Onsight e lavorato

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Onsight e lavorato

Messaggio  Ospite il Mer Giu 27, 2012 11:37 am

buzz ha scritto:Dicono che lavorare le vie insegni ad arrampicare, in quanto apre lo sguardo (mente-corpo) su possibilità motorie che su gradi inferiori non hai necessità di praticare.
Dicono anche che aumenti l'autostima.
Dicono che a fare sempre 6a ti alleni a fare i 6a.
Così come correre sempre a 5 al km non ti allena per correre a 3 al km.

E non dicono mai che allenarsi per correre a 3 al km disimpari a correre a 5 al km asd

ma... firulì
se ne dicono tante... e ... si sà... quello che vale per gli altri sport non vale per l'arrampicata... muttley


se avete letto Uomini e Pareti 2
nell intervista a Josune
lei dice che i primi anni in spagna non c erano falesie no big, ed essendo il suo uomo un toro, le scalava su roba in cui faceva fatica ad andare da spit a spit.

poi quando è andata in falesie umane si è ritrovata a fare gli 8a gli 8b gli 8c.
in questo caso il lavorato ha aperto i suoi orizzonti, ma non è il lavorato che intendiamo qua, ovvero stare sullo stesso tiro facendo 50 giri finché non lo si chiude.

è un lavorato paragonabile a delle sedute di pannello.
dove si fanno blocchi oltre il limite per allenare la forza bruta.

nell iper lavorato si sceglie un tiro che si sa che si può fare, anche se lontano, e si educa il corpo a salirlo.

un qualsiasi arrampicatore che non sia negato e che scali da un annetto almeno, se lo si mette per un anno su 8a, 2 volte alla settimana, entro l anno farà l 8a.
ma non ha il grado 8a nelle braccia.


Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Onsight e lavorato

Messaggio  sb4m il Mer Giu 27, 2012 11:41 am

Frasauro ha scritto:
Tuttavia ritengo che lavorare una via non insegna a disarrampicare, ma invece ti fornisce un bagaglio di movimenti nuovi e meno dispendiosi che poi si possono replicare nelle vie che si fanno a vista, aumentando quindi il grado di quest'ultimo. Non so, è una mia sensazione da novello arrampicatore..magari sbaglio..

d'accordissimo, mettersi a provare e riprovare una via ben al di sopra delle tue "normali" potenzialità ti insegna a non stritolare le prese se non veramente necessario, a sfruttare i minimi punti di riposo, insomma a provare a migliorare volta su volta la propria prestazione, fondendo testa e corpo.. è un po' come girare in moto su un circuito, e abbassare ad ogni giro il proprio record personale, migliorando traiettorie, sfiorando la perfezione..

detto questo il mio divario lavorato-a vista è un po' troppo in favore a quest'ultimo, sto solo a un grado di differenza.. per ora Laughing
avatar
sb4m

Messaggi : 15
Data d'iscrizione : 03.04.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Onsight e lavorato

Messaggio  buzz il Mer Giu 27, 2012 11:42 am

questo è un estremo, fo.
io ho guardato almeno un centinaio di scalatori...
la mia impressione è sul mucchio.

buzz

Messaggi : 7223
Data d'iscrizione : 25.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Onsight e lavorato

Messaggio  biemme il Mer Giu 27, 2012 11:45 am

buzz ha scritto:...io ho guardato almeno un centinaio di scalatori... la mia impressione è sul mucchio.

ma intendi quelli che hai visto in giro per falesie o quelli che scrivono su climbook ? Rolling Eyes
avatar
biemme

Messaggi : 2251
Data d'iscrizione : 13.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Onsight e lavorato

Messaggio  Ospite il Mer Giu 27, 2012 11:52 am

Buzz fa l osservatore, come quelli del calcio.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Onsight e lavorato

Messaggio  buzz il Mer Giu 27, 2012 11:55 am

biemme ha scritto:
buzz ha scritto:...io ho guardato almeno un centinaio di scalatori... la mia impressione è sul mucchio.

ma intendi quelli che hai visto in giro per falesie o quelli che scrivono su climbook ? Rolling Eyes

ho ben presente che il fatto di essere accomunati dall'essere su climbook presuppone già una scelta di fondo che rende il campione esaminato non rappresentativo della totalità degli scalatori... ci mancherebbe.

infatti l'ho scritto:
dando un'occhiata a molti arrampicatori, che saranno poi diversi fra loro per caratteristiche fisiche, motivazioni (anche se, si potrebbe obiettare, stando su climbook comunque qualcosa in comune ce l'hanno, visto che molti arrampicatori invece non ci stanno non avendo alcun interesse in ciò)

ma questo ho a disposizione.

D'altro canto, non è affatto detto, conoscendo personalmente molti iscritti nel database di climbook, che essere lì significhi essere "lavoratori" indefessi. Tutt'altro. C'è anche gente che al massimo prova il tiro quelle 2-3 volte in giornata. O per niente. Così come ci sono quelli che passano 80-90 giri su una via.

buzz

Messaggi : 7223
Data d'iscrizione : 25.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Onsight e lavorato

Messaggio  abrax il Mer Giu 27, 2012 1:49 pm

Fo3-The Awakening ha scritto:io la penso sempre allo stesso modo, discorsi di questo tipo sono limitanti.
l unica cosa che conta è scalare, sempre, al limite.

sta cosa poi dei tre gradi è una gran cazzata, è la roccia che fa la differenza. ci sono scalate dove basta avere resistenza (simplon dorf ad esempio) e si fanno anche i 7c a vista e ci sono falesie (sasso minato al remenno) dove fare i 6c a vista è impossibile.

allenare l avvista, allenare il lavorato.
roba da orticaria.


c ha ragione abrax quando dice che la gente millanta gradi assurdi...

mi ricorederò sempre un gg che avevo fatto un 7b+, sbagliato a vista fatto al secondo.

arriva di corsa (letteralmente) un tipo e mi chiede:

ma secondo te è 7b+ no perchè per me è più facile!
allora chiedo ma in quanti giri lo hai fatto?
mi risponde: bah una 30ina

una 30iuna porco cazzo, altro che cercare il limite del lavorato, non è più scalare fare 30 giri.

c è solo una regola che vale per tutto
o passi o non passi.
il resto sono solo pare e debolezze.

QUOTO!
Premesso che ognuno è libero di fare ciò che gli pare e di intendere l'arrampicata come meglio crede,
a me piace considerare il livello di un climer con il grado che fa a vista.
Seguando questo ragionamento per me il lavorato diventa quindi una sorta di allenamento finalizzato a migliorare l' a vista

abrax

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 02.04.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Onsight e lavorato

Messaggio  buzz il Mer Giu 27, 2012 1:53 pm

Anche io ritengo che il vero livello di un arrampicatore sia il grado a vista.
Ma in tutte le attività sportive, e l'arrampicata non è diversa, il miglioramento avviene tramite anche continue forzature poco oltre il limite.

buzz

Messaggi : 7223
Data d'iscrizione : 25.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Onsight e lavorato

Messaggio  dang il Mer Giu 27, 2012 2:10 pm

Fo3-The Awakening ha scritto:buzz,

chi lavora Sistematicamente le vie disimpara a scalare.

per saper scalare intendo adattarsi nel minor tempo possibile in una situazione al limite
(vedo un lancio, capire qual è la presa buona o quale no, fidarsi di un piede al posto di un altro)

c ha ragione Brù


Cosa intendi per lavorare sistematicamente una via?

Voglio dire: se uno al sabato pomeriggio va a provare lo stesso tiro per un bel pò di tempo e poi la domenica
scala a vista o fa del lavorato veloce come lo consideri?

Perchè io di persone così che sono molto bravi li conosco.
Anzi, uno lo conosci pure tu.


A me sembri un pò troppo talebano nei tuoi ragionamenti.

dang

Messaggi : 74
Data d'iscrizione : 24.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Onsight e lavorato

Messaggio  Ospite il Mer Giu 27, 2012 2:13 pm

dang ha scritto:
Voglio dire: se uno al sabato pomeriggio va a provare lo stesso tiro per un bel pò di tempo e poi la domenica
scala a vista o fa del lavorato veloce come lo consideri?



lo considero nel giusto
un approccio più che onesto


e si sono abbastanza talebano e fondamentalista
perchè sono tanto discorsi dove si guarda il dito e non la luna.

l esempio che hai fatto sopra è ottimo perchè abbraccia nell insieme molto di quello che può offrire l arrampicata in falesia.

chi è l uno che conosco anche io

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Onsight e lavorato

Messaggio  bradipo il Mer Giu 27, 2012 2:24 pm

io invece dico che francamente fare delle statistiche tronche non serve a nulla...

non si hanno dei termini di paragone certi

sono incerti e incompleti soprattutto

nessuno ci dice infatti cosa è stato tentato e fallito

anche chi fa l'8a lavorato e il 7c a vista chi ci dice quanti 7a ha fallito a vista?

in poche parole abbiamo a disposizione una serie di dati di successi avuti ma gli insuccessi?

e non sappiamo inoltre lo spirito di colui che parte per una via...chi dichiara infatti di partire a vista?

insomma ragionamenti che portano a poco imo

legrand: "faccio lavorato per scalare meglio a vista" (io abbraccio questa ipotesi)

bradipo

Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 26.04.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Onsight e lavorato

Messaggio  buzz il Mer Giu 27, 2012 3:25 pm

beh certo

buzz

Messaggi : 7223
Data d'iscrizione : 25.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Onsight e lavorato

Messaggio  . il Mer Ott 24, 2012 6:06 pm

http://www.up-climbing.com/it/news/boulder/ondra-sui-gradi-nel-bouldering




.

Messaggi : 3987
Data d'iscrizione : 15.03.12
Età : 67

Tornare in alto Andare in basso

Re: Onsight e lavorato

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum