulare


  • Boulder Fino Alla Fine Del Mondo - Boulder Till the End of the World Questa
    si chiama strategia e approccio laterale. A proposito del tipo di prese
    e di movimenti cosa offre il Drago? Può essere anche un buon
    allenamento o è uno stile che fa storia a sé?
    12 ore fa tramite cellulare ·


  • Riccardo Caprasecca Allenamento assicuarato.Ho petto spalle e addominali che lunedì mattina mi mandavano a quel paese.
    il drago cosa offre???
    Sicuramente chi ama l autolesionismo e il masochismo come me consiglio di provarlo offre momenti di grande sofferenza.
    Scherzi a parte chi dovesse capitare un giretto fatelo.

    11 ore fa tramite cellulare ·

buzz

Messaggi : 7223
Data d'iscrizione : 25.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Condividi questo articolo su: Excite BookmarksDiggRedditDel.icio.usGoogleLiveSlashdotNetscapeTechnoratiStumbleUponNewsvineFurlYahooSmarking

riccardino e il drago :: Commenti

avatar

Messaggio il Mer Mag 23, 2012 9:30 am  grip

peccato non essere stato presente nonostante Riccardino me avesse telefonato...ero haime' affaccendato in impegni lavorativi...

il drago e' li che Vi aspetta fino a Dicembre..... specch

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum